Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Assicurazioni

Comparis

Menu

ImmobiliGuida per il traslocoTrasloco: a chi comunicare il cambio d’indirizzo?
Trasloco

Trasloco: a chi comunicare il cambio d’indirizzo?

12.01.2021

Foto: iStock / Asvolas

Organizzando un trasloco nel dettaglio si risparmia tempo prezioso e si evita di trovarsi in situazioni spiacevoli. Ma a chi bisogna comunicare il nuovo indirizzo e qual è il modo migliore per procedere? Comparis spiega.

Scaricare ora la check-list

Cambio d’indirizzo presso le assicurazioni

  • Cassa malati: è possibile comunicare il cambio di domicilio alla cassa malati online, per telefono o e-mail. Il numero di telefono e l’indirizzo e-mail sono riportati sulle fatture o sulla homepage. I premi malattia variano in base al luogo di domicilio. Un trasloco potrebbe quindi essere conveniente. Confrontare i premi malattia
  • Assicurazione mobilia domestica e responsabilità civile privata: si possono informare le assicurazioni per telefono o e-mail. Se si va a vivere con un’altra persona, è sufficiente avere una sola assicurazione mobilia domestica o di responsabilità civile privata. Se il valore della mobilia domestica aumenta, è necessario adeguare l’importo della copertura verso l’alto, così da evitare un’eventuale riduzione delle prestazioni in caso di sinistro. Un trasloco è sempre una buona occasione per verificare ed eventualmente modificare l’entità delle prestazioni e la propria copertura assicurativa. Verificare la mobilia domestica
  • Assicurazione veicoli a motore: anche il premio dell’assicurazione veicoli a motore varia in base al luogo di domicilio. Vale la pena verificare se è necessario disporre di un’assicurazione casco totale. In caso di veicoli di oltre 3 anni conviene valutare se passare da un’assicurazione casco totale a una casco parziale, a seconda del valore attuale del veicolo e delle proprie esigenze. Verificare le alternative per l’assicurazione auto

Cambio d’indirizzo presso le aziende di telecomunicazioni

  • Telefono (rete fissa e mobile) e Internet: bisogna informare il proprio provider di telefonia fissa e mobile e di Internet del cambio di indirizzo. È possibile notificare il cambio di indirizzo online presso la maggior parte degli operatori . Una volta effettuato il login, basta compilare i rispettivi moduli. In alternativa si possono comunicare le nuove coordinate tramite moduli elettronici (Swisscom, Sunrise, UPC Cablecom). Non bisogna dimenticare di osservare i termini per la comunicazione del trasloco. Confrontare le tariffe mobile
  • Voce nella guida telefonica: se si desidera continuare a essere registrati nella guida telefonica digitale bisogna inserire il proprio indirizzo su local.ch.
  • Radio/televisione: l’organo di riscossione svizzero per il canone radiotelevisivo, Serafe, viene informato dal comune in merito al cambio di indirizzo. Pertanto, non occorre far nulla.

Cambio di indirizzo presso la banca e la Posta

  • Banca, PostFinance e amministratore patrimoniale: bisogna comunicare il nuovo indirizzo a tutti gli istituti presso cui si hanno debiti monetari o debiti legati a un credito, compresi i gestori di carte di credito. In alcuni casi le banche permettono di cambiare l’indirizzo tramite e-banking (effettuando il proprio login), tramite un modulo speciale, oppure anche allo sportello. In questo caso è necessario portare con sé un documento valido (UBS, Credit Suisse, PostFinance, ZKB, Raiffeisen).
  • Posta: il nuovo indirizzo va comunicato alla Posta ancora prima del trasloco definitivo. Può essere utile richiedere alla Posta di inoltrare lettere e pacchi al nuovo indirizzo per un anno tramite l’ordine di rispedizione. Importante: anche la Posta può comunicare il nuovo indirizzo ai contatti più importanti, come banche o assicurazioni. Basta semplicemente dare la propria autorizzazione. Su Comparis è disponibile una panoramica dettagliata delle tariffe e delle possibili alternative al classico ordine di rispedizione.

Cambio di indirizzo presso le autorità

  • Cambio di cantone: chi trasloca in un altro cantone deve occuparsi di questioni amministrative supplementari. Se ad esempio si possiede un’auto, bisogna comunicare il cambio di indirizzo entro 14 giorni all’Ufficio della circolazione stradale del nuovo domicilio.
  • Ufficio controllo abitanti: bisogna comunicare il trasloco all’ufficio controllo abitanti del vecchio luogo di domicilio. A volte è possibile farlo anche online. Occorre inviare il certificato di domicilio o la conferma di notifica per posta o consegnarla personalmente presso l’ufficio controllo abitanti del vecchio luogo di domicilio. In seguito si riceve l’atto d’origine.

