Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Comparis

Menu

Credito e ipotecheIpotecheValutazione immobiliare: come procedere?
Immobile di proprietà

Valutazione immobiliare: come procedere?

25.11.2020

Foto: iStock/ Gremlin

Come capire se un immobile vale il prezzo di vendita? Comparis spiega come fare a stimare il valore di un immobile. Spesso chiedere l’aiuto di un consulente conviene.

  • Perché conviene far valutare un immobile?
  • Che cos’è il certificato CECE?
  • In che modo il certificato incide sul prezzo?
  • Far valutare un immobile da un agente immobiliare
  • Perché gli istituti finanziari verificano il valore dell’immobile?

Perché conviene far valutare un immobile?

Valutare il prezzo di vendita in base alle condizioni della casa

Acquistare una casa o un appartamento non è una cosa di tutti i giorni. Esistono diversi criteri di valutazione per determinare il valore di un immobile. Le condizioni dell’immobile sono un punto di partenza importante per le trattative sul prezzo e per il finanziamento successivo. Per questo è fondamentale verificare attentamente lo stato dell’immobile per capire quali lavori di ristrutturazione o risanamento è necessario effettuare.

Verificare lo stato energetico dell’immobile

L’impianto di riscaldamento e l’involucro edilizio degli immobili più vecchi hanno spesso bisogno di essere ristrutturati. È quindi importante informarsi sullo stato energetico dell’immobile. Nel migliore dei casi è disponibile un certificato CECE.

Che cos’è il certificato CECE?

Il Certificato Energetico Cantonale degli Edifici (CECE), uniforme in tutta la Svizzera, valuta la qualità dell’involucro dell’edificio e la sua efficienza energetica complessiva. Il certificato permette quindi di capire quanto è sostenibile un edificio dal punto di vista del consumo energetico, tenendo anche conto degli impianti di riscaldamento e di quelli elettrici. Il CECE si basa sull’etichetta energetica ufficiale. Il CECE Plus contiene un rapporto di consulenza supplementare per le misure di ristrutturazione e risanamento. Il certificato CECE è di norma facoltativo. In alcuni cantoni, però, è obbligatorio in caso di passaggio di proprietà oppure di sostituzione dell’impianto di riscaldamento.

In che modo il certificato incide sul prezzo?

Il CECE contribuisce alla trasparenza sul mercato immobiliare. Il certificato documenta la classe energetica di un immobile ed è valido anche in caso di passaggio di proprietà. In questo caso il certificato energetico viene ceduto al nuovo proprietario dell’immobile. Il CECE rappresenta un utile strumento di valutazione per i futuri acquirenti: oltre a informarli sull'efficienza energetica dell’immobile permette anche di capire quali lavori di ristrutturazione è necessario effettuare. Se i lavori di ristrutturazione sono diversi, allora bisogna tenerne conto prima di stabilire il prezzo di vendita ufficiale.

Far valutare un immobile da un agente immobiliare

Prima di vendere un immobile è sempre possibile ingaggiare un agente immobiliare professionale che valuterà la sostanza immobiliare e il valore della proprietà. Con il suo aiuto sarà più facile individuare eventuali danni o punti deboli dell’immobile e capire quali interventi di ristrutturazione è necessario effettuare. E questo anche grazie alle sue ottime conoscenze relative alla situazione di mercato nella regione. L’agente immobiliare può stipulare un contratto sia con l’acquirente che con il venditore, a condizione che venga firmato un contratto di mediazione di indicazione. In caso di doppia mercede, ovvero in caso in cui il mediatore, contrariamente ai patti, avesse agito anche nell’interesse dell’altra parte, egli non potrà pretendere dal suo mandante né la mercede né il rimborso delle spese.

Perché gli istituti finanziari verificano il valore dell’immobile?

Di solito gli istituti ipotecari fanno una loro perizia per verificare il prezzo di vendita dell’immobile, ricorrendo al cosiddetto principio del valore minimo. Ciò significa che se il prezzo di acquisto è superiore a quello della perizia della banca, per ottenere il finanziamento l’acquirente deve disporre di più capitale proprio oppure (in caso di immobile a uso proprio) di più capitale previdenziale del 2o o 3o pilastro.

Articoli correlati

Inizio pagina

Newsletter

Per ricevere sempre le ultime novità sulle possibilità di risparmio e i consigli degli esperti in tema di salute, finanza e tasse.

Con la registrazione dichiaro di essere d'accordo con l'elaborazione dei dati in base alla Dichiarazione sulla protezione dati di comparis.ch.

comparis.ch
  • Tutto su Comparis

  • Media

  • Offerte di lavoro

Social Media
Lingue
  • DE
  • FR
  • IT
  • EN
  • Contatti
  • Protezione dati
  • Informazioni legali
  • Colofone

© 1996–2020 comparis.ch SA, Birmensdorferstrasse 108, 8003 Zurigo, +41 44 360 52 62