Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Comparis

Menu

Credito e ipotecheIpotecheImmobile in vendita: quanto costa ristrutturarlo?
Immobile di proprietà

Immobile in vendita: quanto costa ristrutturarlo?

di Frédéric Papp

22.11.2020

Foto: iStock / powerofforever

Negli ultimi anni i prezzi immobiliari sono aumentati, in parte in modo considerevole. Gli immobili a prezzi bassi che hanno bisogno di essere ristrutturati sono sempre più numerosi. Comparis spiega quanto costa a grandi linee rinnovare cucina, bagno, finestre e pavimenti e come fare a finanziarli.

In molte regioni della svizzera i prezzi immobiliari sono aumentati notevolmente. Nel canton Zurigo, ad esempio, è quasi impossibile trovare appartamenti di 3,5-4,5 locali a meno di 850’000 franchi, come mostra un’analisi di Comparis del 2019. Gli immobili che necessitano di interventi di ristrutturazione sono quindi sempre più attrattivi.

Che cosa bisogna ristrutturare?

Un immobile deve rispettare gli standard energetici, tecnologici e di costruzione attuali. Questo permette di garantire la conservazione del valore dell’immobile a lungo termine. È importante verificare regolarmente se bisogna effettuare piccoli o grandi interventi di risanamento o ristrutturazione. Se questi sono davvero necessari, conviene svolgerli per tempo. Grazie alla cosiddetta tabella della durata di vita, si può facilmente capire quando bisogna fare cosa.

Dopo quanti anni è necessario ristrutturare il bagno e quanto costa?

I sanitari e i mobili da bagno hanno una vita media diversa: i lavandini e i wc in ceramica durano solitamente 35 anni, mentre i mobili da bagno dai 10 ai 25 anni, a seconda della qualità. Le vasche da bagno e i piatti doccia durano dai 20 ai 35 anni, mentre la rubinetteria circa 20 anni. Bisogna quindi considerare una ristrutturazione totale del bagno dopo 30 anni.

I costi variano in base ai fattori seguenti:

  • Standard di costruzione
  • Superficie
  • Interventi edilizi (ad es. rifacimento dell’impianto di scarico e di quello elettrico oppure spostamento delle pareti)

I costi per l’ammodernamento di un bagno di 8 m2, senza interventi edilizi, con un arredamento standard nella fascia di prezzo più bassa e con piastrelle di dimensioni standard, si aggirano intorno ai 20’000-25’000 franchi.

Per una ristrutturazione totale con rifacimento dell’impianto di scarico e di quello elettrico e con rubinetteria di prima qualità si devono invece contare tra i 25’000 e i 50’000 franchi.

Se invece oltre all’impianto di scarico ed elettrico si vogliono anche spostare le pareti, i costi superano facilmente i 50’000 franchi. Piastrelle di grandi dimensioni, mobili e accessori di lusso o l’installazione di una vasca da bagno indipendente fanno salire ulteriormente il prezzo.

Dopo quanti anni è necessario ristrutturare la cucina e quanto costa?

Bisogna considerare una ristrutturazione totale della cucina dopo circa 25 anni. Proprio come per il bagno, i costi dipendono dagli standard di costruzione e dalla grandezza della cucina. Nelle indicazioni del prezzo seguenti non viene tenuto conto degli interventi edilizi e di eventuali modifiche strutturali.

Se si considera la fascia di prezzo più bassa, ristrutturare una cucina (sostituendo anche gli elettrodomestici) costa all’incirca 20’000 franchi. I prezzi delle cucine nella fascia intermedia vanno dai 25’000 ai 45’000 franchi. Per quelle nella fascia superiore si devono invece contare oltre 50’000 franchi.

Quanto costa sostituire le finestre, le porte interne e quelle esterne?

Finestre: chi vuole sostituire le finestre deve contare, a seconda della qualità, tra i 300 e i 600 per metro quadro.

Porte interne: la fascia di prezzo va dai 120 franchi (infissi e maniglie inclusi) a diverse centinaia di franchi.

Porta d’ingresso: per una porta in plastica i prezzi partono dai 1’000 franchi, per una in alluminio dai 2’000 e per una in legno dai 3’000.

Se si hanno i giusti attrezzi e le competenze necessarie, le porte interne possono essere sostituite facilmente senza chiamare un professionista. Chi invece preferisce affidarsi a un professionista, deve contare tra i 50 e i 75 franchi all’ora per i costi di montaggio e smontaggio di porte e finestre, che andranno quindi ad aggiungersi agli importi indicati in precedenza.

Quanto costa sostituire un pavimento in parquet?

Chi vuole sostituire il parquet deve contare, a seconda della qualità, della tipologia e della dimensione, tra i 40 e i 180 per metro quadro. I prezzi per la posa del parquet partono dai 25 franchi al metro quadro.

Un’altra possibilità è quella di levigare il parquet esistente oppure di riverniciarlo.

Come si fanno a finanziare i lavori di ristrutturazione?

Spesso è possibile finanziare i lavori di ristrutturazione più costosi e importanti aumentando il valore dell’ipoteca. Conviene quindi richiedere per tempo una consulenza con uno specialista ipotecario indipendente. Attualmente i tassi ipotecari sono a livelli molto bassi.

Verificare un finanziamento

È possibile finanziare i lavori di ristrutturazione anche con un credito privato. Anche qui i tassi hanno registrato un netto calo. Il tasso d’interesse definitivo dipende dalla capacità creditizia e dall’istituto di credito.

Confrontare i crediti privati

È possibile risparmiare quando si rinnova un immobile?

  • Chi smonta da se la cucina o il bagno risparmia. Il parquet incollato si stacca facilmente con gli strumenti giusti.
  • Gli offerenti di cucine e bagni da esposizione fanno spesso sconti interessanti. È importante verificare che la durata della garanzia sugli elettrodomestici sia di almeno due anni.
  • I centri outlet, poi, propongono spesso riduzioni sugli articoli di qualità.
  • Conviene quindi richiedere varie offerte presso diversi rivenditori o artigiani di bagni, cucine e parquet.

Lavori di ristrutturazione: meglio fare da se o chiedere aiuto a un professionista?

Per gli interventi di ristrutturazione più importanti è meglio chiedere aiuto a un professionista, a meno che non si sia già del mestiere o si conosca qualcuno nella propria sfera privata che può svolgere il lavoro in modo professionale. Se qualcosa va storto, ingaggiare un professionista in un secondo tempo per rimediare al danno causato viene a costare più caro rispetto ad avergli fatto svolgere i lavori fin dall’inizio. Smontare da soli il bagno, ad esempio, è possibile se si hanno gli attrezzi giusti. È importante indossare gli indumenti di protezione adatti, così da proteggersi da eventuali infortuni. Anche gli occhiali di protezione non devono mancare, così come le cuffie di protezione per i rumori più forti.

Autore

Frédéric Papp

Esperto Finanze

media@comparis.ch

Articoli correlati

Inizio pagina

Newsletter

Per ricevere sempre le ultime novità sulle possibilità di risparmio e i consigli degli esperti in tema di salute, finanza e tasse.

Con la registrazione dichiaro di essere d'accordo con l'elaborazione dei dati in base alla Dichiarazione sulla protezione dati di comparis.ch.

comparis.ch
  • Tutto su Comparis

  • Media

  • Offerte di lavoro

Social Media
Lingue
  • DE
  • FR
  • IT
  • EN
  • Contatti
  • Protezione dati
  • Informazioni legali
  • Colofone

© 1996–2021 comparis.ch SA, Birmensdorferstrasse 108, 8003 Zurigo, +41 44 360 52 62