Credito privato: nonostante le critiche un terzo degli svizzeri vi ha già fatto ricorso

II sondaggio di Comparis mette in evidenza risultati contraddittori

Con faccio a ripartire il mio denaro in modo corretto e pagare tutte le fatture?

Anche se la sua dubbia fama lo precede, vi si fa sempre ricorso: stiamo parlando del credito privato. Quali persone utilizzano effettivamente questa forma di finanziamento? Quanti svizzeri fanno esperienza in quest’ambito? E a quale scopo viene impiegato il denaro richiesto in prestito? Un sondaggio rappresentativo del servizio di confronto internet comparis.ch rivela ora le risposte a tutte queste domande.

Tre svizzeri su quattro pensano che i crediti privati non solo intrappolino direttamente nel vortice dei debiti, ma inducano anche al consumismo sconsiderato.

E nonostante siano molto critici in proposito, a uno svizzero su tre è già capitato di farne uso.

Degno di nota è il fatto che le persone che hanno già ricevuto in prestito denaro tramite un credito privato vedono questa soluzione di finanziamento in maniera più positiva rispetto al resto della popolazione: l’80 per cento di queste persone ritiene che sia un vero e proprio aiuto. Tra gli intervistati che non si sono ancora mai fatti prestare un centesimo con questo metodo, è comunque più della metà a condividere la stessa opinione.

Finanziamento dell’auto in primo piano

A quale scopo viene speso il denaro richiesto in prestito? Secondo il nostro sondaggio prevalentemente per finanziare l’acquisto di un veicolo. La metà dei beneficiari di un credito intervistati ha dichiarato di aver finanziato così un’auto. Proprio in un caso del genere un credito privato può essere assolutamente ragionevole, soprattutto in confronto a un leasing. Un credito privato, infatti, è spesso più conveniente, ha il vantaggio che fin dall’inizio l’auto appartiene al titolare del credito

e garantisce al tempo stesso grande flessibilità, in quanto può essere rimborsato del tutto in qualsiasi momento. Recedere in anticipo da un contratto di leasing è in genere collegato a costi molto elevati, in quanto la società di leasing può esigere rate più alte in modo retroattivo.

Aiuto in periodi di ristrettezze finanziarie

Il secondo motivo più indicato (31 per cento) per cui si richiede un credito privato è il superamento di periodi di ristrettezze finanziarie. Una persona su cinque ha indicato di aver utilizzato il credito privato per saldare fatture aperte o debiti di altro tipo. In pochi ricorrono invece ai crediti privati per finanziare mobili, apparecchi elettronici e vacanze: solo un intervistato su dieci ha dichiarato di aver fatto ricorso a un credito per questi motivi.

«Notiamo che soprattutto le fatture inattese possono provocare ristrettezze finanziarie. Spesso si tratta di eventi come fatture di imposte molto più elevate del previsto oppure di riparazioni di un’auto che portano le persone a ricorrere a crediti privati» dichiara Dominik Weber, portavoce di comparis.ch.

I crediti privati non sono adatti per pagare altri debiti

I crediti privati servono fondamentalmente per superare fasi temporanee di ristrettezze finanziarie. Le finanze personali dovrebbero tuttavia essere di nuovo in pareggio nel medio termine. La prudenza è quindi d’obbligo se i soldi a disposizione sfuggono regolarmente dal controllo. Le persone che hanno difficoltà a gestire le proprie finanze dovrebbero richiedere un aiuto professionale. Gli organismi specializzati in materia di debiti come i servizi di consulenza per il bilancio hanno una grande esperienza dei problemi che queste persone devono affrontare e offrono soluzioni di aiuto adeguate.

 

Qui trova ulteriori informazioni in merito al credito privato.


Redazione specializzata


« Panoramica di tutte le novità

Login

Annullare

Lei è un nuovo utente - Registrarsi

Password dimenticata?