Imposte

Detrazioni: 10 consigli per ridurre l'onere fiscale

INFO
|
Piccoli accorgimenti per risparmiare: grazie alle deduzioni nella dichiarazione d’imposta. Foto: iStock / BrianAJackson

Ecco come risparmiare sulle tasse: bicicletta, sostentamento, premi assicurativi e simili possono essere detratti dal reddito imponibile.

Se e quanto si possa dedurre dal reddito imponibile è sempre oggetto di grande incertezza. I consigli seguenti possono risultare utili ai lavoratori dipendenti per l’anno fiscale 2017.

Importante: si tratta di consigli di carattere generale che non tengono conto di possibili differenze cantonali. In caso di dubbi l’ufficio delle contribuzioni competente offre consulenza.Per ulteriori informazioni sulle principali deduzioni può consultare la nostra pagina relativa alla dichiarazione d’imposta.

  • Costi di trasporto

    I costi per il tragitto tra casa e posto di lavoro possono essere detratti. A partire dall’anno fiscale 2016, tuttavia, si può scaricare solo un importo pari a 3’000 franchi. Generalmente le autorità fiscali riconoscono i costi per un abbonamento ai trasporti pubblici, una bici o un motorino. I costi per chi va a lavoro in auto possono essere detratti solo in casi eccezionali: ad esempio se la fermata più vicina è troppo distante dalla propria abitazione o dal luogo di lavoro dista (ca. un chilometro) oppure se con l’auto si risparmia davvero molto tempo (ca. un’ora). Possono inoltre detrarre i costi dell’auto le persone che non sono in condizione di utilizzare il trasporto pubblico.

  • Sostentamento

    Se durante la pausa pranzo non si può andare a casa, gli impiegati possono far valere una cifra forfettaria. Per l’imposta federale diretta e nel cantone di Zurigo questa cifra ammonta a 3’200 franchi all’anno pari a 15 franchi per giorno lavorativo. Se il datore di lavoro offre cibo a prezzo ridotto, la cifra si riduce a 1’600 franchi quindi a 7.50 franchi per giorno lavorativo.

  • Premi assicurativi

    I premi dell’assicurazione malattia, come anche le uscite per l’assicurazione infortuni, sulla vita e per la pensione sono detraibili. Tuttavia ci sono dei limiti massimi. Nel caso dell'imposta federale diretta ad esempio il limite massimo è posto a 1’700 franchi per i premi assicurativi, in caso di persone sposate e di unioni domestiche registrate la quota arriva a 3’500 franchi.

  • Donazioni

    Il denaro devoluto a organizzazioni e istituzioni che perseguono esclusivamente scopi di pubblica utilità o di interesse collettivo possono essere indicati per la detrazione. L’importo detraibile versato in donazioni non può superare il 20 per cento del reddito netto.

  • Previdenza

    Anche il denaro versato nel pilastro 3a può essere detratto. Per il l’anno fiscale 2017 la quota massima consentita per la detrazione per gli impiegati ammonta a 6’768 franchi. Il risparmio fiscale può essere calcolato cliccando qui. Sono detraibili inoltre i versamenti nel secondo pilastro.

  • Costi per la salute

    Se i costi per la salute pagati di tasca propria superano una determinata quota del reddito possono essere detratti. Tra questi rientrano anche i costi per le cure dentistiche. I limiti di solito sono piuttosto alti: nella maggior parte dei cantoni sono fissati infatti al 5 per cento del reddito netto. Vi sono detrazioni anche per i costi supplementari a seguito d'invalidità.

  • Interessi di credito

    Aiutano a ridurre l’onere fiscale anche gli interessi di ipoteche e credito privato, ma non costi di leasing e rimborsi (ammortamenti).

  • Se i figli vengono accuditi da terzi

    È possibile detrarre dal reddito imponibile i costi di una mamma diurna o dell’asilo per l’assistenza ai figli. I genitori possono detrarre i costi comprovabili fino a un importo massimo. Per l'imposta federale diretta questo importo ammonta a 10’100 franchi all'anno.

  • Detrazione forfettaria

    er i figli e persone a carico i contribuenti possono dichiarare una detrazione sociale. Per l'imposta federale diretta questo importo ammonta a 6’500 franchi all'anno.

  • Alimenti e costi di sostentamento

    Anche gli alimenti e i costi di sostentamento per gli ex-partner e per i figli possono essere detratti. I contributi per il mantenimento dei figli (alimenti) possono essere detratti fino al mese compreso in cui il figlio diventa maggiorenne.

In molti cantoni la dichiarazione d’imposta deve essere consegnata entro fine marzo. Questa scadenza può essere posticipata richiedendo per tempo una proroga. È sufficiente presentare all’Ufficio delle contribuzioni competente l’apposito modulo di richiesta con relativa motivazione.

Per sapere quante tasse si pagherebbero in un altro cantone, è sufficiente cliccare sul link seguente.