Leggi e diritti

Incidenti e multe: le disattenzioni al volante sono pericolose e care

INFO
|
Caro e pericoloso: distrazione al volante. Foto: iStock

Secondo la statistica infortuni la mancanza di attenzione al volante è di gran lunga la causa più frequente di incidenti in strada. Che sia il cellulare, il navigatore o la musica, il conducente di un’auto può essere distratto da molte cose. Gli incidenti poi succedono in fretta: qual è il comportamento corretto al volante?

 

 

Nel codice della strada non tutto è regolamentato nel dettaglio e alcuni aspetti sono lasciati all’interpretazione del singolo. Tuttavia il principio fondamentale viene sancito chiaramente: il conducente deve costantemente padroneggiare il veicolo (art. 31 cpv. 1 LCStr) e la sua attenzione non deve essere distratta (art. 3 cpv. 1 ONC). Quando si guida, almeno una mano deve essere sempre tenuta sul volante, mentre l'altra deve essere tenuta sul volante a meno che per cambiare marcia o azionare le frecce. Chi non rispetta la regola rischia una multa. Nei casi gravi si rischia addirittura la sospensione della patente per un certo periodo. Qualora la mancanza di attenzione provochi un incidente, l’assicurazione può decidere di ridurre le prestazioni e far ricorso alla rivalsa sull’assicurato.

Chiaramente proibito

Chi telefona senza vivavoce rischia una multa di ben 100 franchi. Si può invece telefonare con il vivavoce o l'auricolare se il conducente non viene distratto troppo dalla conversazione. Anche scrivere o leggere SMS, messaggini Whatsapp o e-mail è tabù, esattamente come truccarsi o leggere il giornale. In realtà, se vogliamo prendere le regole alla lettera, anche l’utilizzo del navigatore durante il viaggio sarebbe da evitare. Inoltre sull’ordinanza sulle norme della circolazione stradale è scritto chiaramente che una mano deve sempre rimanere sul volante.

A discrezione del singolo

Mangiare, bere, fumare o ascoltare musica ad alto volume può ridurre l’attenzione del conducente: si rischia quindi di beccarsi una multa, il cui importo viene stabilito dal giudice competente in materia. Anche se queste azioni non sono esplicitamente vietate, una multa è da dare per scontata.

Rallentamenti, code e segnali luminosi: ecco come comportarsi

Non appena il veicolo è fermo, la situazione cambia completamente. Il conducente, in questo caso, può dare un morso al panino o bere qualcosa senza mettere in pericolo nessuno. Ci sono invece azioni da evitare in ogni caso, ad esempio, truccarsi quando si è alla guida, perché verrebbero tolte entrambe le mani dal volante e quindi non sarebbe possibile reagire velocemente a qualcosa di imprevisto. Per avere un’idea del margine di manovra del giudice competente in una eventuale decisione si può considerare un esempio del 2006: un conducente che stava leggendo il giornale mentre era in coda fu multato dalla polizia. Il conducente aveva appoggiato il giornale nel sedile del passeggero e lo leggeva solo quando l'auto era completamente ferma. Per questo motivo non accettò la multa e portò il caso in tribunale. Il giudice decise di togliere la multa.

Attenzione completa alla strada

La cosa migliore da fare quando si è al volante è concentrarsi sulla circolazione e non farsi distrarre. Questo è il modo migliore per evitare multe, incidenti e pericoli. Chi provoca un incidente per distrazione deve mettere in conto anche di dover pagare di tasca propria una parte dei danni provocati.