Cambio assicurazione

È iniziato il conto alla rovescia: restano solo pochi giorni per cambiare cassa malati

INFO
|
È iniziato il conto alla rovescia: restano solo pochi giorni per cambiare cassa malati. Fonte: iStock

Chi desidera cambiare la propria cassa malati perché altrove può risparmiare, ha tempo fino al 30 novembre. Se non ci si è ancora pensato conviene sbrigarsi, perché il tempo vola: senza neanche accorgersene si rischia di perdere l’occasione di risparmiare.

Nessuno è disposto a pagare più del dovuto per i premi della cassa malati. I prossimi passi da fare sono, quindi, confrontare i premi, scegliere la cassa più conveniente e disdire l’assicurazione attuale  entro il 30 novembre.

Attenzione però! Se non si è ancora inviata la disdetta è consigliabile sbrigarsi, poiché questa deve essere recapitata alla cassa malati al più tardi il 30 novembre (e spedita assolutamente per lettera raccomandata). Altrimenti si rischia di rimanere affiliati alla vecchia cassa, continuando a pagare di più anche l’anno prossimo.

Non bisogna inoltre dimenticare che per stipulare una nuova assicurazione di base c’è tempo ancora fino al 30 dicembre, a condizione che l’assicurazione attuale sia stata disdetta entro i termini previsti.

 

Disdetta dell’assicurazione complementare?

I premi della cassa malati aumenteranno a partire dall’inizio dell’anno civile? In questo caso è consentito disdire a breve termine. Per alcune casse malati si può inviare la disdetta per iscritto entro la fine dell’anno, per altre già entro la fine di novembre o fino a un mese dalla comunicazione della variazione del premio.

In linea di principio valgono le condizioni assicurative della sua assicurazione complementare (per es. 1 mese dalla comunicazione o entro la fine dell’anno). Per questo è essenziale leggere con attenzione le condizioni assicurative e, all’occorrenza, chiedere informazioni direttamente alla cassa malati.

Se ha diverse assicurazioni complementari presso una cassa malati – per esempio un’assicurazione complementare ambulatoriale e un’assicurazione complementare ospedaliera – le condizioni possono variare a seconda della cassa malati: presso alcune casse è possibile disdire solo l’assicurazione soggetta al cambiamento del premio, presso altre si possono disdire tutte le assicurazioni complementari.

È inoltre possibile inviare la disdetta straordinaria allo scatto di una tariffa più costosa dovuto al passaggio a una fascia di età superiore.