Disdetta straordinaria del contratto di locazione

Chi lascia un appartamento al di fuori dei termini di disdetta ufficiali deve trovare un nuovo inquilino.

A volte succede tutto velocemente: si trova l’appartamento dei sogni, si sceglie di passare un periodo prolungato all’estero o si presentano altri fattori imprevisti per cui è necessario disdire in anticipo il contratto di locazione dell’appartamento. Se succede, è bene tenere a mente un paio di punti e poi dare inizio alla ricerca di un nuovo inquilino.

I termini di disdetta per l’appartamento in affitto sono indicati in genere nel contratto di locazione. Se non sono riportate scadenze, vigono i termini di disdetta in uso nel luogo in cui si trova l’appartamento. In questo documento trova una lista con tutti i termini di disdetta. Se si disdice l’appartamento al di fuori dei termini di disdetta prestabiliti, si è tenuti per legge a proporre al locatore, amministrazione o proprietario dell’appartmento, un nuovo affittuario.

Disdetta straordinaria del contratto di locazione: ecco come funziona

  • Annunciare al locatore che si lascerà l’appartamento in anticipo
    Conviene comunicare al locatore per iscritto e tramite raccomandata che si intende disdire il contratto di locazione in anticipo e conservare sia la ricevuta della posta sia una copia della lettera per la propria documentazione.
  • Cercare e trovare un inquilino subentrante
    Per essere sicuri è bene proporre al locatore più di un nuovo inquilino, qualora uno degli interessati ci ripensasse all’ultimo momento. La cosa migliore è far compilare a ogni interessato un modulo per , in modo che l’amministrazione abbia una rosa di candidati. Tale modulo viene di solito messo a disposizione dalla propria amministrazione.
  • Il locatore è tenuto ad accettare il nuovo inquilino?
    Il locatore può rifiutare i possibili nuovi inquilini, ma se rifiuta un candidato accettabile e in grado di pagare, è tenuto a cercare in prima persona un nuovo interessato.
  • Quali requisiti deve soddisfare un nuovo inquilino?
    Un possibile inquilino deve essere pronto ad assumere l’immobile alle stesse condizioni contrattuali. Deve inoltre essere finanziariamente in grado di pagare l’affitto ed essere accettabile agli occhi dell’amministrazione o del proprietario. Se un inquilino viene rifiutato si può richiedere per sicurezza una motivazione scritta da parte del locatore.
  • Conferma dell’affitto di un inquilino subentrante
    Una volta trovato l’inquilino subentrante, in generale l’amministrazione invia una conferma della disdetta del contratto di locazione. Se ciò non avviene, si consiglia, a seconda dell’urgenza, di informarsi un paio di settimane dopo e richiedere una conferma.
  • Cosa fare quando non si trova un inquilino subentrante?
    In questo sfortunato caso, in quanto inquilino, si è tenuti a pagare l’affitto e tutti gli altri costi fino al successivo termine di disdetta ufficiale. Eventualmente, però, è anche possibile parlare con il locatore e risparmiarsi una parte dei costi. Se ad esempio liberando l’appartamento si va incontro alle volontà de locatore che finalmente può operare una ristrutturazione già da tanto rimandata, si ha fortuna e la disdetta avviene in tutta semplicità.