Archivio comunicati stampa

  • Modelli alternativi: brutte sorprese in caso di falsa emergenza

    Prima di sottoporsi a un trattamento, gli assicurati con un modello alternativo devono rivolgersi a un fornitore di prestazioni mediche prestabilito. Fanno eccezione a questo obbligo i casi di emergenza. Ed è proprio in queste occasioni che le casse malati riservano trattamenti differenti ai loro assicurati: da un’analisi di Comparis emergono differenze significative in ciò che i vari assicuratori considerano un’emergenza, e che devono quindi rimborsare. Alcune compagnie assicurative si rifiutano addirittura di assumersi i costi del primo trattamento se effettuato senza aver consultato il punto di contatto definito contrattualmente. «I modelli assicurativi alternativi sono una buona soluzione, ma bisogna conoscere le regole e rispettarle», spiega l’esperto di assicurazione malattia di Comparis Felix Schneuwly. Tutto l'articolo ()

  • Cercasi disperatamente: appartamento grande e conveniente

    Più di un quarto degli affittuari in Svizzera ha intenzione di traslocare nei prossimi 12 mesi. Il motivo principale: la necessità di un appartamento più grande. Un’analisi di Comparis e Innofact mostra un grande divario tra i prezzi offerti e la disponibilità a pagare per gli appartamenti di 4 e più locali. In questo contesto si rileva una forte richiesta di abitazioni convenienti rispetto all’eccesso dell’offerta di immobili costosi. «L’attuale mercato immobiliare non risponde soprattutto alle necessità delle famiglie», avverte l’esperto immobiliare di Comparis Frédéric Papp. Tutto l'articolo ()

  • Anche nel 2020 oltre 1,2 milioni di assicurati potrebbero ridurre i loro premi di almeno il 40%

    Nel 2020 i premi dell’assicurazione malattia di base aumenteranno in media solo dello 0,2%. Ciò nonostante, cambiando cassa malati, franchigia e/o modello assicurativo, oltre 1,2 milioni di adulti potrebbero ridurre l’onere dei premi almeno del 40%. Si consiglia però cautela nel caso delle compagnie che offrono una riduzione dei premi: rispetto al prodotto più conveniente nella rispettiva regione di premi, gli assicuratori con la riduzione più marcata sono in parte pur sempre più care di oltre il 16%. Inoltre, nelle grandi città Helsana e CSS non rientrano tra gli assicuratori con le riduzioni più significative. Questo è quanto emerge da un’analisi del portale di confronto online comparis.ch. Tutto l'articolo ()

  • Nel nuovo Parlamento il progetto dei contratti pluriennali nell’assicurazione di base ha buone possibilità di essere approvato

    I candidati al nuovo Parlamento intendono promuovere la responsabilità individuale nel sistema sanitario e rafforzare la concorrenza: i contratti pluriennali nell’assicurazione di base non sono più un tabù. Sono soprattutto i giovani a sostenere i contratti pluriennali facoltativi in alternativa ai contratti annuali. Lo dimostra un sondaggio condotto da Kalaidos e Comparis tra i candidati alle elezioni federali del 2019. Tutto l'articolo ()

  • Ecco le casse malati più efficienti: CSS, Sumiswalder, Visana e Luzerner Hinterland

    Il servizio di confronto online comparis.ch conferisce il Premio efficienza già per la settima volta. La cassa malati più efficiente spende per la propria gestione meno del 3% dei premi. Con un onere amministrativo del 2,9%, la CSS risulta attualmente la più efficiente. Con il 3%, Visana e Sumiswalder Krankenkasse si collocano al secondo posto, mentre la vincitrice dell’anno scorso, Luzerner Hinterland, si classifica terza con il 3,1%. I fanalini di coda sono Sanagate con l’8,4% nonché Compact Versicherungen e Glarner Krankenversicherung con l’8,5% ciascuna. Tutto l'articolo ()

  • Per la prima volta i tassi di riferimento per le ipoteche a tasso fisso di dieci anni sono scesi al di sotto della fatidica soglia dell’1%

    Rispetto al trimestre precedente, i tassi di riferimento delle ipoteche a tasso fisso di dieci anni sono nuovamente scesi, scivolando addirittura per la prima volta sotto la fatidica soglia dell’1%. «Tuttavia, diversi segnali indicano che i tassi ipotecari stanno per toccare il fondo», osserva l’esperto di finanze di Comparis Frédéric Papp. Questo è quanto emerge dall’attuale Barometro Ipoteche di comparis.ch. Tutto l'articolo ()

  • «Cresce la volatilità di costi e premi»

    Nel 2020 i premi per l’assicurazione di base obbligatoria per gli adulti aumenteranno in media solo del 0,2%. A seconda della cassa e del modello, i premi possono addirittura diminuire. Tuttavia Felix Schneuwly, esperto di assicurazione malattia presso Comparis, lancia un avvertimento: «Anche se la propria cassa malati riduce i premi, non è un buon motivo per cantare vittoria. Di fatto, tendenzialmente vengono ridotti i premi superiori alla media, ma questi possono ancora essere di gran lunga più elevati dei premi più bassi.» Tutto l'articolo ()

  • Carenze nel sistema degli sconti nell’assicurazione di base provocano 3,1 miliardi di franchi di sovvenzioni trasversali

    Comparis ha presentato oggi nel corso di un breve convegno le gravi carenze degli sconti nell’assicurazione di base: soprattutto gli assicurati con modelli alternativi sovvenzionano gli assicurati con modelli standard, perché le casse malati non possono riconoscere loro completamente lo sconto di cui avrebbero diritto. «Gli assicuratori necessitano assolutamente di maggiore libertà di azione per poter promuovere l’assistenza integrata e stabilizzare così a lungo termine l’aumento dei costi», afferma l’esperto di assicurazione malattia di Comparis Felix Schneuwly. Tutto l'articolo ()

  • Livello record: in Svizzera oltre mezzo milione di persone è sovraindebitato

    Il sovraindebitamento degli svizzeri aumenta di anno in anno. Con una quota del 6,5% nel 2019, il numero di persone sovraindebitate non è mai stato tanto elevato. Infatti, dal 2016 questo numero è aumentato da 118’000 a 561’000 persone. Questo è quanto emerge da un’analisi condotta dal servizio di confronto online comparis.ch in collaborazione con l’agenzia di informazioni economiche CRIF. «Sempre più adulti ritengono che sia normale indebitarsi», avverte l’esperto di Comparis Michael Kuhn. Tutto l'articolo ()

  • In Svizzera più di un automobilista su due non ha mai cambiato assicurazione

    Nonostante i premi siano attualmente ai minimi storici, i detentori di veicoli svizzeri sono pigri quando si tratta di cambiare: nel 2019, infatti, solo il 4% ha scelto una nuova assicurazione indipendentemente dal cambio di veicolo. Più della metà non ha quindi mai cambiato assicurazione senza sostituire la propria auto. Il risultato emerge da un sondaggio rappresentativo di Comparis. Tutto l'articolo ()

 

Contatto

Relazioni con i media
Tel +41 44 360 53 91
E-Mail media@comparis.ch