RC e mobilia domestica

Fuochi d’artificio: chi paga in caso di danno?

INFO
| di Frédéric Papp |
Foto: iStock / pxel66

Al 1o agosto o a Capodanno non possono mancare petardi, razzi o fontane. Comparis spiega quali precauzioni adottare, chiarisce questioni legate alla responsabilità e svela quali assicurazioni entrano in campo in caso di danni provocati da fuochi d’artificio.

Ogni anno i fuochi d’artificio causano 280 infortuni (dato aggiornato nel 2017) e diversi danni da incendio. Tuttavia, si possono adottare alcune precauzioni (lista non esaustiva) per ridurre i rischi.

Prima dei fuochi d’artificio: prevenzione

  • Chiudere porte, finestre e abbaini.
  • Ritirare le tende da sole.
  • Rimuovere eventuale materiale infiammabile dalla terrazza o dal balcone.
  • All’acquisto dei fuochi d’artificio informarsi sul corretto utilizzo e leggere le istruzioni sulla confezione.
  • Tenere i fuochi d’artificio fuori dalla portata delle persone non autorizzate e dei bambini.
  • Tenete pronti un estintore, una coperta antincendio e un secchio d’acqua. Fare attenzione al corretto uso degli estintori.

Importante: bisogna informarsi per tempo per sapere se i fuochi d’artificio sono permessi nella propria regione. Il sito sul pericolo degli incendi di bosco della Confederazione informa sull’attuale situazione di pericolo in ogni cantone.

Durante i fuochi d’artificio: prudenza

  • Non accendere mai i fuochi d’artificio in mezzo a una folla.
  • Durante l’accensione, i genitori devono supervisionare i bambini.
  • Rispettare le distanze di sicurezza prescritte. Queste sono spesso indicate sulla confezione dei fuochi d’artificio. Lanciare i razzi solo da bottiglie o tubi ancorati a un supporto.
  • Non fumare nelle vicinanze dei fuochi d’artificio. Non tentare mai di accendere un razzo una seconda volta e avvicinarvisi solo dopo 10 minuti perché potrebbe ancora esplodere. Bagnare i razzo con dell’acqua.
  • In caso di infortunio a persone o incendio chiamare subito aiuto (numero unico di emergenza: 112 / ambulanza: 144 / pompieri: 118)

Dopo i fuochi d’artificio: diligenza

Prima di smaltirli, bagnare tutti i fuochi d’artificio utilizzati con dell’acqua.

I fuochi d’artificio difettosi o non esplosi sono da riportare al punto vendita e non vanno gettati nella spazzatura.

Chi è responsabile in caso di danno?

Fondamentalmente, la responsabilità è di chi ha acceso il fuoco d’artificio. Se ad esempio un razzo colpisce un’auto, la finestra del vicino o addirittura il vicino stesso, questa persona ne è responsabile.

Quale assicurazione entra in campo in caso di danno?

Chi stipula un’assicurazione responsabilità civile privata si tutela finanziariamente in caso di danni a persone o a beni di terzi. Tuttavia, l’assicurazione paga unicamente dopo aver chiarito di chi è la responsabilità. Inoltre, in caso di danno l’assicurazione responsabilità civile privata rimborsa il valore attuale dell’oggetto danneggiato e non quello a nuovo.

Chi vuole proteggere i propri averi da possibili razzi o altri pericoli deve stipulare la giusta assicurazione, ad esempio un’assicurazione auto, un’assicurazione mobilia domestica, un’assicurazione stabili oppure un’assicurazione infortuni. Con la giusta copertura queste assicurazioni rimborsano subito i danni e chiariscono soltanto in seguito la questione della responsabilità.

Confrontare le assicurazioni mobilia domestica e responsabilità civile

Importante: l’assicurazione responsabilità civile privata non è una scusa per non rispettare le norme di sicurezza durante uno spettacolo pirotecnico. In caso di grave negligenza c’è il rischio che l’assicurazione riduca le prestazioni. Se un danno viene provocato intenzionalmente, la prestazione viene respinta del tutto.