Leggi e diritti

Sensori di controllo della pressione degli pneumatici: a partire dal 1° novembre obbligatori in Svizzera

ATTUALITÀ
|

Il legislatore fa pressione: a partire dal 1° novembre tutte le auto nuove in Svizzera devono essere dotate di un sistema di controllo della pressione degli pneumatici. In realtà però i sensori non sono tutti uguali.

Se la pressione degli pneumatici non è sufficiente non solo si consuma più benzina, ma il rischio di incidenti aumenta. Per questo motivo gli automobilisti in passato rischiavano una denuncia se viaggiavano con pneumatici poco gonfi.

I sensori della pressione degli pneumatici dovrebbero aiutare gli automobilisti solo a mantenere sempre sotto controllo la pressione dell’aria. Dal 1° novembre entra in vigore in Svizzera e nell’UE una disposizione che va in questo senso e che vale per tutte le utilitarie.

Come funzionano i sistemi di controllo della pressione degli pneumatici?

C’è un sistema di misurazione diretto e uno indiretto: nel sistema diretto, chiamato anche attivo, i sensori misurano direttamente la pressione dell’aria dello pneumatico in quel preciso istante. Tramite la rete, questo dato viene trasmesso subito al cruscotto e risulta sempre visibile per l’automobilista alla guida.

Il sistema indiretto, chiamato anche passivo, indica il numero di giri di ruota e segnala le modifiche. Anche i sistemi ABS e ESP utilizzano sensori già in dotazione. Come funziona? Se la pressione dello pneumatico scende, la circonferenza di rotolamento della ruota diminuisce e di conseguenza aumenta il numero dei giri. Il sensore riconosce così la perdita di pressione.

Questo sistema indiretto è quello montato più di frequente nelle vetture nuove. Infatti, è il sistema chiaramente più economico ed è in tutto e per tutto conforme alle disposizioni di legge. Tuttavia, secondo il TCS, è peggiore rispetto al procedimento di misurazione diretto della pressione. Nel secondo caso, infatti, un’eventuale perdita di pressione viene indicata con un certo ritardo.

Il nostro consiglio è di continuare a misurare regolarmente in prima persona la pressione dell’aria al distributore. In questo modo si evitano incidenti e si risparmiano costi. Se manca la pressione dell’aria, infatti, aumenta il consumo di benzina e gli pneumatici si consumano più velocemente. In genere le gomme perdono 0,1 bar al mese.

Esempio: se la pressione degli pneumatici diminuisce di 0,5 bar, ciò equivale a 0,3 litri di benzina in più su 100 chilometri.

Gli pneumatici da inverno devono essere dotati di sensori?

Solo in caso di sistema di controllo degli pneumatici diretto. Il sistema di misurazione indiretto funziona infatti senza sensori di pressione dell’aria. Le ruote di riserva non devono essere dotate di sensori.

Devo equipaggiare la mia auto?

No. Il sistema di controllo della pressione degli pneumatici è obbligatorio solo per i veicoli nuovi che vengono immessi sul mercato svizzero a partire dal 1° novembre 2014. I veicoli importati negli ultimi periodi dispongono già di sensori per il controllo della pressione degli pneumatici.

Quanto costa equipaggiarsi con il sistema?

Il sistema di controllo costa 300 franchi circa. A ciò si aggiungono costi ulteriori per il cambio delle gomme e per il cambio di equipaggiamento delle gomme da inverno con sensori aggiuntivi. Per sensore sono da considerare inoltre da 100 a 200 franchi per il montaggio.

Nel complesso si possono quindi considerare costi pari a circa 1000 franchi.

La batteria dei sensori resiste per 100’000-150’000 chilometri. Poi deve essere cambiato tutto il sensore perché cambiare la batteria e basta per il momento non è possibile.

Quale sensore per la pressione degli pneumatici mi serve?

Domandate presso il rivenditore auto della vostra marca, presso il rivenditore di gomme oppure guardate direttamente su internet sul sito www.reifendrucksensor.info (in tedesco).