Assicurazione complementare

Assicurazione complementare: 5 importanti domande e risposte

INFO
|
Quali tipi di assicurazioni complementari esistono e quale fa al caso mio? Qui trova le risposte alle sue domande.

Milioni di svizzeri proteggono la propria salute attraverso assicurazioni complementari. A causa del vasto numero di offerte corredate da miriadi di clausole, molti assicurati si sentono spersi. comparis.ch offre le risposte alle principali domande.

La maggior parte degli assicurati contro le malattie si sarà già posto almeno una volta la fantomatica domanda: oltre all’assicurazione di base obbligatoria devo anche stipulare un’assicurazione complementare? E se la risposta è positiva, quale?
In fondo le casse malati offrono supplementi a bizzeffe le cui prestazioni non di rado si differenziano da un assicuratore all’altro. Il principio potrebbe risultare banale, eppure non lo è: ciascuna persona dovrebbe analizzare nel dettaglio di cosa ha veramente bisogno e di cosa no.

Assicurazione di base e complementare: dove sta la differenza?

L’assicurazione di base è obbligatoria per tutte le persone che abitano in Svizzera e le prestazione sono definitive per legge e uguali presso tutte le casse malati. La copertura di base garantisce un’assistenza medica di livello qualitativamente alto e dovrebbe essere sufficiente, in modo da non rendere necessaria un’assicurazione complementare per la copertura dei costi di una medicina efficace, appropriata ed economica. La cassa malati ha l’obbligo di accettare qualsiasi assicurato senza porre alcuna riserva. Al contrario le assicurazioni complementari aumentano il comfort e la flessibilità in caso di malattia e offrono prestazioni aggiuntive che non sono coperte dall’assicurazione di base. Le compagnie assicurative non sono soggette all’obbligo di accettazione, richiedono che si compili un questionario sulla salute e possono presentare riserve.

Quali assicurazioni complementari vengono offerte?

Esiste una molteplicità di assicurazioni complementari ambulatoriali: servizi in ambito di medicina complementare (anche chiamata medicina alternativa), maternità, prevenzione (tra cui partecipazione ai costi per abbonamenti a centri fitness), emergenze, all’estero, occhiali, servizi odontoiatrici e di ortodonzia, costi di salvataggio e trasporto, medicamenti e mezzi ausiliari nonché psicoterapia tramite psicologi senza formazione medica.
Molto diffuse sono le assicurazioni complementari ospedaliere per le degenze stazionarie in reparto semiprivato o privato in camera doppia o singola. I pazienti vengono operati con trattamento privilegiato dal primo assistente, dal primario o da un medico indipendente. Un'assicurazione complementare ospedaliera per il reparto comune in tutta la Svizzera copre i costi che si presentano se un trattamento nell’ospedale desiderato è più caro rispetto a quello in un ospedale del proprio cantone, se il trattamento viene offerto nel cantone di domicilio.

Quale assicurazione complementare fa al caso mio?

La cosa fondamentale è chiarire le proprie esigenze e, in funzione di queste, analizzare le offerte degli assicuratori. Questo aspetto è ancora più importante se si considera che spesso i supplementi sono disponibili soltanto come pacchetto di prestazioni con varie coperture. Un tale pacchetto ha senso per gli assicurati soltanto se la combinazione delle prestazioni scelte soddisfa in modo ottimale le loro esigenze.

Posso stipulare un contratto presso diverse casse malati?

Non tutti sanno che le assicurazioni di base e complementare non devono essere stipulate per forza presso la stessa cassa malati. Se questo però è il caso, gli assicurati possono cambiare senza difficoltà cassa malati per l’assicurazione di base. In certi casi è possibile che l’assicurato perda uno sconto sulle assicurazioni complementari, anche se bisogna considerare che il risparmio sui premi grazie a un cambio compensa di gran lunga la perdita dello sconto. Confrontare i premi conviene.

Che cosa bisogna tenere presente in caso di disdetta e di cambio?

Importante: dato che le casse malati possono presentare riserve, gli assicurati desiderosi di cambiare la propria assicurazione complementare dovrebbero dare la disdetta solo nel momento in cui hanno già ricevuto la conferma di accettazione dalla nuova cassa senza riserve.
Attenzione: la disdetta per la maggior parte delle assicurazioni complementari deve pervenire alla cassa malati entro la fine di settembre e non alla fine di novembre come per l’assicurazione di base. Conviene quindi confrontare subito. Alcune assicurazioni complementari hanno scadenze per la disdetta più lunghe e altri termini di disdetta. Determinanti sono le informazioni presenti sulla polizza. Qui raccolti in una lista trova i termini di disdetta dei principali assicuratori.

 

Novità: su comparis.ch ora è possibile confrontare i premi per le assicurazioni complementari in combinazione con l’assicurazione di base.