Apple

Perdita del primo posto: la Svizzera non è più il paese degli iPhone

STUDIO
|
smartphone Foto: Comparis

Tradizionalmente uno smartphone su due acquistato in Svizzera era di marca Apple – fino ad oggi. Ora infatti l’iPhone è sceso al secondo posto nella graduatoria degli smartphone più amati, soppiantato dai dispositivi Android. Questi sono i risultati di una ricerca di mercato del servizio di confronto internet comparis.ch.

La quota di mercato degli iPhone in Svizzera, che si era mantenuta costantemente sopra il 50% negli anni passati, è scesa al 41% (2016: 54%). La quota di smartphone Android, al contrario, è balzata dal 42% dell’anno scorso al 55% conquistando così il primo posto. Nel suo studio comparis.ch mirava a conoscere il tipo di smartphone (con sistema operativo Android o Apple) posseduto dagli svizzeri.

Jean-Claude Frick, esperto digitale di comparis.ch, spiega come mai a suo avviso i concorrenti Android hanno relegato il marchio cult di Cupertino al secondo posto: «Penso che la mancanza di innovazione nel design dei dispositivi abbia contribuito non poco a questo cambio delle preferenze. Mentre i display senza bordi sono diventati molto popolari tra gli apparecchi Android, il design degli iPhone è rimasto pressoché invariato nel corso degli anni. Da tempo gli utenti Apple attendono un rinnovamento concreto del design.

Un nuovo smartphone ogni due anni

La Svizzera resta la mecca degli smartphone. Il 93% degli svizzeri ne possiede uno, collocando il paese ai primi posti nel confronto internazionale. Quasi la metà degli utenti acquista un nuovo smartphone ogni due anni. In realtà questo ritmo non deriva da una reale esigenza, ma è dovuto più che altro alle promozioni dei gestori telefonici, come sostiene l’esperto digitale Frick: «In caso di prolungamento del contratto i provider sovvenzionano un nuovo dispositivo. Poiché la maggior parte dei contratti ha una durata di 24 mesi si è sviluppata una ciclicità biennale nell’acquisto di un nuovo smartphone.