Crediti privati

Credito privato: le informazioni principali in sintesi

INFO
|
La scelta di un credito privato dipende dalla situazione personale. Foto: iStock

Dall’acquisto di mobili nuovi all’imminente ristrutturazione della casa di proprietà fino al finanziamento della nuova auto: con un credito privato si possono soddisfare i bisogni più svariati. Ma cos’è esattamente un credito privato e cosa dovrebbero sapere in merito i beneficiari? 

La Legge sul credito al consumo (LCC) definisce il credito privato, detto anche credito al consumo o piccolo credito, come un prestito con interessi:

  • di importo compreso tra 500 e 80’000 franchi;
  • di durata superiore a tre mesi;
  • non coperto da garanzie depositate;
  • usato esclusivamente per scopi privati.

Se si contrae un prestito per investimenti professionali o commerciali, che riguardano ad esempio la propria azienda, non si può quindi parlare di credito privato.

I crediti privati possono essere suddivisi approssimativamente in due categorie: i crediti offline, in cui il beneficiario si reca presso la filiale della banca scelta, e i crediti online stipulati via Internet. Oggi gli istituti finanziari spesso offrono entrambe le opzioni. Inoltre, i privati hanno ora la possibilità di concedere prestiti ad altri privati tramite piattaforme di credito online (il cosiddetto crowdlending).

Quanti svizzeri ricorrono al credito privato?

I crediti privati in Svizzera riscuotono più successo di quanto si potrebbe supporre. A fine 2016 risultava che nella Centrale per le informazioni sul credito erano registrati 375’909 crediti privati in essere per un volume complessivo di quasi 7,1 miliardi di franchi. In un sondaggio rappresentativo condotto da comparis.ch nel 2017 è emerso inoltre che uno svizzero su tre ha già acceso un credito di questo tipo una volta nella vita. Secondo questo sondaggio i motivi principali della richiesta di un credito sono il finanziamento di un veicolo e il superamento di periodi di ristrettezze finanziarie, soprattutto in seguito all’arrivo di fatture inattese. Da alcuni anni, tuttavia, la richiesta di crediti privati in Svizzera è in calo.

Infografico sul volume di crediti privati in CHF e sul numero di crediti privati in corso e nuovi.

Quando è opportuno ricorrere a un credito privato?

Un credito privato può essere una scelta opportuna o meno a seconda della situazione personale. I vantaggi e gli svantaggi devono essere ponderati accuratamente di caso in caso. È importante che la richiesta di finanziamento sia commisurata al reddito. In linea di massima i crediti privati servono in particolar modo a: 

  • comprare un bene durevole, per esempio un’auto o una cucina; in questi casi la durata del credito dovrebbe essere comunque inferiore al ciclo di vita dell’oggetto;
  • superare fasi temporanee di ristrettezze finanziarie;
  • convertire o riscattare un credito in essere se in questo modo si possono ridurre i costi degli interessi;
  • finanziare un corso di formazione o di perfezionamento se non si riescono a trovare altri finanziatori.

In quali casi non è indicato un credito privato?

Il credito privato è una soluzione meno adatta per beni di consumo e acquisti di breve durata. In casi come questi si impiegherebbe più tempo a saldare il credito che a beneficiare del bene così acquistato. Dopo anni ci si troverebbe ancora a pagare per un desiderio esaudito in passato. Quindi non è consigliabile pagare vacanze e matrimoni con crediti privati perché la gioia e il piacere connessi durerebbero molto meno rispetto al pagamento. 

Quanto conta la solvibilità?

Ogni richiesta di credito viene vagliata attentamente. Fondamentale è la valutazione dell’affidabilità creditizia e della solvibilità del potenziale beneficiario del credito. In questo contesto viene valutata la probabilità con cui il richiedente sarà in grado di ripagare puntualmente il credito. Il credito viene concesso solo in caso di sufficiente solvibilità.

