Assicurazione

Incidenti con animali selvatici: chi paga i danni?

INFO
| Di Andrea Auer |
Foto: iStock / ysbrandcosijn

Ogni anno sulle strade svizzere si verificano circa 20’000 incidenti con animali selvatici (fonte: UFS). La maggior parte sono causati da collisioni con i cervi e i costi per coprire tali danni possono raggiungere rapidamente diverse migliaia di franchi. Ma quali sono le assicurazioni che offrono una copertura? E come ci si deve comportare in caso di incidente? Comparis risponde alle domande principali.

In autunno e in primavera aumenta il numero di incidenti con animali selvatici. Con l’accorciarsi delle giornate, infatti, i pendolari rientrano a casa al crepuscolo, e al buio gli animali sono difficilmente riconoscibili. Inoltre, rispetto al periodo estivo gli animali alla ricerca di cibo e di un compagno allargano il loro raggio.

In che modo si può ridurre il rischio di collisione con animali?

Seguendo le seguenti regole di comportamento è possibile ridurre al minimo i rischi di collisione con animali selvatici:

  • Ridurre la velocità sulle strade di campagna, nei campi agricoli (ad esempio campi di mais) e nelle aree forestali.
  • Guidare con particolare prudenza nelle prime ore del mattino, al crepuscolo e di notte.
  • Prestare attenzione alla segnaletica stradale che avverte del pericolo di animali selvatici vaganti.
  • Tenere sempre d’occhio il limitare del bosco o del campo.
  • Accendere gli abbaglianti per riconoscere in tempo eventuali animali sulla carreggiata.
  • Se si intravedono animali in prossimità della strada, passare agli anabbaglianti e ridurre la velocità.
  • Se gli animali si trovano sulla carreggiata, suonare il clacson e accendere le quattro frecce. Se possibile, fermarsi.
  • Gli animali selvatici si spostano raramente da soli. Se un animale salta improvvisamente in mezzo alla strada, spesso ne segue un altro.

Come bisogna comportarsi in caso di rischio di collisione?

Se un animale compare improvvisamente davanti all’auto, bisogna frenare immediatamente. Frenando è importante tenere il volante ben fermo tra le mani ed evitare movimenti bruschi dello sterzo, cercando di rimanere il più possibile sulla corsia. Una manovra di scarto, infatti, oltre a mettere in pericolo la propria sicurezza e quella degli altri utenti della strada, può anche avere conseguenze economiche negative. Se si finisce in un fosso senza aver sfiorato l’animale, il danno non viene considerato un «incidente con animali selvatici» e non viene quindi coperto dall’assicurazione casco parziale.

Come bisogna comportarsi in caso di incidente con animali selvatici?

Se si è verificata una collisione con un animale selvatico, è importante attenersi alle regole seguenti:

  • Fermarsi e accendere le quattro frecce. I conducenti che non si fermano non solo commettono una fuga, ma rischiano anche una denuncia per maltrattamento di animali ai sensi della Legge sulla protezione degli animali.
  • Mettere in sicurezza il luogo dell’incidente posizionando il triangolo di emergenza.
  • Prendere nota del luogo della collisione.
  • Verificare se l’animale si trova sulla carreggiata oppure tracciare la direzione di fuga.
  • Non avvicinarsi all’animale ferito perché potrebbe mordere o fuggire. In caso di fuga, infatti, il guardacaccia farebbe fatica a trovarlo e, nel peggiore dei casi, l’animale morirebbe in modo doloroso.
  • Informare in ogni caso la polizia (117) o il guardacaccia. L’esperto responsabile giungerà sul posto e si prenderà cura dell’animale.
  • Non trasportare in nessun caso gli animali con l’auto. Il conducente può essere accusato di bracconaggio o occultamento delle prove.
  • Attendere l’arrivo della polizia o della persona responsabile.

Il nostro consiglio: prima di scendere dal veicolo, indossare il gilet di sicurezza giallo. Non è obbligatorio averlo in auto, ma è importante per la sicurezza del conducente, soprattutto al calare del sole e durante le ore notturne. 

Quale assicurazione copre i danni degli incidenti con animali selvatici?

Se si verifica un incidente con animali selvatici, è opportuno contattare il prima possibile la propria assicurazione. È inoltre importante non far riparare il veicolo danneggiato senza aver prima consultato l’assicurazione. La notifica di sinistro può essere effettuata online o per telefono.

Le collisioni con animali sono coperte dall’assicurazione casco parziale. Il rapporto della polizia o del guardacaccia è utile per il rimborso dei danni al veicolo. Se questo non dovesse essere disponibile, sarà l’esperto assicurativo a valutare i danni. Senza un rapporto, oltre a ritardi nel processo di elaborazione dei danni, nel peggiore dei casi bisogna aspettarsi un rifiuto di rimborso da parte dell’assicurazione casco parziale. 

L’assicurazione casco totale, invece, copre i danni al veicolo anche in assenza di un rapporto o in caso di manovra di scarto (senza aver toccato l’animale). In questo caso, però, si è tenuti a pagare la franchigia concordata nel contratto. A seconda dell’assicurazione sono possibili perdite di bonus.

Confrontare ora casco parziale e totale