Disposizioni doganali per il trasferimento in Svizzera

Come trasportare le proprie cose oltre confine


Disposizioni doganali


Se si trasferisce il proprio domicilio in Svizzera, tutti gli oggetti che si trasportano, collezioni, animali, veicoli, che si possiedono da più di sei mesi, sono da considerare masserizie di trasloco. Ciò significa che queste cose devono essere dichiarate, ma possono essere introdotte in franchigia di dazio.

Al momento dell’ingresso in Svizzera si devono presentare all’ufficio doganale i documenti elencati sotto.

  • Modulo di richiesta per masserizie di trasloco compilato (vedere sotto).
  • Prova del trasferimento del domicilio (contratto di lavoro, contratto d’affitto, conferma di annullamento della registrazione nel comune precedente); i cittadini degli Stati dell’UE non devono presentare la garanzia di un permesso di soggiorno.
  • Una lista d’inventario approssimativa della propria mobilia domestica.

 

Conviene inoltre informarsi per tempo sulle disposizioni doganali per l’importazione di automoto e dei propri animali domestici.

Per ulteriori dubbi possono risultare utili le FAQ sulle masserizie di trasloco dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD).

 

Importante da sapere

Conviene preparare una lista della mobilia domestica, dei mobili e delle piante già quando si impacchettano questi oggetti. Quando si passa la dogana sono sufficienti indicazioni approssimative, ma conviene avere già una lista dettagliata per quando si dovrà poi stipulare l’assicurazione mobilia domestica.

Orari d’apertura delle dogane


In linea di massima le masserizie da trasloco possono essere registrate direttamente al momento dell’entrata e non si è obbligati a fornire informazioni sul proprio ingresso in Svizzera. Tuttavia è necessario rispettare gli orari d’apertura della dogana dove si prevede di transitare. La maggior parte delle dogane è aperta solo dal lunedì al venerdì, generalmente tra le 7:00 e le 17:00.

Alcuni uffici doganali sono aperti anche il sabato mattina.

Per informarsi sugli orari di apertura esatti e sui dati di contatto degli uffici doganali di proprio interesse si può consultare l’elenco degli orari d’apertura e indirizzi degli uffici doganali dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD).

Trasportare il proprio animale domestico in Svizzera


Ecco cosa fare se non si vuole lasciare il cane o il gatto in Italia. Gli animali domestici possono essere trasportati in Svizzera in franchigia di dazio, ammesso che siano rispettate le condizioni elencate sotto.

  • L’animale deve essere identificabile, ad esempio con un microchip o un tatuaggio.
  • Si deve presentare una prova di vaccino contro la rabbia.
  • Si deve essere in possesso di un passaporto europeo per gli animali da compagnia o di un documento di un altro Stato europeo riconosciuto dall’UE.
  • Dopo aver attraversato la dogana gli animali domestici non possono essere venduti.

 

Se si possiede un cane, dopo l’entrata in Svizzera, si deve registrare al comune di domicilio non solo sé stessi, ma anche il proprio amico a quattro zampe. Inoltre, il veterinario deve registrare il cane nella banca dati dei cani svizzera nel giro di 10 giorni.

 

Attenzione: il possesso di cani da combattimento è regolamentato a livello cantonale. Ci sono anche cantoni che vietano alcune razze. Conviene informarsi in merito presso l’ufficio veterinario competente.

 

Ulteriori informazioni in merito all’importazione di animali sono fornite dall’Amministrazione federale delle dogane (AFD) e dall’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria.

 

Importante da sapere

Conviene assicurare gli animali domestici. Far curare un cane o un gatto da un veterinario in caso di malattia o incidente può venire a costare tantissimo. Per trovare l’assicurazione più adatta al proprio caso si può utilizzare il confronto assicurazioni animali di comparis.ch.