Archivio comunicati stampa

  • Abitazioni simili, affitti molto diversi: a Ginevra una famiglia paga quasi il doppio che a San Gallo

    Nella città di San Gallo gli appartamenti in affitto sono sensibilmente meno cari che a Ginevra o a Zurigo. Infatti a San Gallo un appartamento di 4,5 locali costa quasi la metà o un terzo in meno. Questi sono i risultati di un’analisi dei prezzi indicati negli annunci delle dieci maggiori città svizzere su comparis.ch, il più grande mercato immobiliare online della Svizzera. Tutto l'articolo ()

  • Gli oppositori dei vaccini e le persone malinformate mettono a rischio la difesa immunitaria contro malattie potenzialmente letali

    Tra gli svizzeri tedeschi i veri e propri oppositori delle vaccinazioni raggiungono appena il 12,2%. E solo il 4,1% della popolazione non è vaccinato. Questo è quanto emerge da un sondaggio rappresentativo condotto da Innofact su incarico del portale di confronto online comparis.ch. «Tuttavia, il reale pericolo sta nella latente ignoranza in materia di vaccini», avverte Felix Schneuwly, esperto in sanità presso Comparis. Il 21,3% degli intervistati reputa infatti che non tutte le vaccinazioni di base siano necessarie. Tutto l'articolo ()

  • Gli offerenti svizzeri di crediti privati attirano i clienti con tassi di interesse «da richiamo» spesso illusori

    Non solo il range degli interessi di un credito privato proposto dai singoli offerenti è molto ampio, ma anche la valutazione della solvibilità dello stesso identico richiedente varia in modo considerevole. Un’analisi di comparis.ch mostra inoltre che persino a un cliente dall’ottima capacità di pagamento non viene generalmente offerto il tasso di interesse migliore. Tutto l'articolo ()

  • HypoPlus rafforza la sua presenza nella Svizzera romanda e in Ticino

    HypoPlus, servizio partner di Comparis, mira a un’ulteriore crescita nella Svizzera romanda e in Ticino. Inoltre, il team del mediatore ipotecario indipendente è stato rinforzato con nove consulenti ipotecari. Tutto l'articolo ()

  • I tassi ipotecari sfondano la soglia psicologica

    Per la prima volta i tassi di riferimento per le ipoteche a tasso fisso di cinque anni sono scivolati sotto l’1%. Anche le ipoteche a tasso fisso di dieci anni sono diventate ancora più economiche. Questi i dati che emergono dal Barometro Ipoteche di comparis.ch. Tutto l'articolo ()

  • Per 50 franchi gli svizzeri sarebbero disposti a fornire agli assicuratori i dati sulla loro salute

    Già il 9% degli svizzeri trasmette alle rispettive compagnie assicurative informazioni sulla propria salute rilevate mediante smartphone o fitness tracker. E il 70% prenderebbe in considerazione la possibilità di inoltrare tali dati al proprio assicuratore a fronte di una ricompensa di 50 franchi o più al mese. Questo è quanto emerge da un sondaggio rappresentativo condotto da Marketagent su incarico di comparis.ch. Tutto l'articolo ()

  • Oltre il 90% di differenza di prezzo nell’assicurazione obbligatoria di responsabilità civile auto

    Per l’assicurazione di responsabilità civile auto (RCA), le prestazioni sono prescritte dalla legge. Non lo sono però i prezzi: un’analisi di Comparis indica che vi sono differenze di premio fino al 91% circa. Gli assicuratori diretti sono generalmente meno cari, ma anche qui le differenze di prezzo sono del 25% a parità di prestazioni. Tutto l'articolo ()

  • Röstigraben: i romandi e i ticinesi fanno un uso nettamente maggiore della funzione Replay TV

    I romandi e i ticinesi guardano più Replay TV degli svizzeri tedeschi. Questo è quanto emerge da un sondaggio rappresentativo del servizio di confronto internet comparis.ch. Inoltre, le emittenti pubbliche rimangono le fonti più popolari di contenuti televisivi e radiofonici, davanti a YouTube e alle radio private. In più gli svizzeri preferiscono ancora guardare la televisione sui televisori nel loro soggiorno. Ed è qui che, tra l’altro, si consuma la maggior parte dei contenuti in streaming. Tutto l'articolo ()

  • Il portafoglio digitale acquista sempre più consenso tra gli svizzeri

    Il pagamento senza contanti, il cosiddetto mobile payment, fa passi da gigante, acquistando consenso soprattutto per le transazioni peer-to-peer, cioè tra persone private. Inoltre, un numero sempre più elevato di svizzeri crede che in futuro il pagamento tramite smartphone sarà la normalità. Questi sono i dati che emergono da un sondaggio rappresentativo di comparis.ch. Tutto l'articolo ()

  • Versamento massimo nel pilastro 3a: in alcuni cantoni sconveniente per il ceto medio-basso

    Con i tassi di interesse attualmente bassi, effettuare versamenti nel pilastro 3a conviene poiché questi possono essere dedotti dal reddito imponibile. Ciò però non vale per tutte le persone appartenenti al ceto medio-basso. Generalmente in questi casi il rendimento fiscale è inferiore rispetto a quello delle fasce di reddito più elevate. Inoltre, nonostante il versamento dell’importo massimo di 6’826 franchi, in alcuni cantoni il risparmio fiscale non arriva neanche a 1’000 franchi. Questo è il risultato di un’analisi di comparis.ch. «Piuttosto che impegnare il denaro fino all’età del pensionamento, per i risparmiatori sarebbe più conveniente investirlo nel pilastro 3b, liberamente accessibile», consiglia Frédéric Papp, esperto di finanze presso Comparis. Tutto l'articolo ()

 

Contatto

Relazioni con i media
Tel +41 44 360 53 91
E-Mail media@comparis.ch