I principali consigli per il trasloco

Deve traslocare? Ecco come evitare ogni trambusto.

Una volta trovato il nuovo appartamento, purtroppo grande parte del lavoro resta ancora da fare. Bisogna organizzare il giorno del trasloco e la riconsegna dell’appartamento e anche la roba deve ancora essere impacchettata. Come si deve procedere? Una pianificazione previdente e una lista di controllo sono sicuramente di aiuto. Qui raccogliamo i punti più importanti da tenere presente prima di un trasloco.

Impacchettare gli scatoloni e preparare i mobili

Se possibile, è consigliabile iniziare a preparare gli scatoloni già qualche settimana prima del trasloco in programma. Questa è anche l’occasione perfetta per smistare oggetti, mobili e vestiti di cui non si ha più bisogno ed eliminarli o portarli in negozi dell’usato. In questo modo non si trasporta un sacco di roba inutile. Per evitare di avere confusione nel nuovo appartamento è importante numerare gli scatoloni oppure mettere un’etichetta in base a locale, stanza o utilizzo, in modo da posizionarli fin dall’inizio nel posto giusto. Chi ben impacchetta, è a metà del trasloco.

Attenzione: non bisogna dimenticarsi di sgomberare cantina, ripostiglio, soffitta e garage.

Riconsegna dell’appartamento: protocollo e pulizia

L’appartamento che si lascia deve essere pulito a fondo e preparato per la riconsegna. La pulizia per la riconsegna di un appartamento viene spesso sottovalutata e, alla fine, richiede molto più tempo di quanto preventivato. Innanzitutto è opportuno chiarire con l’amministrazione qual è il grado di pulizia richiesto. Poi è consigliabile preparare una lista di tutte le cose da fare in modo da non dimenticare nulla. In questo modo è possibile risparmiarsi molti fastidi al momento della riconsegna ed eventuali pulizie successive. Se si decide di pulire l’appartamento per conto proprio, è comunque opportuno chiedere l’aiuto di qualche altro paio di mani. Se invece si vuole incaricare una ditta di pulizie, è sicuramente conveniente raccogliere varie offerte da poter confrontare. Altrettanto importante è concordare una garanzia di consegna con la ditta di pulizie, nel caso in cui l’amministrazione inoltrasse dei reclami e fossero necessarie ulteriori pulizie.

Importante: sia alla riconsegna sia quando si entra in un nuovo appartamento compilando un verbale di constatazione danni ci si mette al sicuro soprattutto in caso di eventuali danni.

Trasloco: fare da soli o incaricare una ditta?

Quasi sempre un trasloco è sinonimo di stress, che raggiunge il culmine il giorno fatidico. Bisogna organizzare un numero sufficiente di aiutanti e di auto, anche se è di certo consigliabile affittare un furgoncino. Tuttavia, è possibile risparmiarsi stress e fatica incaricando un ditta di traslochi che si occuperà di trasportate tutti i mobili e gli scatoloni da A a B e, se necessario, anche di smontare e rimontare tutti i mobili. Se la situazione finanziaria lo permette, è di certo la soluzione migliore per la propria salute. Indipendentemente dalla variante che si sceglie, la parola d’ordine il giorno del trasloco è: organizzazione. In caso contrario governa il caos e svuotare le scatole nel nuovo appartamento sarà un’impresa.

Se sta ancora cercando una nuova abitazione, noi la possiamo aiutare.