    Bisognerà poi registrarsi presso l’ufficio controllo abitanti del nuovo comune e inviare l’atto d’origine entro 14 giorni. A volte è possibile effettuare annunciarsi anche online e inviare l’atto d’origine per posta. In caso di inosservanza del termine di annuncio, si rischia di incorrere in una sanzione.

    Se si ha bisogno di un’autorizzazione di parcheggio, bisogna informarsi tempestivamente presso il nuovo comune.

  • Cittadini stranieri: in conformità all’Accordo sulla libera circolazione, per i cittadini dell’UE e dei Paesi AELS che decidono di traslocare valgono le stesse regole che per i cittadini svizzeri. Quando ci si reca in comune o negli uffici comunali, non bisogna dimenticarsi la carta d’identità o il passaporto. Le persone provenienti da Paesi non UE/AELS devono portare con sé il passaporto e il libretto per stranieri (se disponibile). Se si cambia cantone, occorre inoltre richiedere un nuovo permesso di soggiorno. La richiesta deve essere presentata per tempo.
  • Cani: chi possiede un cane deve annunciare la partenza al vecchio comune e registrarlo in quello nuovo. Poiché i cani sono soggetti a imposta, nella maggior parte dei casi la registrazione del cane è obbligatoria e i comuni tengono appositi registri. Nella maggior parte dei cantoni è obbligatorio sottoscrivere un’assicurazione RC per cani e animali domestici.
  • Servizio militare, servizio civile: chi presta servizio militare deve comunicare il cambio di indirizzo al comandante di sezione competente o al comando distrettuale entro 14 giorni. Le persone che prestano servizio civile devono comunicare il nuovo indirizzo al centro regionale competente oppure online tramite il portale E-ZIVI.
  • Cassa di compensazione AVS: se si è già in pensione o si svolge un’attività autonoma, bisogna informare la cassa di compensazione AVS.
  • Ufficio della circolazione stradale: il nuovo indirizzo va comunicato entro 14 giorni all’Ufficio della circolazione stradale. Se si trasloca all’interno dello stesso cantone, è sufficiente comunicare il cambio di indirizzo per iscritto oppure online. Se invece si cambia cantone, si riceve una nuova targa che deve essere ritirata personalmente con il nuovo certificato di domicilio.
  • Scuole e ufficio delle imposte: nella maggior parte dei comuni non occorre far nulla. Il comune assegnerà i bambini a una scuola, e i comuni, o anche i cantoni, regoleranno l’iscrizione e la suddivisione nelle varie sedi scolastiche.

Cambio di indirizzo presso le aziende industriali

  • Centrale elettrica, centrale idrica, fornitore di corrente, centrale del gas: è necessario comunicare il nuovo indirizzo all’azienda industriale corrispondente almeno 3 giorni prima della data ufficiale del trasloco. In questo modo si evita che vengano addebitati costi di corrente che si verificano tra la consegna delle chiavi e la lettura del contatore. In alcuni casi è possibile annunciare il cambio di indirizzo anche online.

Altri cambi di indirizzo necessari

Nei casi seguenti basta comunicare il cambio di indirizzo tramite e-mail, lettera o un’app speciale.

  • Datore di lavoro
  • Assicurazioni (protezione giuridica, assicurazione viaggi, assicurazione animali ecc.)
  • Scuole private, asilo nido, scuola dell’infanzia
  • Medico/dentista/veterinario
  • Avvocato/consulente fiscale
  • Abbonamenti a giornali e riviste
  • Abbonamenti a servizi
  • Associazioni
  • Amici, familiari, conoscenti

Tanti altri consigli utili e ulteriori check-list relative al trasloco sono disponibili nella nostra guida per il trasloco.

Scoprire la guida per il trasloco

Articoli correlati

Inizio pagina

Newsletter

Per ricevere sempre le ultime novità sulle possibilità di risparmio e i consigli degli esperti in tema di salute, finanza e tasse.

Con la registrazione dichiaro di essere d'accordo con l'elaborazione dei dati in base alla Dichiarazione sulla protezione dati di comparis.ch.

comparis.ch
  • Tutto su Comparis

  • Media

  • Offerte di lavoro

Social Media
Lingue
  • DE
  • FR
  • IT
  • EN
  • Contatti
  • Protezione dati
  • Informazioni legali
  • Colofone

© 1996–2021 comparis.ch SA, Birmensdorferstrasse 108, 8003 Zurigo, +41 44 360 52 62