Archivio comunicati stampa

  • Gli svizzeri spendono ogni anno fino a 22’560 franchi di troppo perché non sono informati sui costi sanitari

    Sono poche le persone che conoscono il sistema di cure e assistenza a domicilio: quattro quinti della popolazione non sanno infatti che si può percepire un assegno per grandi invalidi indipendentemente dal reddito o dal patrimonio. I pazienti e i loro familiari perdono così fino a 22’560 franchi all’anno. Questo è il risultato di un sondaggio condotto da Comparis e dall’Università di Lucerna. Tutto l'articolo ()

  • Sondaggio di Comparis: nel 2019 un terzo pagherà dal 6 al 15% in più per i premi dell’assicurazione malattia

    Secondo un’indagine tra gli utenti di Comparis, quasi la metà ritiene di poter risparmiare fino a 50 franchi al mese sull’assicurazione sanitaria di base. Tuttavia, nel 2019 un terzo pagherà dal 6 al 15% in più per i premi. Solo il 2% riduce l’onere dei premi di oltre 600 franchi. Quasi l’80% paga inoltre le fatture ogni mese e rinuncia a uno sconto che può arrivare fino al 2%. Soprattutto gli abitanti della Svizzera romanda e del Ticino non mostrano interesse per il carico dei premi malattia e ignorano l’importo che devono pagare nel 2019. Tutto l'articolo ()

  • Quali offerte SACD/Spitex sono disponibili e dove?

    comparis.ch ora aiuta anche a orientarsi nel complesso universo dei servizi di assistenza e cura a domicilio. Il nuovo confronto SACD/Spitex offre ai pazienti e ai loro familiari una rapida panoramica dei fornitori disponibili nelle vicinanze e della loro gamma di servizi. Tutto l'articolo ()

  • «Il problema non è la crescita dei costi totali, ma l’assicurazione di base eccessivamente regolamentata»

    Nel suo ultimo rapporto per il 2019 e il 2020, il Centro di ricerche congiunturali (KOF) del Politecnico federale (PF) prevede un aumento del 3,9% della spesa sanitaria in Svizzera in entrambi gli anni. Comparis avverte che il problema non è l’aumento complessivo dei costi, ma l’assicurazione di base eccessivamente regolamentata. Secondo Felix Schneuwly, esperto di assicurazione malattia presso Comparis, bisogna che le casse malati abbiano maggiore margine di manovra per implementare modelli di sconto volti a premiare meglio gli assicurati attenti ai costi e alla qualità; inoltre, invece di aumentare la burocrazia, occorre attuare in modo sistematico i criteri di efficacia, appropriatezza ed economicità che la legge richiede, così come la trasparenza nella qualità. Tutto l'articolo ()

  • A lavorare con maggior efficienza sono le casse malati Krankenkasse Luzerner Hinterland, Sumiswalder Krankenkasse e CSS

    Il servizio di confronto online comparis.ch conferisce il Premio efficienza per la sesta volta. Per la propria gestione la cassa malati più efficiente spende meno del 3% dei premi. Con un onere amministrativo del 2,9%, la Krankenkasse Luzerner Hinterland risulta la più efficiente. La Sumiswalder Krankenkasse si piazza al secondo posto con il 3,2%, mentre CSS si classifica terza con il 3,3%. Tutto l'articolo ()

  • 1,2 milioni di assicurati potrebbero ridurre i loro premi tra il 40 e il 53% nel 2019

    In Svizzera gli adulti pagano in media 4’715 franchi all’anno per l’assicurazione di base. Benché nel 2019 i premi della cassa malati aumenteranno in media solo dell’1,2%, 1,2 milioni di adulti potrebbero ridurre l’onere dei premi del 40% e oltre cambiando cassa malati, franchigia ed eventualmente modello assicurativo. Il Canton Appenzello Interno è in testa alla classifica con un potenziale di risparmio di oltre il 53%, ossia 2’264 franchi. Questi sono i risultati di un’analisi condotta dal servizio di confronto comparis.ch. Tutto l'articolo ()

  • «I modelli alternativi sovvenzionano sempre di più il modello standard»

    Secondo l’esperto di Comparis Felix Schneuwly, l’aumento mediamente basso dei premi dell’assicurazione malattia di base per il 2019, pari all’1,2 per cento, rispecchia soltanto in parte l’effettivo rialzo dei costi sanitari. Sussiste inoltre un grande squilibrio tra il modello standard e i modelli assicurativi alternativi. «Gli assicurati con modelli alternativi sovvenzionano sempre di più gli assicurati con il modello standard. È uno scandalo» afferma Schneuwly. Tutto l'articolo ()

  • «Calcolo dell’aumento dei premi medio: un passo atteso ormai da molto tempo»

    Il passaggio del calcolo dell’aumento dei premi dal premio standard al premio medio è per Felix Schneuwly, esperto di assicurazione malattia presso Comparis, un passo atteso ormai da molto tempo. L’esperto richiama tuttavia l’attenzione sul fatto che il basso aumento dei premi non rispecchia tuttavia l’aumento effettivo dei costi sanitari. Tutto l'articolo ()

  • Sondaggio di Comparis sulla comunicazione dei premi dell’assicurazione malattia di base per il 2019

    Lunedì l’Ufficio federale della sanità pubblica renderà noti i premi dell’assicurazione malattia di base per il 2019. La metà degli assicurati sarebbe disposta a cambiare cassa malati in caso di un aumento dei premi mensile di 25 franchi. A mostrarlo è un sondaggio online svolto tra più di 1500 utenti di Comparis in tutte le regioni della Svizzera. L’80 per cento dei partecipanti al sondaggio, tuttavia, stima troppo basso il potenziale di risparmio personale nell’eventualità di un cambio. Tutto l'articolo ()

  • Costi sanitari: gli svizzeri pagano di tasca propria più di tutti a livello mondiale e le assicurazioni complementari generano margini elevati

    In Svizzera il contributo privato ai costi sanitari è il più elevato al mondo e corrisponde quasi a quello dei premi dell’assicurazione di base: un terzo delle spese mediche è finanziato dagli svizzeri di tasca propria. Inoltre, nelle assicurazioni complementari – presso le quali al di sopra dei 50 anni è praticamente impossibile cambiare – gli assicuratori malattia registrano un tasso di sinistralità basso e di conseguenza margini di fatturato elevati. Ma il mercato rischia di crollare poiché le condizioni quadro della politica sanitaria cambiano rapidamente. È quanto dimostra lo studio di Comparis sul mercato delle assicurazioni malattia complementari, presentato a Berna il 28 agosto. Tutto l'articolo ()

 

Contatto

Relazioni con i media
Tel +41 44 360 53 91
E-Mail media@comparis.ch