Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Assicurazioni

Comparis

Menu

Credito e ipotecheCredito privatoRichiedere un credito

Richiedere un credito: come funziona, consigli e suggerimenti utili

Che si tratti di acquistare un’automobile o di superare un breve periodo di difficoltà economiche: a volte un credito può essere la scelta giusta. Comparis spiega nel dettaglio come fare.

Panoramica:

Prima della richiesta di credito

1o passo: informarsi in modo completo

Prima di richiedere un credito, bisogna informarsi sui requisiti da soddisfare. Non tutti, infatti, riescono a ottenere crediti. La capacità e l’affidabilità creditizia, ma anche fattori come età, nazionalità, attività lavorativa, procedimenti esecutivi, alimenti e addirittura il domicilio sono criteri che influenzano la decisione degli istituti finanziari. Qui sono disponibili maggiori informazioni sui Requisiti per richiedere un credito privato

2o passo: calcolare il possibile credito

Verificare l’importo

  • Verificare se ci si può effettivamente permettere l’importo desiderato.

In questo ambito è fondamentale la capacità creditizia. I crediti fino a 80’000 franchi rientrano nel campo di applicazione della Legge sul credito al consumo (LCC). Per evitare sovraindebitamenti, la LCC prevede che un credito si possa concedere solo se l’importo totale (rate mensili e costi degli interessi) può essere rimborsato entro 36 mesi con il reddito pignorabile.

Calcoli qui il suo limite di credito.

Tasso

Nelle loro pubblicità, gli istituti di credito mostrano sempre i loro tassi d’interesse più bassi. Attualmente si parte dal 3,5%. Attenzione però, perché questi tassi da sogno li ottiene solo chi ha un’ottima solvibilità e soddisfa requisiti speciali.

Prima di offrire un tasso d’interesse, l’istituto di credito verifica dettagliatamente la situazione personale e finanziaria del richiedente. In base ai criteri di rischio e per la concessione di un creditoo non si decide quindi solo se, ma anche a quali condizioni si ottiene un finanziamento. In generale quanto più è basso il tasso d’interesse, tanto più sono in genere severi i requisiti di solvibilità che bisogna soddisfare.

Nel calcolatore di credito è possibile calcolare gli effetti del tasso d’interesse sui costi di un credito.

Selezionare la durata

Gli istituti di credito offrono durate da 6 a 120 mesi. Più lunga è la durata, più alte sono le spese per interessi. È importante pagare puntualmente le rate. Per questo è bene non arrivare al limite delle proprie possibilità economiche. I pagamenti in ritardo e gli accordi sull’estinzione del credito hanno un impatto negativo sulla solvibilità. In caso di mancati pagamenti, poi, l’istituto finanziario può addirittura sciogliere il contratto.

Il modo più semplice per garantirsi è scegliere un’ipoteca di lunga durata e rimborsare di tanto in tanto più della rata dovuta. L’estinzione anticipata, infatti, è consentita dalla legge in qualsiasi momento e riduce i costi di interesse. In questo articolo si trovano maggiori informazioni sulla giusta durata di un credito.

I consigli di Comparis:

  • Valutare in modo realistico il proprio budget
  • Tenere un cuscinetto per le spese impreviste.
  • Scegliere una durata più lunga.
  • Effettuare pagamenti straordinari quando il budget lo consente.



Ha deciso di richiedere un credito?

Le opzioni sono due:

Opzione 1: presentare direttamente la richiesta a uno dei maggiori istituti di credito svizzeri

  • Con il calcolatore di credito di Comparis è possibile farsi un’idea generale delle offerte di credito in Svizzera e confrontare i tassi d’interesse.
  • Come prima cosa è bene esercitare il proprio diritto a un’autocertificazione gratuita per verificare eventuali annotazioni sul proprio conto presso le agenzie di informazioni commerciali.
  • La verifica della capacità creditizia è un passaggio chiave nell’approvazione di un credito.
  • Chi ha già acceso crediti o stipulato contratti di leasing può anche richiedere un’autocertificazione presso la Centrale per informazioni di credito (ZEK).
  • Consiglio: presentando più richieste contemporaneamente si riducono le possibilità di ottenere un credito.

