RC e mobilia domestica

Con il buio arrivano gli scassinatori: ecco come proteggersi

CONSIGLIO
|
La stagione delle effrazioni all’imbrunire è arrivata: come si possono tenere gli scassinatori a distanza dalla propria casa? Fonte: iStock

La stagione fredda è ormai iniziata. E con essa anche la stagione di attività degli scassinatori: venendo buio più presto in inverno colpiscono con particolare frequenza in Svizzera. Ecco come migliorare efficacemente e con pochi accorgimenti la tutela di case e appartamenti.

Si verifica uno scasso ogni nove minuti nella Svizzera tedesca, francese o italiana. Quasi il 50 per cento di tutti i danni alla mobilia domestica è provocato da furti con scasso, come emerge da un’analisi di comparis.ch. Un danno per furto con scasso può costare in media all’assicuratore circa 8’400 franchi.

Autunno e inverno: alta stagione per gli scassinatori

In nessun’altra stagione si verificano in Svizzera così tanti furti con scasso quanto in autunno e in inverno, soprattutto perché viene buio prima. Ciò capita soprattutto alla luce protettiva dell’imbrunire, prima che le persone tornino a casa dal lavoro senza sospettare di nulla. Dopo il passaggio all’ora legale gli assicuratori svizzeri registrano un 20 per cento in più di furti con scasso.

In molti casi, tuttavia, sarebbe possibile evitare il sinistro senza dover equipaggiare la propria casa come Fort Knox. Per questo comparis.ch ha raccolto i consigli più utili contro furti con scasso, furti semplici e rapine.

I consigli più importanti per difendersi da un’effrazione

  • Prima di tutto è bene tenere presente che chi tutela adeguatamente la propria abitazione contro i furti, non solo vive in modo più sicuro, ma risparmia anche sui premi dell’assicurazione mobilia domestica.
  • In caso di assenza prolungata conviene chiedere ai vicini di svuotare la buca delle lettere oppure bloccare la consegna della posta per il periodo in cui non si è a casa. Nella ricerca di abitazioni vuote, infatti, i ladri sono sempre molto attenti a cassette postali stracolme.

  • Attenzione a nascondere la chiave: i ladri guardano sempre sotto agli zerbini, nelle cassette dei pacchi e nei vasi di fiori.

  • Occhio ai segni sospetti sulle pareti o sulle porte. Tramite questi segnali in codice i criminali comunicano tra di loro. Una «X», ad esempio, significa: sono in corso i preparativi per un furto, immobile ricco.

  • Se si osserva qualcosa di sospetto o se addirittura si colgono i ladri in flagrante, si deve avvertire il più in fretta possibile la polizia al numero 117. «Meglio una volta di troppo che troppo tardi», consiglia la «Guida della polizia per la sicurezza». Una cosa importante però è non agire di propria iniziativa!

  • Installare nell’appartamento interruttori a tempo, lampade intelligenti e simulatori di TV: la luce che si accende all’improvviso spaventa e dà l’impressione che ci sia qualcuno in casa. Molti malintenzionati si lasciano intimidire già da segnalatori di movimento all’entrata di casa, sulla terrazza o in garage. È tuttavia opportuno assicurarsi che la luce si accenda a intervalli non regolari, in quanto numerosi scassinatori osservano le case per lungo tempo e scoprono con rapidità se c’è davvero qualcuno a casa o se si tratta invece di un interruttore a tempo. Per questo è le lampadine intelligenti o pacchetti completi per smart home sono un’ottima soluzione in quanto si possono controllare con semplicità tramite app ovunque ci si trovi.

  • Far controllare la serratura da un esperto: per i criminali molte serrature sono talmente facili da aprire che per loro sono come porte aperte.

Chi paga i danni di un furto con scasso?

In genere per i danni causati da effrazioni entra in gioco l’assicurazione mobilia domestica. Le assicurazioni distinguono il furto con scasso dal cosiddetto “furto semplice in casa”: quando lo scassinatore per introdursi nell’appartamento rompe un vetro o forza la serratura, si tratta di un furto con scasso. Questo tipo di danno è compreso nella copertura di base dell’assicurazione mobilia domestica, che rimborsa il valore a nuovo degli oggetti rubati e danneggiati. I gioielli e i contanti sono però di regola coperti soltanto fino a un determinato importo.

L’assicurazione mobilia domestica paga anche i danni indiretti dovuti allo scasso: serratura scassinata, finestra rotta e simili.

Attenzione: è importante ricordarsi di adeguare il capitale assicurato nell’assicurazione mobilia domestica in modo da essere assicurati a sufficienza in caso di furto semplice o con scasso. Di tanto in tanto conviene anche cambiare offerente oppure fare almeno un confronto dell’assicurazione mobilia domestica. A seconda dei casi è infatti possibile risparmiare alcune centinaia di franchi all’anno.