UFSP – Ufficio federale della sanità pubblica


L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) fa parte del Dipartimento federale dell’interno (DFI). In qualità di autorità nazionale è responsabile, insieme ai 26 cantoni, della sanità pubblica e dell’elaborazione della politica della sanità svizzera, compresi la gestione e lo sviluppo delle assicurazioni sociali malattia e infortunio. In quanto autorità di vigilanza per l’assicurazione di base obbligatoria l’UFSP controlla e approva i premi annuali proposti dagli assicuratori.

Funzioni

L’UFSP vigila sugli assicuratori che offrono le assicurazioni di base, in modo da controllare se le casse malati applicano correttamente la legge federale sull’assicrazione malattie (LAMal) e verificare la situazione finanziaria delle casse. Per questo motivo le assicurazioni malattia sono tenute a presentare all’UFSP i loro bilanci, i conti annuali e i premi per l’anno successivo. Spetta poi all’UFSP approvare i premi, che di conseguenza saranno validi solo a partire da quel momento.

Sul piano internazionale l’UFSP rappresenta la Svizzera per questioni sanitarie, nei confronti degli altri stati e delle organizzazioni internazionali.

Sul piano nazionale l’UFSP, insieme ai cantoni, vigila sulla salute della popolazione e svolge il ruolo principale nell’elaborazione della politica sanitaria nazionale. Le funzioni dell’UFSP sono molteplici. L’UFSP è responsabile, tra l’altro, per le seguenti tematiche.

  • La gestione e lo sviluppo delle assicurazioni sociali malattia e infortunio. L’UFSP definisce quali prestazioni devono essere incluse nell’assicurazione malattia obbligatoria e vigila sulle assicurazioni sociali malattia e infortunio. Tra questo rientra anche l’approvazione dei premi delle casse malati, che vengono verificati soprattutto in relazione alla sicurezza finanziaria dell’assicuratore, alla copertura dei costi e al rispetto delle disposizioni normative.
  • La sorveglianza delle malattie trasmissibili in Svizzera. In relazione a ciò l’UFSP emana le disposizioni necessarie.
  • I programmi nazionali, ad esempio per la lotta contro le dipendenze (tabacco, alcol, droghe illegali), per la promozione di stili di vita sani (alimentazione e attività fisica, salute e ambiente) oppure realtivi all’HIV/Aids.
  • Emanazione e controllo di prescrizioni legisative in materia di protezione dei consumatori (in partifcolare a livello di derrate alimentari, prodotti chimici, farmaci, cosmetici e oggetti d’uso).
  • Emanazione della disciplina legislativa per la formazione e il perfezionamento professionale di medici, dentisti, farmacisti e veteriniari e per il rilascio dei corrispondenti diplomi federali.

 

Cenni storici

Le prime casse malati furono fondate già a inizio del 19 secolo.

Nel 1893 il Parlamento fondò l’UFSP. L’occasione per la fondazione dell’Ufficio della sanità, come si chamava all’epoca, era stata l’introduzione della libera circolazione delle professioni sanitarie. Il nuovo ufficio doveva introdurre diplomi federali per medici e farmacisti. Altre funzioni rilevanti erano lotta alle epidemie e il controllo dei generi alimentari. Si trattava quindi di mansioni che l’UFSP svolge ancora oggi, alle quali, poi, nel corso degli anni se ne sono aggionte altre (vd. sopra).

Nel 1911 è entrata in vigore la legge sulla malattia e gli infortuni, che è rimasta la base legale per l’assicurazione malattia fino alla sua sostituzione, negli anni Novanta, con l’attuale legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal).

La LAMal è stata approvata con una votazione popolare nel 1994 ed è entrata in vigore due anni più tardi. La nuova legge prometteva un effetto di ammortizzazione dei costi e la garanzia di una previdenza medica di base accessibile a tutti e di alta qualità.

Secondo la LAMal tutte le persone con domicilio in Svizzera devono stipulare un’assicurazione di base con una cassa malati.

 

Il calcolatore premi dell’UFSP: priminfo.ch

Da ottobre 2011 l’UFSP gestisce su priminfo.ch un proprio calcolatore dei premi. L’obiettivo è quello di sostituire il vecchio confronto delle casse malati, non più capace di dare una visione d’insieme, e di offrire funzioni simili a quelle che comparis.ch mette a disposizione da anni. L’obiettivo che si era prefissato autonomamente l’UFSP era un confronto dei premi “analogo a Comparis”. Tale obiettivo però non è stato raggiunto: priminfo.ch non offre infatti una procedura automatica di ordinazione delle offerte. È proprio l’automatizzazione, però, a far risparmiare alle casse malati i costi di amministrazione. Gli utenti adesso devono compilare nuovamente i propri dati sul sito web delle casse malati e qui sono anche esposti agli interessi di vendita delle casse stesse.