Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Assicurazioni

Comparis

Menu

Credito e ipotecheCredito privatoChe cos’è un credito

Che cos’è un credito? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Come sono regolati in Svizzera i crediti per i privati? Chi concede crediti? E quali organizzazioni sono coinvolte nel processo? Comparis fa chiarezza.

Panoramica:

  • Quali sono le varie tipologie di credito?
  • Definizione di «credito»
  • Chi concede crediti a privati in Svizzera?
  • Come funziona il processo di credito?

Il credito in breve

Per «credito» si intende la prestazione che un creditore fornisce a un beneficiario del credito; nei crediti a privati si tratta di in un prestito di denaro. I crediti vengono concessi in base a termini definiti in precedenza (costi e condizioni, ad esempio per il rimborso) e sono limitati nel tempo. In generale si distingue tra crediti garantiti da pegno e crediti in bianco (non garantiti).

La concessione di un credito è solitamente un processo che coinvolge due parti: il beneficiario del credito prende in prestito la somma di denaro ed è quindi il debitore. Il creditore è il soggetto che accorda il prestito. Esistono varie tipologie di creditori: nella maggior parte dei casi si tratta di istituti parabancari.


Quali sono le varie tipologie di credito?

Fondamentalmente, i criteri per classificare i crediti sono due:

  • Il beneficiario del credito è un’azienda o un privato?
  • Il credito è garantito da pegno o non è coperto da garanzie?

I crediti aziendali si distinguono in crediti di esercizio a breve termine e crediti d’investimento a lungo termine.

Alcuni tipi di credito per i privati, invece, sono:

  • Ipoteche (garantite da un immobile)
  • Crediti lombard: prestiti di valori patrimoniali facilmente convertibili in liquidità, spesso titoli (garantiti)
  • Prestiti
  • Crediti di conto corrente (limiti di scoperto)
  • Carte di credito e carte cliente
  • Crediti peer-to-peer
  • Credito privato

Nell’ambito dei crediti privati si distingue poi tra le seguenti tipologie:

  • Credito al consumo: un credito privato che rientra nel campo di applicazione della legge sul credito al consumo
  • Microcredito: un termine d’uso comune a cui però non corrisponde una definizione precisa
  • Crediti a destinazione vincolata per formazione o aggiornamento: Crediti Splendit per formazione (non rientrano nella LCC)
  • Per il perfezionamento professionale: Cashgate CAREER
  • Per rinnovare un immobile

Sono invece semplici promesse di marketing:

  • I «crediti online», con cui si intende uno svolgimento (per gran parte) digitale della procedura per la richiesta. In realtà si tratta di un semplice credito privato o credito al consumo.
  • Credito immediato: uno slogan di marketing spesso impiegato da istituti poco seri. Considerato l’obbligo di sottoporre ad attenta verifica i beneficiari dei crediti, in Svizzera non sono disponibili crediti immediati.

Credito privato: definizione e fondamenti giuridici

A seconda del tipo di credito, si applicano normative e prescrizioni formali diverse. Un accordo per un prestito tra privati è valido senza formalità (senza contratto) ed è regolato dalla legge federale sulla esecuzione e sul fallimento (LEF).

Per la concessione e l’approvazione di crediti al consumo, invece, bisogna tenere presenti alcune importanti disposizioni di legge o direttive delle varie parti in causa:

  • La legge federale sul credito al consumo (legge sul credito al consumo, LCC)
  • Per attuare l’articolo 36a LCC: la «convenzione sulla pubblicità» come base per l’autoregolamentazione dei membri dell’associazione Finanziamento al consumo Svizzera.
  • L’ordinanza concernente la legge sul credito al consumo (OLCC), in cui il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) definisce i tassi d’interesse massimi per i crediti al consumo.
  • Si parla di concessione del credito anche nella legge federale contro la concorrenza sleale LCSl.
  • I creditori, poi, in quanto intermediari finanziari sono soggetti alla legge sul riciclaggio di denaro LRD.
  • La Centrale svizzera d’informazione per il credito al consumo (IKO) istituita dal legislatore.
  • La Centrale per informazioni di credito (ZEK), vale a dire la centrale rischi per informazioni sulla solvibilità ricavate dalle operazioni di credito che coinvolgono persone fisiche e giuridiche.

