Credito privato: requisiti e fattori di rischio

Criteri per accendere un credito privato


Succede spesso che, mentre un credito è in corso, cambino le circostanze per la persona che lo ha stipulato, oppure che cambino le condizioni di mercato. In questi casi conviene controllare se sia o meno possibile ottenere un credito più conveniente.

Affinché la richiesta di credito vada a buon fine, devono essere soddisfatti determinati requisiti. Altrimenti la richiesta viene rifiutata. E questo a sua volta comporta registrazioni negative nella banca dati della solvibilità e rende più difficile l’eventuale concessione di un credito anche in futuro.

Il primo presupposto è la capacità creditizia in base alla Legge sul credito al consumo (LCC). La legge prevede che un credito possa essere concesso solo se il creditore è in grado di pagare le rate facendo ricorso alla parte non pignorabile del reddito. Inoltre, il beneficiario del credito deve essere nella condizione di poter ripagare il credito comprensivo di interessi nell’arco di 36 mesi.

Le banche di credito svizzere tengono conto anche di altri criteri.

Quando si pianifica una rinegoziazione (riscatto del credito esistente e sostituzione con uno a interessi minori) è importante prima avere un paio di informazioni importanti.

Alimenti

Molte banche ritengono che gli alimenti non siano una voce di reddito, perché non sono pignorabili oppure lo sono solo parzialmente. Anche chi paga gli alimenti rappresenta un rischio maggiore in termini di credito, perché questi devono essere pagati anche se il cliente si trovasse a guadagnare meno.

Età

I minorenni non possono ricevere credito. Le banche sono di solito piuttosto contenute quando si tratta di concedere crediti ai giovani perché i rapporti finanziari spesso sono instabili e le perdite maggiori. Inoltre, la concessione di credito ai giovani è una tematica delicata (indebitamento giovanile).
Vi sono inoltre spesso anche limitazioni sull’età massima a cui può essere concesso un credito, per cui i crediti agli anziani sono piuttosto difficili.

Permesso di soggiorno

Qualora la persona che richiede il credito non abbia la cittadinanza svizzera, la possibilità di ricevere un credito dipende dal permesso di soggiorno.
La maggior parte degli istituti di credito accettano senza problemi il permesso C.
In caso si disponga di un credito B di solito si passano in rassegna anche altri criteri. La concessione di un credito è in genere possibile solo 6 mesi dopo la data di rilascio del permesso, talvolta con l’applicazione di interessi più alti. Ciò succede a causa del pericolo di rimpatrio, che è statisticamente abbastanza alto.  Altro dettaglio da tenere a mente è che presso alcune banche il credito deve essere ripagato entro la scadenza del permesso B, quindi le rate risultano più alte.
Spesso invece non vengono accettati del tutto i permessi G e L.

Esecuzioni / Recupero crediti

Non riceve nessun credito chi si ritrova esecuzioni in corso, pignoramenti nei tre anni precedenti o atti di carenza di beni nei cinque anni precedenti, oppure ha dichiarato fallimento nel corso degli ultimi 10 anni. Anche coloro che sono stati soggetti a esecuzioni saldate, vengono classificati come un rischio maggiore dalle banche. La stessa cosa vale quando nelle banche dati del recupero crediti sono state registrate notifiche di recupero per un determinato cliente.

Svolgimento di un’attività lavorativa

Riceve un credito solo chi ha un reddito e chi ha superato almeno il periodo di prova presso il nuovo datore di lavoro. Chi non è impiegato da molto tempo presso il proprio datore di lavoro si trova in situazione di svantaggio. Ha invece una solvibilità più elevata chi lavora già da tempo presso lo stesso datore di lavoro ed è impiegato a tempo indeterminato. Per chi lavora in via temporanea, da libero professionista o è impiegato a ore vengono applicati spesso interessi maggiori. Sono inoltre problematici quei clienti che lavorano su provvigione o dimostrano di avere un reddito molto variabile.

Chi lavora sulla base di provvigioni e dimostra di avere un reddito molto variabile viene classificato come rischio maggiore rispetto a chi invece ha un reddito regolare e regolamentato.

Informazioni sul credito

Anche qualora si abbia una valutazione negativa presso la Centrale per informazioni sul credito (ZEK) è spesso difficile ricevere crediti in Svizzera. Molti offerenti pubblicizzano tassi molto bassi. Per riceverli, però, è necessario soddisfare criteri aggiuntivi.

  • Tipo di credito

In genere le offerte vantaggiose sono avanzate nell’ambito di nuovi contratti. Per aumentare il credito presso lo stesso istituto finanziario è quindi necessario considerare tassi d’interesse più alti.

  • Uso previsto

A seconda dello scopo del credito i tassi d’interesse possono essere diversi. Ad esempio i crediti per il finanziamento di un veicolo vengono concessi con condizioni più vantaggiose, rispetto ai crediti per libero utilizzo.

  • Importo del credito

Il minimo richiesto per ottenere tassi d’interesse convenienti varia da istituto a istituto.

  • Stipendio minimo

Spesso per tassi d’interesse vantaggiosi viene richiesto anche un reddito minimo.

Il nostro consiglio:

In caso di incertezze sui criteri, gli esperti del credito di Credaris sono a disposizione per aiutarvi a scegliere il migliore offerente di credito. Credaris è un servizio partner di comparis.ch.

Trovare il credito migliore


Richiesta di offerta personalizzata

Credaris, un servizio partner di comparis.ch, confronta tutti gli istituti e trova l’offerta migliore per lei.

Richiedere offerta


Altri temi che potrebbero interessarle