Una buona solvibilità e un reddito stabile sono requisiti imprescindibili per vedersi approvata la richiesta di credito. Inoltre, i criteri di rischio variano in base all’offerente e non vengono comunicati al pubblico.

  • In Svizzera circa il 50% delle richieste di credito viene respinta.
  • Quando le banche e i servizi di crowdlending ricevono richieste dirette interrogano subito la banca dati della ZEK.

Opzione 2: presentare la domanda tramite Comparis con Credaris

  • Credaris è un servizio partner di Comparis specializzato nell’intermediazione di crediti privati.
  • Credaris verifica senza rischi la solvibilità e i requisiti.
  • Dopo un’attenta verifica dei precedenti creditizi, poi, invia un’offerta al cliente;
  • Solo in accordo con il cliente presenta infine la domanda all’istituto di credito che offre le maggiori possibilità di successo nel caso specifico.

Maggiori informazioni su Credaris.

Richiedere un credito senza impegno

Richiesta di credito

1o passo: inviare i documenti

Il creditore o l’intermediario hanno bisogno innanzitutto di alcune informazioni sul richiedente per verificarne l’identità, la solvibilità e la situazione finanziaria.

Bisogna quindi presentare i seguenti documenti:

  • certificati salariali degli ultimi 3 mesi
  • documenti d’identità (carta d’identità, passaporto)
  • per gli stranieri: permesso di soggiorno e libretto per stranieri
  • spesso bisogna presentare anche il contratto d’affitto

A seconda della situazione personale del richiedente, nelle fasi successive potrebbe essere necessario presentare altri documenti:

  • determinazione dell’imponibile per i lavoratori indipendenti
  • documenti a dimostrazione della situazione reddituale nel caso singolo (per es. accrediti bancari per alimenti, rendita per vedove/i)
  • atti relativi allo stato civile (per es. sentenza di divorzio o di separazione)
  • per la rinegoziazione di un credito: contratto firmato, coordinate bancarie

2o passo: attendere la verifica della capacità creditizia

Prima della concessione di un credito, ogni richiedente viene sottoposto a verifica della capacità creditizia. L’istituto finanziario, quindi, raccoglie e analizza informazioni sui procedimenti esecutivi, sul comportamento di pagamento ecc. Il tasso che si ottiene sul credito dipende, tra le altre cose, dall’esito di questa verifica. Una buona solvibilità ha un impatto positivo sul profilo di rischio e di conseguenza sul tasso d’interesse.

Buono a sapersi: a seconda del profilo del richiedente e della propria politica di rischio, l’offerente può esigere altri documenti, a volte anche in formato originale. È per questo che nell’ambito di una richiesta di credito bisogna spesso presentare una documentazione ulteriore.


Contratto di credito

Quando la richiesta viene approvata, il beneficiario del credito riceve il contratto da firmare e, per i contratti coperti dalla LCC, ha diritto a revocare la proposta entro 14 giorni. Alla scadenza di questo termine, l’importo viene versato sul suo conto corrente bancario. I crediti superiori agli 80’000 franchi si possono invece versare direttamente.

Perché in Svizzera c’è un diritto di revoca di 14 giorni per i crediti privati?


Per i crediti coperti dalla LCC, l’importo del credito approvato viene corrisposto solo 14 giorni dopo l’entrata in vigore del contratto. In questo modo si tutela il beneficiario del credito, che ha quindi tempo per ripensarci ed eventualmente sciogliere l’accordo. Ecco perché in Svizzera non esistono i cosiddetti «crediti immediati» o «crediti veloci», anche se spesso vengono pubblicizzati in rete. Fare pubblicità usando il termine «credito immediato» è addirittura espressamente vietato.

Come aumentare le probabilità di ottenere un credito privato

Un credito non è un modo per risolvere problemi economici strutturali o per finanziare attività di svago come una vacanza o i festeggiamenti per un matrimonio. In Svizzera, la concessione dei crediti è strettamente regolata per proteggere i clienti dal pericolo del sovraindebitamento. Alcune misure in questo senso sono la verifica della capacità creditizia, il diritto di revoca di 14 giorni o la disposizione di legge che prevede la possibilità di estinzione anticipata del credito in qualsiasi momento. Dato che si tratta di un impegno a lungo termine è importante riflettere bene prima di richiedere un credito; e anche la domanda stessa va preparata con cura. Bisogna ad esempio richiedere l’autocertificazione e calcolare il limite di credito consentito.