Le caratteristiche principali di un credito privato

  • Importo del credito: l’importo di denaro prestato sotto forma di credito.
  • Tasso d’interesse annuo effettivo: il tasso d’interesse annuo effettivo dev’essere indicato nel contratto di credito al consumo. Include i costi del credito privato in una percentuale annua e deve tenere conto di tutte le spese legate al credito. Se questo non è possibile, i costi si devono presentare separatamente.
  • Durata dell’ipoteca: il termine concordato entro cui si deve rimborsare il credito. In Svizzera gli istituti di credito offrono durate da 6 a 120 mesi. Più lunga è la durata, più alti sono i costi del credito. Buono a sapersi: in Svizzera, il beneficiario del credito ha il diritto di pagare in qualsiasi momento più di quanto concordato o di estinguere anticipatamente il contratto di credito ripagando l’intero importo. In questo modo si riducono i costi.
  • Rimborso/ammortamento: i costi del credito risultano dall’importo del credito stesso, dalla durata e dall’interesse. Sommando l’importo del credito ai costi del credito si ottengono i costi complessivi. Tali costi complessivi vengono poi suddivisi in rate mensili per la durata stabilita. Tutte le rate mensili sono composte da spesa per interessi di ammortamento. All’inizio della durata, la componente relativa agli interessi nella rata mensile è al livello massimo.

Quando conviene scegliere un credito e quando no?

Spesso si opta per un credito quando ci sono cambiamenti nella propria situazione personale. Può essere, ad esempio, un acquisto necessario o a lungo desiderato: l’auto è rotta o si sceglie di realizzare un sogno tenuto a lungo nel cassetto senza utilizzare i propri risparmi.

In generale, un credito conviene:

  • Per superare problemi finanziari a breve termine.
  • Se c’è un immediato bisogno di capitale aggiuntivo e non è quindi possibile risparmiare.
  • Per acquistare beni durevoli come un’auto o mobili.
  • Come investimento nel proprio futuro, ad esempio per un corso di perfezionamento professionale.
  • Per chi ha un reddito stabile e non vuole impiegare il patrimonio che ha accumulato.

Poco o per nulla indicati sono invece i crediti:

  • In caso di problemi economici strutturali, che un credito non farebbe altro che rinviare.
  • Per prodotti non durevoli o attività di tempo libero come una vacanza.
  • Per finanziare prodotti o consumi nettamente al di sopra delle proprie possibilità economiche, e a cui si può anche rinunciare.
Maggiori informazioni sul credito auto

Maggiori informazioni sul credito per i mobili

Chi concede crediti in Svizzera?

In Svizzera si distingue tra concessione di credito professionale e non professionale.

Istituti finanziari, istituti di credito, banche: in Svizzera, la maggior parte dei creditori professionali che concedono finanziamenti ai privati sono banche. A seconda dei casi si tratta di banche universali, unità commerciali separate all’interno di banche, banche di credito specializzate o veri e propri istituti di credito.

Servizi di crowdlending: nel settore dei crediti privati, aziendali e immobiliari si registra ogni anno un forte aumento dei volumi di credito gestiti da piattaforme di crowdlending, che svolgono un servizio di intermediazione tra creditore e beneficiario del credito. I creditori sono privati o investitori istituzionali (aziende). Questo tipo di piattaforma non concede direttamente crediti, e tuttavia è soggetto alla legge sul credito al consumo per quanto riguarda i crediti privati.

Intermediari di credito: gli intermediari di credito sono persone fisiche o giuridiche (privati o società) che, professionalmente, fanno mediazione per contratti di credito privato. Non concedono quindi crediti, ma offrono consulenza ai clienti in merito alle loro possibilità e svolgono il processo di credito tra banca e beneficiario. L’esempio di Credaris, servizio partner di Comparis, spiega come funzionano e quali vantaggi offrono i servizi di un intermediario di credito.

