Vacanza all'estero: assicurazione auto a noleggio

Chi viene in aiuto in caso di furto con scasso durante le ferie?


La libertà allo stato puro: Chiara e Paolo hanno noleggiato una macchina per fare il giro dell’Australia. Peccato che, proprio all’inizio, si presenta un inconveniente. Durante la notte qualcuno spacca il parabrezza dell’auto presa a noleggio e ruba le valigie dal sedile posteriore. I due si perdono un’escursione subacquea. E non si ritrovano nemmeno una prova in mano.

A prima vista sembra tutto a posto: in fin dei conti Chiara aveva selezionato l’assicurazione con la tariffa più alta per l’auto a noleggio. E infatti, come ci si aspettava, il danno provocato dalla rottura del parabrezza è coperto dall’assicurazione e già lo stesso giorno viene messa a disposizione un’auto sostitutiva. Solo che devono andare a prenderla da soli e la sede più vicina del noleggio auto è a 250 km. A causa di questo cambiamento di programma non riescono a imbarcarsi sulla nave sulla quale volevano trascorrere una gita di quattro giorni.

La gita: pagata a vuoto

La gita con immersione in realtà doveva essere il momento più bello del viaggio. Chiara e Paolo ci avevano anche speso parecchio: in tutto 1’200 franchi. Perderanno sia i soldi che la gita? Chiara si ricorda dell’assicurazione costi di annullamento, indicata nella polizza dell’assicurazione viaggi, peccato che il documento sia a casa nel cassetto. Non resta che cercare il numero su internet e chiedere: dato che Chiara e Paolo perderanno la gita per cause non dipendenti dalla loro volontà, l’annullamento è coperto. Presentando un rapporto della polizia verrano rimborsati loro i costi. Per sicurezza scrivono per filo e per segno come sono andate le cose e come mai la nave è partita senza di loro.

Il parabrezza rotto è coperto, ma le valigie rubate no

L’assicurazione dell’auto noleggiata si occupa nel frattempo dei danni all’auto: Paolo e Chiara sono felici che almeno di questo non devono preoccuparsi. Anche perché già sono molto preoccupati per le valigie rubate. Queste devono essere notificate separatamente: la ditta di noleggio auto li rimanda alla compagnia assicurativa americana, tramite cui è stata stipulata l’assicurazione bagagli per l’auto noleggiata. Solo questo è abbastanza difficile e la quantità di moduli che Paolo e Chiara devono compilare mette sempre più a dura prova la loro pazienza. A ciò si aggiunge il fatto che debbano presentare prove per ogni minimo dettaglio della storia, che loro non hanno. Tre mesi più tardi si capisce finalmente che il bagaglio lasciato in auto durante la notte non è coperto da assicurazione. La postilla è scritta in caratteri molto piccoli sulla polizza.

Entra in gioco l’assicurazione mobilia domestica

Per poter riavere indietro il valore delle loro cose, la coppia si rivolge alla propria assicurazione mobilia domestica. Grazie all’opzione in essa contenuta «furto semplice all’esterno» l’assicurazione si assume il danno senza fiatare. Guardando indietro sarebbe stato meglio segnalare subito il danno all’assicurazione mobilia domestica. Ma chi poteva immaginarsi che la loro pazienza venisse messa alla prova fino a tal punto?

Alla fine Chiara e Paolo riescono ad essere rimborsati per tutto ciò che hanno perduto. I danni all’auto, i costi per le valigie incluso il contenuto e la gita con immersione che avevano già pagato, ma alla quale non hanno potuto partecipare. La coppia è felice almeno di non averci rimesso in termini finanziari.

Il viaggio è continuato senza altri contrattempi, con la stessa sensazione di libertà, e con un po’ più di attenzione.

 

Prevenire è meglio che curare

  • Assistance persone, assicurazione costi di annullamento e copertura bagagli sono componenti che non dovrebbero mancare in un’assicurazione viaggi, a meno che il turista non sia assicurato contro questi rischi in altro modo. L’assicurazione costi di annullamento non va confusa con l’assicurazione annullamento viaggio, come abbiamo spiegato in un altro esempio: Frattura in vacanza e soggiorno prolungato – Che cosa copre l’assicurazione viaggi?
  • Conviene dare uno sguardo alla polizza dell’assicurazione mobilia domestica: è inclusa la voce «furto semplice all’esterno»? Se Sì, è incluso anche il bagaglio del viaggio e non c’è bisogno di assicurarlo di nuovo con l’assicurazione viaggi. Forse questo altro articolo può essere interessante: Il bagaglio è sparito – Che cosa copre l’assicurazione viaggi?
  • In caso di furto l’assicurazione ha bisogno di un rapporto della polizia. È bene quindi conservarlo con cura e annotare tutto ciò che ha a che fare con la storia: momento, luogo e singoli dettagli su come sono cambiati i piani del viaggio. Anche foto degli oggetti danneggiati o rubati possono essere utili. Se fosse necessario, in questo modo si può rispondere alle domande della polizia o dell’assicurazione e presentare prove certe.