Convertire la patente per guidare in Svizzera

Come ottenere una licenza di condurre svizzera


Con la vecchia patente di guida italiana è possibile guidare in Svizzera solo temporaneamente. Questa deve infatti essere convertita in una licenza di condurre svizzera nell’arco di un anno. Ma come si fa? Ecco tutte le risposte: dove convertire la patente, quali documenti devono essere presentati e quanto costa la procedura.

Quanto tempo vale la patente straniera?


 

Con la vecchia patente di guida italiana è possibile guidare in Svizzera per 12 mesi. Al massimo però dopo un anno dalla data ufficiale di ingresso, indicata sul permesso di soggiorno, si è tenuti a convertirla in una licenza di condurre svizzera. Di questa procedura si occupano gli Uffici della circolazione del cantone di domicilio.

Una volta scaduto questo termine, chi continua a circolare con la vecchia patente sulle strade svizzere, compie un'infrazione in quando il proprio documento non è più valido. Le conseguenze possono anche essere gravi, in quanto, a seconda del cantone, può essere necessario sostenere nuovamente l’esame di guida.

 

Importante da sapere

Purtroppo non si può conservare la vecchia patente; questa deve infatti essere rispedita all’ufficio della motorizzazione italiano che l’aveva emessa, dopo essere stata resa inutilizzabile con un taglio. Quindi, anche se le autorità svizzere registrano i dati, per sicurezza conviene conservare una copia della vecchia patente.

I documenti necessari per convertire la patente


 

Per convertire la patente italiana in una licenza di condurre svizzera è necessario presentarsi di persona all’Ufficio della circolazione stradale del proprio cantone con i seguenti documenti:

  • il modulo di richiesta compilato, in genere disponibile sul sito web dell’Ufficio della circolazione competente 
  • la vecchia patente straniera in corso di validità in originale
  • il libretto per stranieri, se in formato carta di credito è necessario in aggiunta l’attestazione di domicilio
  • una fototessera a colori
  • il certificato dell’oculista (conferma nel modulo di richiesta); costa circa 20 franchi
  • per le categorie di veicoli C1, C, D, D1 o per il trasporto professionale di persone (TPP) che corrisponde alla categoria 3 è necessario anche un certificato di buona salute.

 

La conversione della patente richiede una tassa che, a seconda del cantone, varia dagli 80 ai 140 franchi.