I prossimi passi:

Calcolare il limite massimo di credito
Scoprire a quanto ammonta il credito che si può ottenere in base alla legge sul credito al consumo.

Confrontare il mercato
Fare un confronto del range dei tassi e delle caratteristiche dei vari istituti di credito attivi in Svizzera.

Richiedere un credito
Chi ha già scelto di optare per un credito, può andare direttamente alla richiesta.


I criteri importanti per il credito al consumo

Definizione dei tassi d’interesse e dei costi del credito

Mediante un’approfondita verifica della capacità creditizia, il creditore stabilisce se e a quale tasso d’interesse offrire un credito.

Tutte le spese direttamente collegate a un credito devono essere incluse nel tasso d’interesse annuo effettivo. Oltre alle rate mensili stabilite nel contratto non possono quindi insorgere altre spese. Sono esclusi da questo conteggio eventuali oneri amministrativi aggiuntivi, ad esempio per solleciti o estratti conto supplementari. Anche le eventuali assicurazioni dei crediti facoltative sono solitamente indicate a parte.

Importo massimo e minimo per un credito in Svizzera

In Svizzera, l’importo del credito va da 1’000 a 250’000 franchi, in rari casi anche oltre questo limite. La somma possibile varia a seconda dell’istituto di credito. I crediti da 500 a 8’000 franchi sono considerati crediti al consumo e sono soggetti alle relative disposizioni contenute nella specifica legge in materia.

Durate

In Svizzera, la durata del credito va da 6 a 120 mesi. I creditori offrono durate massime diverse. Se un credito ha una durata inferiore a 3 mesi, non rientra nel campo di applicazione della legge sul credito al consumo.

Verifica della solvibilità

Prima della concessione di un credito si effettua un’attenta verifica del richiedente. Per i crediti al consumo, la legge prevede una valutazione della capacità creditizia. Negli articoli sui criteri per la concessione di un credito e sulla verifica della capacità creditizia sono disponibili maggiori informazioni al riguardo.

Il diritto di revoca per i crediti al consumo secondo la LCC

La legge sul credito al consumo è pensata per tutelare chi beneficia di un credito. In questo senso, la legge prevede un diritto di revoca che permette di recedere dal contratto entro 14 giorni. Per questo i crediti al consumo si versano solitamente 14 giorni dopo la stipula del contratto, allo scadere di questo termine di attesa. I crediti che non rientrano nella definizione del credito al consumo, invece, si possono versare senza tener conto di questo termine.

Per chi vuole richiedere un credito

La concessione del credito in Svizzera è fortemente regolamentata per tutelare gli interessi dei consumatori. I creditori si devono attenere a regole ferree quando concedono un finanziamento, e già quando prendono in esame le richieste di credito applicano un’ampia gamma di regole e criteri propri. Come forma di protezione dai tentativi di frode, questi parametri non sono pubblici. È quindi possibile solo in parte valutare la possibilità di ottenere un credito presso un determinato istituto. Circa il 50% delle richieste di credito viene respinta.

Credaris, un servizio partner di Comparis, si occupa di confrontare le varie offerte per i suoi utenti e indica quale offerente concederebbe più probabilmente un credito e a quali condizioni. Con una richiesta di credito gratuita e non vincolante si possono aumentare di oltre il 50% le possibilità di ottenere un credito rispetto a una richiesta diretta all’offerente.


Inviare una richiesta di credito

La concessione del credito è vietata se causa un eccessivo indebitamento (art. 3 LCSI).

Inizio pagina

Newsletter

Per ricevere sempre le ultime novità sulle possibilità di risparmio e i consigli degli esperti in tema di salute, finanza e tasse.

Con la registrazione dichiaro di essere d'accordo con l'elaborazione dei dati in base alla Dichiarazione sulla protezione dati di comparis.ch.

comparis.ch
  • Tutto su Comparis

  • Media

  • Offerte di lavoro

Social Media
Lingue
  • DE
  • FR
  • IT
  • EN
  • Contatti
  • Protezione dati
  • Informazioni legali
  • Colofone

© 1996–2021 comparis.ch SA, Birmensdorferstrasse 108, 8003 Zurigo, +41 44 360 52 62