Sicurezza

Dalla testa ai piedi: l’equipaggiamento più sicuro per i motociclisti

CONSIGLIO
|
Per una sicurezza ottimale un casco su misura non è sufficiente. Foto: iStock.com/Kesu01

Sia che si viaggi in città o per i monti, l’abbigliamento di protezione è di importanza vitale per chi va in moto. In questo articolo abbiamo raccolto i consigli principali sull’equipaggiamento di protezione. Risparmiare non conviene: un buon equipaggiamento di base costa intorno ai 1’000 franchi.

Viaggiare in moto rappresenta per molti una sensazione di libertà. Tuttavia, la probabilità di incidente è sette volte maggiore rispetto a quando si viaggia in auto. Anche solo per questo è opportuno fare attenzione alla qualità quando si sceglie l’equipaggiamento. Cosa non deve mancare assolutamente: casco, guanti, stivali speciali, giacca e pantaloni appositi e fascia lombare.

Casco

In Svizzera e in Europa il casco per viaggiare in moto è obbligatorio. La protezione migliore viene offerta dai caschi cosiddetti integrali, che sono dotati sia di protezione per il mento sia di visiera. Il casco deve poter essere aperto con una mano e adattarsi in maniera ideale alla forma della testa dell’individuo. Sono pratici i caschi con interno sostituibile e che può anche essere lavato. Dopo una caduta il casco deve essere cambiato. I caschi di buone marche possono essere acquistati a partire da 300 franchi.

Guanti

Dato che per riflesso, in caso di caduta, le mani sono la prima parte del corpo a subire l’impatto con il terreno, conviene procurarsi guanti rinforzati o in pelle. Questi devono essere in grado di proteggere dalle abrasioni perché in caso di incidente di solito le mani sono le più esposte alle ferite. Importante è anche un sostegno per il polso. Meglio scegliere un modello molto aderente alle dita, piuttosto che uno troppo largo o troppo lungo. Man mano che si indossano, i guanti tendono ad allargarsi. Già a partire da 80 franchi si trovano guanti di buona qualità.

Stivali

Se è vero che gli stivali da cowboy sono meglio delle infradito, bisogna comunque fare attenzione: solo gli stivali appositi da motociclista, infatti, con gambali alti e con parti rinforzate, offrono una vera e propria protezione. Buone scarpe sono importanti per evitare conseguenze spiacevoli durante gli incidenti, ad esempio se la moto cade sulla gamba.

In caso di incidente in moto il rischio di ferirsi alla gamba è il più alto. La cosa migliore è che le scarpe si attacchino direttamente ai protettori dei pantaloni da moto. Gli stivaletti che non arrivano sopra le caviglie offrono una protezione nettamente inferiore e non sono consigliabili. Già a partire da 150 franchi si trovano prodotti di buona qualità.

Giacca e pantaloni

L’abbigliamento deve proteggere durante una caduta ed evitare che il corpo abbia freddo durante la guida. Generalmente le giacche e i pantalone da motociclista sono di pelle o di materiale tessile resistente alle abrasioni. La pelle offre la migliore protezione contro le abrasioni e maggiore aderenza, i vestiti in materiale tessile sono più comodi e proteggono meglio contro la pioggia.

Un tessuto comune per l’abbigliamento protettivo è Cordura 500, una fibra di nylon che talvolta viene rafforzata con kevlar, altamente resistente agli strappi. L’abbigliamento protettivo di buona qualità è dotato di protettori su spalle, gomiti, avambracci, ginocchia, stinchi.

L’ideale è un completo da motociclista, quindi una tuta composta da un pezzo unico giacca e pantaloni senza cuciture divisorie. In un completo con due parti separate, la giacca e i pantaloni dovrebbero essere collegati da una cerniera per non scivolare in caso di caduta. Le cuciture rappresentano uno svantaggio se si cade: in ogni caso le cuciture protettive sono da preferire a quelle classiche, perché in caso di caduta possono aprirsi. Un completo in pelle è acquistabile a partire da 700 franchi, mentre in tessuto a partire già da 500 franchi.

Fascia lombare

Una fascia lombare dà calore e protezione. Inoltre, gli organi nella zona del ventre sono compressi, riducendo il pericolo di ferite. Ci sono anche fasce lombari collegate con una protezione per la schiena. Quest’ultima è preferibile rispetto a una protezione per la schiena incorporata nella giacca, perché arriva fino al coccige.

Gilet protettivo

Invece di portare un completo con protettori integrati c’è anche la possibilità di usare un gilet protettivo. Questo deve essere attillato e fissato con velcro o con una cintura. In questo modo anche l’abbigliamento protettivo più vecchio può essere dotato di protettori.

Proprio con l’abbigliamento in tessuto che scivola più facilmente della pelle, un gilet protettivo è importante. Nonostante ciò si dovrebbe fare attenzione a portare sopra vestiti con materiale resistente alle abrasioni. Oltre al gilet si trova in vendita anche abbigliamento intimo con protettori. Un gilet protettivo è acquistabile a partire da 130 franchi, mentre i pantaloni con protettori si trovano da 70 franchi.

Protezione contro la pioggia

Se si programma un giro di più di un giorno si deve mettere in conto che il tempo può cambiare e quindi conviene essere attrezzati anche in caso di pioggia. L’abbigliamento impermeabile dovrebbe essere colorato o comunque chiaro per migliorare la visibilità su strada. Le cerniere rendono più agili i movimenti e fanno sì che il completo rimanga aderente. Un completo da pioggia si trova a partire già da 70 franchi.

In ogni caso è importante che l’abbigliamento protettivo stia bene e sia comodo. Solo così può offrire anche protezione ottimale. 

 

Conclusione

Anche quando si parla di assicurazione moto, il giusto equipaggiamento fa la differenza. I motociclisti che non si proteggono in modo adeguato e trascurano l’abbigliamento da moto rischiano un caso di negligenza grave. Rinunciare a indossare una giacca o pantaloni da moto non è una scelta ideale, ma comunque non così grave come mettersi in sella in costume e infradito e avere un incidente. In tal caso si può addirittura incorrere in un reato, anche se con differenze. Le assicurazioni infatti giudicano diversamente la guida in costume da bagno se si viaggia in autostrada o su una strada con 30 km all’ora di limite.