È poi da tenere presente che ogni istituto finanziario applica i suoi criteri per la concessione di un credito ed è perciò difficile valutare le probabilità che una domanda vada a buon fine. Non conviene mandare più richieste allo stesso tempo a offerenti diversi. Presentare più domande contemporaneamente a diversi istituti finanziari potrebbe infatti far diminuire le possibilità di ottenere l’approvazione sperata e avere così un impatto negativo su eventuali future richieste di credito. Inviando la richiesta di credito tramite Credaris, un’azienda partner di Comparis, si possono invece aumentare le possibilità di successo. Dopo una verifica preliminare gratuita e senza impegno, il cliente riceve una valutazione approfondita delle possibilità di ottenere il credito desiderato.


Inviare una richiesta di credito

FAQ – Le domande più frequenti sulla richiesta di credito

Per richiedere un credito a un istituto finanziario ci sono tre opzioni:
  • direttamente presso l’istituto di credito (banca)
  • tramite una piattaforma di crowdlending
  • con l’aiuto di un intermediario
Per prima cosa bisogna presentare i documenti per l’identificazione e le attestazioni di reddito. A seconda del profilo del cliente verranno poi richiesti altri atti o certificati.
Di norma, in Svizzera si concedono crediti fino a 250’000 franchi. Per i crediti contemplati dalla LCC (fino a 80’000 franchi) è necessaria una verifica della capacità creditizia. Qui è possibile calcolare il limite di credito in base ai parametri della legge sul credito al consumo.

Calcolare il limite di credito
Non esiste un numero massimo di crediti consentiti. Il criterio decisivo è se il cliente si può permettere le rate mensili per l’intero importo. Avere più crediti diversi comporta un maggiore dispendio amministrativo. Importi più elevati hanno invece effetti positivi sul tasso d’interesse. Chi vuole prendere altri soldi in prestito, quindi, può valutare una rinegoziazione del credito. Per alcuni offerenti, infatti, prima di presentare ulteriori domande è necessario riscattare i crediti in essere.

Presentando più richieste contemporaneamente si riducono le possibilità di ottenere un credito. Anche troppi contratti o cambi frequenti diminuiscono le probabilità che la domanda venga approvata.
Tutte le richieste di credito vengono comunicate alla Centrale per informazioni di credito (ZEK). Per chi è iscritto nella ZEK, a seconda del motivo, può essere più difficile ottenere un credito in futuro. Certo, se una domanda viene respinta non è detto che lo saranno anche le successive. Vale comunque la pena di evitare inutili passaggi a vuoto effettuando un’attenta valutazione preliminare. Credaris, il servizio partner di Comparis, offre una consulenza gratuita e non vincolante.

Sta cercando un credito adatto alle sue esigenze?

Credaris, un servizio partner di comparis.ch, le offre un’assistenza gratuita e non vincolante. Per tutte le domande su concessione del credito, solvibilità e ZEK: Credaris è l’esperto che fa per lei.
Trovare la migliore offerta

La concessione del credito è vietata se causa un eccessivo indebitamento (art. 3 LCSI).

Inizio pagina

Newsletter

Per ricevere sempre le ultime novità sulle possibilità di risparmio e i consigli degli esperti in tema di salute, finanza e tasse.

Con la registrazione dichiaro di essere d'accordo con l'elaborazione dei dati in base alla Dichiarazione sulla protezione dati di comparis.ch.

comparis.ch
  • Tutto su Comparis

  • Media

  • Offerte di lavoro

Social Media
Lingue
  • DE
  • FR
  • IT
  • EN
  • Contatti
  • Protezione dati
  • Informazioni legali
  • Colofone

© 1996–2021 comparis.ch SA, Birmensdorferstrasse 108, 8003 Zurigo, +41 44 360 52 62