L'angolo della stampa

  • Grande ottimismo per il 2020, nonostante i tassi di interesse negativi

    Nonostante lo spettro dei tassi di interesse negativi, gli svizzeri guardano al nuovo anno con ottimismo. Un terzo degli adulti crede che nel 2020 la propria situazione economica migliorerà: un numero che, negli ultimi quattro anni, non è mai stato così elevato. Questo è quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di comparis.ch. La persistenza dei tassi di interesse negativi preoccupa solo il 44% circa. «Evidentemente il tema del trasferimento dei tassi negativi ai conti correnti per molte persone è ancora fin troppo astratto, anche se quest’anno potrebbero esserne interessati anche i piccoli risparmiatori», afferma Michael Kuhn, esperto di finanze e consumi presso Comparis.
    Tutto l'articolo

  • Uno svizzero su quattro non sopporta il Natale

    In Svizzera, per una persona su quattro il Natale non è importante e il 22% non vuole nemmeno acquistare regali. Gli amanti del Natale, invece, non badano a spese: in occasione delle feste, circa la metà delle famiglie con un reddito fino a 4’000 franchi affronta spese aggiuntive impreviste. E non importa se c’è già un credito al consumo o una rata del leasing da pagare, o se è arrivato un procedimento esecutivo tra capo e collo: anche in situazioni del genere la propensione agli acquisti durante il periodo natalizio non è molto minore rispetto a quella di chi non ha particolari impegni finanziari. Questo è quanto emerge da un sondaggio rappresentativo di comparis.ch.
    Tutto l'articolo

  • «I nuovi clienti devono mettere in conto tassi di interesse negativi già a partire dal primo franco»

    La spirale negativa continua: secondo Comparis, i tassi di interesse per le ipoteche resteranno ai minimi storici. Ne beneficiano in particolare i titolari di un’ipoteca. «Nel 2020, tuttavia, alcune banche svizzere potrebbero introdurre tassi di interesse negativi per i nuovi clienti già a partire dal primo franco», avverte Frédéric Papp, esperto di finanze presso Comparis.
    Tutto l'articolo

Archivio

Links


Colofone redazione specializzata

 

Contatto

Relazioni con i media
Tel +41 44 360 53 91
E-Mail media@comparis.ch