Durante la verifica della solvibilità si prendono in esame l’intera situazione finanziaria del richiedente così come determinati fattori di rischio quali l’età, la nazionalità, il permesso di soggiorno e la frequenza con cui si cambia domicilio e posto di lavoro. È importante ricordare che i crediti sono concessi solo a persone maggiorenni che esercitano un’attività lucrativa con un reddito regolare. Spesso uno dei requisiti richiesti è anche la residenza in Svizzera. Inoltre, gli analisti di credito raccolgono informazioni sulla solvibilità presso gli uffici delle esecuzioni e le banche dati esterne. È estremamente difficile ricevere un credito privato in caso di esecuzioni in corso o se in passato al richiedente è già stato rifiutato un credito. 

Indipendentemente dalla decisione di fondo sull’accettazione o sul rifiuto della richiesta di credito, la solvibilità è fondamentale anche per determinare l’ammontare degli interessi: più alta è l’affidabilità creditizia, più basso è il tasso d’interesse da pagare. Gli interessi dipendono però anche da altri fattori, come la somma di credito, la durata e lo scopo del credito. Attualmente in Svizzera i tassi d’interesse per i crediti privati variano dal 4,5% al massimo stabilito dalla legge pari al 10%.

La solvibilità tuttavia svolge un ruolo importante non solo per i tassi d’interesse, ma anche per la somma di credito. Una banca potrebbe non approvare l’intero credito se sussistono fattori di rischio. Questa evenienza può verificarsi anche nel caso in cui il reddito consentirebbe la richiesta di un credito più elevato.

Come ci si può proteggere dalle trappole dei truffatori?

Le seguenti misure aiutano chi vuole accendere un credito a proteggersi dalle trappole più frequenti dei truffatori.

Attenzione alle pubblicità ingannevoli: esistono offerenti che pubblicizzano tassi inferiori al 5% per attirare potenziali clienti. Solo di rado però i crediti vengono effettivamente concessi poiché la maggior parte dei potenziali beneficiari non possiede la solvibilità necessaria. Un tasso del 4,5% per esempio è un’opzione disponibile solo per chi possiede un’abitazione di proprietà. I tassi d’interesse per i crediti privati in Svizzera oscillano solitamente tra il 7,9% e il 9,9%. È consigliabile effettuare un confronto presso un offerente indipendente o avvalersi di una consulenza esterna.

Valutazione corretta della propria solvibilità: tutte le richieste di credito privato rifiutate in Svizzera sono registrate presso la Centrale per le informazioni sul credito (ZEK), dove restano archiviate per due anni. Queste informazioni sono consultabili da tutti i concessionari di credito professionali, motivo per cui, in caso di un credito rifiutato, è molto più difficile riuscire a ottenerne uno altrove. Ecco perché è importante valutare correttamente la propria solvibilità in anticipo. 

Scegliere durate più lunghe: la LCC prevede che i beneficiari di un credito possano in qualsiasi momento rimborsare il prestito anticipatamente. In questo caso gli interessi ancora da pagare non sono più dovuti. Poiché nella ZEK vengono notificati anche i ritardi nei pagamenti, è meglio scegliere un credito di lunga durata ed eventualmente saldare il debito in anticipo. In parole povere, quanto più a lungo dura il credito, tanto più costa. Pertanto si consiglia caldamente di pagare un credito privato il più velocemente possibile e di non estenderne inutilmente la durata. 

Evitare offerenti poco seri: le persone interessate a un credito dovrebbero tenersi alla larga da offerenti che richiedono pagamenti anticipati, pubblicizzano crediti immediati o sono disposti a concedere un credito senza una preventiva verifica della solvibilità. Tutto ciò è vietato dalla LCC. 

Non usare il credito per pagare altri debiti: non è consigliabile contrarre un credito se con esso si devono pagare debiti esistenti o se il bilancio familiare è regolarmente in rosso. Questa scelta porterà a un peggioramento della situazione nel medio e lungo periodo. 

Conclusione

Un credito privato può essere un tipo di finanziamento interessante per superare un breve periodo di difficoltà economica o esaudire un desiderio di lunga data. Per effettuare una scelta ottimale del credito, i beneficiari dovrebbero tuttavia valutare prima la propria situazione finanziaria in maniera realistica e confrontare tra loro le varie offerte nel dettaglio.