Sicurezza

In trappola nell’auto bollente: pericolo per persone e animali

INFO
|
L’auto bollente può diventare una trappola per bambini e animali.

In un veicolo parcheggiato la temperatura interna cresce in men che non si dica. Se fuori ci sono 20° Celsius, nel giro di un’ora il caldo trasforma l’auto in una trappola. Se invece il termometro sale sopra i 30°C, già dopo dieci minuti si presenta il pericolo di colpo di calore e, nei casi peggiori, di morte sia per le persone che per gli animali. Come mostra una ricerca, però, in caso sia necessario effettuare un salvataggio da un veicolo, ci sono alcune regole da tenere a mente.

Il pericolo viene sottovalutato

L’aumento della temperatura nell’abitacolo di un’auto viene spesso sottovalutato. Non è mai troppo presto per ricordare ai genitori o a chi possiede un animale quali possano esserne le fatali conseguenze. Non si devono lasciare mai bambini piccoli e cani da soli in auto: né per brevi fermate, né se il veicolo viene parcheggiato all’ombra. La situazione non migliora neanche se si lasciano i finestrini leggermente aperti.

Aumento del numero di casi

Oltre ai casi avvenuti quest’estate negli Stati Uniti e a Firenze, ha scioccato a luglio dello scorso anno la notizia della bambina di cinque anni morta in un’auto in Ticino durante il pisolino nel bel mezzo del giorno. Non sono disponibili dati concreti sulla frequenza con cui capiti che bambini debbano essere salvati dall’auto prima che si verifichino tragedie di questo tipo. La polizia cantonale di Berna l’anno scorso ha registrato circa una decina di denunce per «incuria nei confronti di animali lasciati in pieno sole oppure a temperature molto alte. Rispetto all’anno precedente si tratta quindi di un raddoppio dei casi. Secondo la protezione animali svizzera ogni anno si verificano circa 30 casi in cui viene sporta denuncia contro il proprietario di un cane. La quantità dei salvataggi, tuttavia, potrebbe essere molto più elevata.

Cosa fare in caso di emergenza

Se si vede un bambino o un animale chiuso in auto, naturalmente lo si vuole aiutare prima possibile. Tuttavia, per motivi giuridici, se si vuole salvare qualcuno, ci sono diversi aspetti da tenere a mente. Il parabrezza della macchina non va semplicemente spaccato. La prima cosa da fare è assicurarsi che l’autista del veicolo non sia nelle vicinanze. Se non è così, deve essere subito avvertita la polizia. Prima del suo arrivo si dovrebbe agire solo in caso di vera emergenza. Se è necessario intervenire con urgenza, si deve essere nella condizione di poter fornire prova alla polizia e all’assicurazione che l’intervento era inevitabile. Quindi conviene fare foto o video della situazione. Se il veicolo è aperto, il bambino o il cane devono esser portati all’ombra, deve esserne favorito il raffreddamento corporeo con salviette umide e, se possibile, conviene aiutarli con dei liquidi da bere. In ogni caso è bene chiamare, a seconda dei casi, un medico o un veterinario.

 

 

I consigli di comparis.ch per quando si è in viaggio: osservare attentamente bambini e animali, organizzare sufficienti pause, arieggiare di frequente e controllare che persone e animali abbiano con sé abbastanza liquidi.