Internet

Alexa: semplificami la vita!

INFO
|
Comando vocale: una funzione veloce, comoda e di tendenza. Foto: iStock

Il riconoscimento vocale si fa largo nella nostra vita quotidiana, ad esempio per la gestione degli elettrodomestici o per la fruizione di informazioni e musica. E su tutti spicca Alexa. Ora l’assistente vocale intelligente di Amazon può anche leggere ad alta voce le novità di comparis.ch in ambito immobiliare. Peccato solo che Alexa non parli ancora italiano!

Anche se per molte persone sembra insolito parlare con una macchina senz’anima, dopo gli inizi un po’ stentati di Siri & Co., i programmi stanno ora producendo risultati decisamente notevoli. Mentre nel 2012 il tasso di errore per il riconoscimento vocale era ancora intorno al 30%, i sistemi stanno ora raggiungendo valori del 5%. Nemmeno l’essere umano ascolta e capisce meglio di così.

Il controllo vocale è comodo. Ma il vantaggio decisivo è dato dalla velocità. Gli esperti stimano che l'essere umano parla fino a sette volte più velocemente di quanto scrive. La nostra voce mette in ombra la tastiera e lo schermo tattile. In più, gli assistenti digitali a comando vocale stanno diventando sempre più intelligenti e imparano le preferenze personali dei loro utenti attraverso la lingua. In questo modo diventano un pratico aiuto quotidiano e un giorno potranno persino ordinare la pizza preferita dal ristorante di fiducia.

Dallo smartphone alla smart home

Considerando questi scenari futuri, non stupisce che il mercato dei sistemi di comunicazione vocale sia così conteso. Da molto tempo ormai, non è solo una questione di gestire smartphone e computer, ma soprattutto di equipaggiare e gestire una «smart home». Questa tendenza è conosciuta anche con il termine di domotica. Ci sono, ad esempio, lampadine collegate in rete la cui intensità può essere regolata tramite comando vocale. Ma anche termostati degli impianti di riscaldamento, tende, sistemi di allarme, frigoriferi e forni a comando vocale sono sempre più presenti sul mercato. Già oggi gli assistenti vocali per la vita domestica sono molto apprezzati e diffusi, come l’app «Bring!», in tedesco e inglese, con cui gli utenti possono compilare a voce la loro lista della spesa. 

Alexa, fammi sentire Ed Sheeran!

Inoltre, gli assistenti vocali digitali possono anche richiamare servizi informativi basati sul web. Il più conosciuto è l’Alexa Voice Service, il software di riconoscimento vocale di Amazon. Questo sistema intelligente è anche compreso, tra l’altro, negli altoparlanti firmati Amazon come l’Echo Dot. Una volta che la scatolina rotonda è stata collegata alla rete domestica, l’assistente vocale intelligente è pronto a reagire alla parola di attivazione. Se quindi l’utente pronuncia «Alexa» in combinazione con il rispettivo comando vocale, l’assistente riproduce musica, notizie attuali o l’orario di partenza del prossimo treno. L’Echo Dot di Amazon è il dispositivo più piccolo tra gli assistenti domestici di Amazon. Per adesso Amazon non spedisce il dispositivo in Svizzera, che, tuttavia, può essere acquistato presso vari rivenditori svizzeri (vai al confronto prezzi di Comparis). Altra lacuna è nelle lingue che Alexa "conosce": finora solo tedesco e inglese.

I rivali di Alexa

Non da ultimo nell’ottica dello shopping online, Amazon cerca di far entrare Alexa in quante più case possibili attraverso i dispositivi Echo. I concorrenti come Cortana di Microsoft e Siri di Apple sono al momento un passo indietro. Come parte integrante dell’altoparlante «Invoke» di Harman Kardon, attualmente Cortana è disponibile solo negli USA, mentre Apple lancerà sul mercato il suo box Siri «HomePod» solo quest’anno.

Un serio concorrente per Alexa è invece l’assistente virtuale a comando vocale «Google Assistant», che sarà presto disponibile in sistemi audio di JBL, Onkyo o Sony e che da fine 2017 esiste anche in lingua italiana. L’altoparlante «Google Home» è disponibile sul mercato svizzero dall’autunno scorso, ma, anche in questo caso, solo in tedesco, inglese e francese. La sua specialità è la gestione degli appuntamenti personali. «Amazon sa cosa mi piacerebbe comprare, ma nell’insieme Google mi conosce meglio» afferma Jean-Claude Frick, esperto digitale di comparis.ch. A suo parere, prima o poi gli assistenti vocali soppianteranno gli smartphone. «Perché dovrei scomodarmi ad aprire il cellulare quando invece posso gestire a voce le chiamate, gli appuntamenti e una quantità sempre maggiore di servizi?» spiega Frick.

Più skill, più intelligenza

La peculiarità dei box a comando vocale come l’Echo Dot di Amazon è che sono capaci di apprendere. La loro efficienza dipende dalle app anche dette skill (abilità) con cui sono “nutriti”. Una delle ragioni della popolarità del sistema di controllo vocale di Amazon negli USA è il gran numero di skill, per ora gratuite, pari a oltre 15’000 per l’inglese. Ci sono circa 400 app vocali per Google Assistant e meno di 100 skill per Cortana di Microsoft (dato aggiornato a giugno 2017).

In cosa consiste l’enorme vantaggio di Amazon? Anche fornitori terzi possono sviluppare applicazioni intelligenti per Alexa. Tuttavia, l’offerta Amazon di skill svizzere è ancora molto limitata al momento.  Oltre alle notizie, all’orario delle FFS, alle targhe CH e alle informazioni sulla Svizzera, spicca il servizio immobiliare di comparis.ch.

La skill per Alexa di comparis.ch

comparis.ch, il principale servizio di confronto internet in Svizzera, ha sviluppato una skill per Alexa in esclusiva per l’Echo Dot di Amazon in tedesco. Chi proprio non può attendere per essere all'avanguardia può installarla per farsi leggere le 10 offerte immobiliari più ricercate delle ultime 24 ore in Svizzera. L’offerta è ancora agli inizi e verrà progressivamente ampliata. Tuttavia, dà già un’idea delle possibilità che si presenteranno in futuro con gli assistenti vocali digitali.