Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Comparis

Menu

Salute e previdenzaPilastro 3aGlossario
Pilastro 3a

Prelievo anticipato per la proprietà d'abitazione

Una proprietà abitativa a uso proprio può essere finanziata tramite il denaro del pilastro 3a. Di seguito le possibilità esistenti:

a)     finanziamento di una proprietà abitativa ad uso proprio tramite prelievo anticipato o costituzione in pegno

b)      estinzione di un'ipoteca esistente

c)       ristrutturazione o rinnovo

a) Finanziamento di una proprietà abitativa ad uso proprio tramite prelievo anticipato o costituzione in pegno

Prelievo anticipato
Per acquistare o costruire una proprietà abitativa a uso proprio (casa, proprietà per piani, quota di partecipazione ad una cooperativa di costruzione di abitazioni) è consentito prelevare in anticipo il capitale del terzo pilastro. Non è previsto un importo minimo. Il prelievo di questo tipo è consentito una volta ogni cinque anni.

Il vantaggio di questa variante è l'imposizione fiscale ridotta dell'ipoteca, dal momento che in questo modo si riduce l'importo ipotecario e aumenta il capitale proprio.

Costituzione in pegno
È possibile costituire in pegno il capitale previdenziale a favore di un'ipoteca. In questo caso il capitale previdenziale rappresenta solo una sicurezza per il creditore e non viene pagato. A seconda del creditore, ciò consente un'ipoteca più alta o un tasso d'interesse ipotecario più basso.

Il vantaggio di tale variante consiste nel fatto che il denaro rimane sul conto e può fruttare senza imposizioni fiscali.

b) Estinzione di un'ipoteca esistente

Il capitale del terzo pilastro può essere utilizzato per l'ammortamento di un'ipoteca. Si distingue tra ammortamento diretto e indiretto

Ammortamento diretto
Con l'ammortamento diretto il beneficiario di un credito ritira il denaro dal terzo pilastro e lo paga direttamente al creditore. In questo modo si riduce l'importo ipotecario e i costi abitativi diminuiscono. Tuttavia, si riduce anche il tasso ipotecario deducibile fiscalmente. È possibile effettuare un prelievo una volta ogni cinque anni.

Ammortamento indiretto
Il beneficiario di un credito, in questo caso, non paga niente al creditore, ma investe regolarmente sul pilastro 3a (costituito in pegno). Il vantaggio di tale variante consiste nel fatto che il denaro rimane sul conto e può continuare a fruttare senza imposizioni fiscali.

c) Ristrutturazione o rinnovo

È possibile utilizzare il capitale previdenziale del terzo pilastro per determinati restauri o rinnovi della proprietà abitativa ad uso proprio. Tuttavia, non sono disponibili linee guida chiare in questo ambito. Perciò è consigliabile chiarire il prelievo anticipato con chi gestisce il il capitale previdenziale tenendo conto dei tempi necessari.

Ha già costituito una previdenza privata?

Prima inizia, meglio è.
Richiedere una consulenza senza impegno