Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Comparis

Menu

ImmobiliImposte alla fonte

Imposte alla fonte in Svizzera

Calcoli in pochi secondi l’importo delle tasse da pagare.

Reddito lordo (al mese)
Il suo cantone di domicilio

    Gli aspetti più importanti in sintesi

    I cittadini svizzeri pagano le tasse alla fine dell’anno. L’importo fiscale dovuto dai lavoratori stranieri (senza permesso C) viene versato ogni mese dal datore di lavoro direttamente alla fonte, per questo sono definite imposte alla fonte. Il datore di lavoro paga queste imposte direttamente alle autorità fiscali in Svizzera. Questo importo varia da cantone a cantone e può cambiare da un anno all’altro.

    Attenzione: i lavoratori dipendenti con un reddito lordo annuale superiore a 120’000 franchi devono pagare le imposte alla fonte, ma sono anche tenuti a compilare una la dichiarazione d’imposta una volta all’anno, in cui sarà tenuto conto delle imposte alla fonte già versate.

    Il calcolatore delle imposte alla fonte consente inoltre di calcolare l’aliquota fiscale per il luogo di domicilio desiderato in maniera semplice e di confrontarlo con quello di altri cantoni svizzeri.

    Avvincenti articoli del nostro Magazine

    ANALISI
    Gli introiti della tassa sui cani sono aumentati di oltre il 50% in dieci anni

    Negli ultimi dieci anni la tassa sui cani è aumentata di oltre la metà. Questo è quanto emerge da un’analisi di Comparis. Uster è la città che impone le tasse più alte.Avanti

    12.11.2019

    CONSIGLIO
    Dichiarazione d’imposta 2018: posso detrarre le mie spese sanitarie?

    Buone notizie per tutti i contribuenti: a determinate condizioni, le spese per il dentista e altri costi sanitari possono essere detratti dal reddito imponibile.Avanti

    26.03.2019

    ANALISI
    Dichiarazione d’imposta 2018: dove conviene pagare le imposte in anticipo?

    Banca contro amministrazione delle contribuzioni: considerando i tassi di interesse attualmente bassi, conviene metterli a confronto.Avanti

    08.03.2019

    Tutti gli articoli sul tema

    Altri temi che potrebbero interessarle

    • Confronto carte di credito

    • Credito privato

    • Ipoteca