Trasferirsi in Svizzera

Cara patente italiana... addio!

INFO
|
Gli stranieri che si trasferiscono in Svizzera devono devono sostituire la loro patente in una licenza di condurre svizzera entro un anno.

Dopo il trasferimento in Svizzera posso continuare a guidare con la mia patente straniera? Solo per un periodo provvisorio. E poi cosa succede?

Gli immigrati hanno 12 mesi di tempo. Le patenti di guida straniere devono essere sostituite in una licenza di condurre al più tardi entro un anno dal trasferimento in Svizzera presso gli uffici della circolazione (motorizzazione italiana) del cantone di domicilio. comparis.ch spiega il procedimento per convertire la patente straniera.

Mantenere la propria patente?
Nessuna possibilità, purtroppo. La patente straniera viene rispedita alle autorità del paese di origine da cui è stata emessa. Il nostro consiglio: anche se i dati vengono registrati dalle autorità svizzere, per precauzione è sempre meglio fare una copia!

Evitare la conversione non è conveniente
Se dopo 12 mesi si continua a guidare sulle strade svizzere con la propria patente, il documento di guida non è più valido. E le conseguenze sono salate: a seconda del cantone viene richiesta una corsa di controllo oppure una conferma della capacità di guida. La situazione diventa alquanto dispendiosa, ad esempio, se nel cantone Zurigo dopo 10 anni non si ha ancora una licenza di condurre svizzera. In questo caso, infatti, deve essere nuovamente conseguito l’esame di guida svizzero.

Per il giorno di riferimento della conversione è determinante la data d’ingresso indicata nel libretto per stranieri.

Quali documenti sono necessari per la conversione?

Qui di seguito sono elencati i documenti che devono essere consegnati di persona all’ufficio della circolazione del cantone di domicilio.

  • Sui siti web degli uffici cantonali è possibile scaricare il rispettivo modulo di richiesta: lista di tutti gli uffici
  • Patente estera originale
  • Documento d’identità straniero; se nel formato carta di credito è necessaria l’attestazione del domicilio
  • 2 foto formato passaporto a colori (35 x 45 mm)
  • Certificato oculistico (conferma nel modulo di richiesta), costo di circa 20 franchi
  • Per le categorie C1, C, D, D1 o per il trasporto di persone a titolo professionale ovvero della classe 3 è necessario un attestato medico rilasciato da un medico di fiducia (pagina in tedesco e francese).

Devo sostenere una prova di guida?
No, i cittadini di un paese dell’UE e dell’AELS, come quelli provenienti da altri paesi, quali Stati Uniti, Canada, Israele e Giappone, sono esentati da una corsa di controllo.

Quanto ci vuole per la conversione?
In genere la procedura richiede una settimana, a volte qualcosa di più. Il cantone Zurigo comunica ad esempio che «in certi casi le formalità per la conversione possono richiedere un tempo più prolungato, durante il quale i conducenti, in caso di un controllo della polizia, devono portare con sé una copia della richiesta.

Quanto costa convertire la patente?
A seconda del cantone il prezzo varia tra gli 80 e i 140 franchi.

A che cosa devono prestare attenzione i conducenti di bus e camion?
Chi svolge la professione di autista in Svizzera deve essere in possesso della licenza di condurre svizzera prima di iniziare a lavorare.

Se ritorno in Italia, ricevo nuovamente la mia patente?
Certo, convertendo la patente italiana in una svizzera non si perde assolutamente il permesso di guidare in Italia. Nessuna paura: nonostante le voci, non esiste la minaccia di dover sostenere nuovamente l’esame di guida. Sarà sufficiente rivolgersi agli enti competenti che organizzeranno tutte le pratiche necessarie per tornare molto presto in possesso della propria patente italiana.