Leggi e diritti

Airbnb: suggerimenti per ospiti e ospitanti

CONSIGLIO
|
Airbnb è una soluzione sempre più richiesta, ma sia come ospite che come ospitante occorre prestare attenzione ad alcune cose. Foto: iStock.com/Sidekick

Non esistono soluzioni standard per tutti i tipi di viaggiatori. Chi non ama gli alberghi all-inclusive sovraffollati e rumorosi, può ad esempio programmare il suo viaggio, di pochi giorni o più settimane, tramite le piattaforme di mediazione di alloggi privati, come Airbnb. Le spieghiamo qui a cosa dovrebbe prestare attenzione, sia come ospite che come ospitante.

Consigli per ospiti

Presti attenzione ai dettagli

Prima di prendere in affitto un appartamento, studi attentamente l’offerta. Legga scrupolosamente la descrizione degli ambienti, dell’attrezzatura e delle regole condominiali, invece di sorvolarle. La grandezza è sufficiente per lei? All’occorrenza, deve condividere l’appartamento con il padrone di casa? Per definire in partenza alcuni criteri, imposti la funzione di filtro prima della ricerca.

Consulti i commenti

Se l’ospitante offre già da tempo la sua abitazione sulla stessa piattaforma, vale la pena soffermarsi sui commenti lasciati da altri ospiti. Conviene non limitarsi a contare il numero delle stelle, ma leggere attentamente almeno i commenti più recenti. Dai commenti si può capire se i locali non erano puliti o se il padrone di casa non era molto simpatico.

Paghi solo via Airbnb

La piattaforma stessa raccomanda di comunicare sempre tramite Airbnb. Per rendere sicuri i pagamenti, la piattaforma prega gli utenti di non trasmettere dati e di non trasferire denaro in nessun caso al di fuori del sito web o dell’applicazione Airbnb. Chi paga tramite bonifico bancario o in contanti potrebbe restare vittima di una frode e perdere il proprio denaro. Per la sua sicurezza, le raccomandiamo quindi di pagare sempre direttamente tramite la piattaforma. 

Non si presti mai a trattative private

Gli ospitanti che vogliono evitare di pagare la commissione a Airbnb, preferiscono dare in affitto l’abitazione con un accordo privato. Non accetti questo tipo di offerta: dopo il pagamento correrebbe il rischio di rimanere senza alloggio per le vacanze. E il rimborso se lo può scordare.…

Presti attenzione alle condizioni di cancellazione

L’ospitante può decidere autonomamente quali sono le condizioni di cancellazione per il suo alloggio; pertanto, le verifichi attentamente prima di decidere se fanno per lei. Se deve annullare il viaggio a breve termine, è possibile chiedere all’ospitante un rimborso maggiore: l’importo resta però comunque a discrezione di quest’ultimo. 

Solo in pochi casi Airbnb è in grado di verificare se l’annullazione è dovuta a un’emergenza o a circostanze particolari e annullare le condizioni stabilite dall’ospitante. Per circostanze particolari si intendono casi di decesso, lesioni gravi o allerte emesse dalle autorità che sconsigliano il viaggio. Per maggiori informazioni a riguardo consulti direttamente Airbnb.

Studi attentamente la situazione dell’alloggio

Ha trovato l’alloggio dei suoi desideri e si sente già come a casa? Fantastico! Tuttavia, non dovrebbe dimenticare di fare un piccolo controllo globale: le attrezzature tecniche funzionano? I mobili promessi ci sono? Le condizioni dell’appartamento corrispondono a quanto descritto? Se riscontra dei difetti, ne prenda nota e scatti anche qualche foto per cautelarsi dopo la sua partenza. Così, dopo il suo soggiorno avrà la possibilità di farsi rimborsare.

Verifichi la sua assicurazione di responsabilità civile

Non parta automaticamente dal presupposto che la sua assicurazione di responsabilità civile privata copra i danni durante le vacanze. Controlli bene la polizza prima di partire, così non dovrà preoccuparsi se si rompe qualcosa. Segnali eventuali danni direttamente all’ospitante.

Consigli per ospitanti

Chieda il permesso al proprietario

Se desidera offrire il suo appartamento o singole stanze come ospitante su Airbnb, deve chiedere il permesso al proprietario. Per l’affitto tramite Airbnb valgono le stesse regole che si applicano in caso di subaffitto. Le condizioni specifiche del subaffitto tramite Airbnb devono essere comunicate al proprietario. In teoria, ogni volta che lei subaffitta tramite Airbnb, deve chiedere il permesso al proprietario. Alcuni proprietari rilasciano un permesso temporaneo per il subaffitto tramite Airbnb, in modo che non occorra fare richiesta ogni singola volta. È il proprietario quindi a decidere se autorizzare o meno il subaffitto. In linea di principio, senza un valido motivo il proprietario non può limitare il diritto di utilizzo dell’appartamento da parte dell’inquilino. Tuttavia, egli può negare il subaffitto se ne potrebbero derivare svantaggi a suo carico. I motivi possono essere, ad esempio, l’eccessivo alternarsi di subaffittuari, sovraffollamento, cambiamento di destinazione dell’immobile, inquinamento acustico o fastidio ad altri inquilini.

Non applichi prezzi esagerati

Se offre il suo appartamento tramite Airbnb, non può applicare prezzi eccessivi. Tuttavia, può chiedere un supplemento ragionevole per la pulizia e il mobilio.

Osservi i divieti di uso improprio

In alcune città, prima di subaffittare un alloggio occorre fare richiesta non solo al proprietario, ma anche all’autorità competente. Si informi attentamente: se nel suo caso il subaffitto non è consentito, può rischiare una multa salata. 

Pattuisca una cauzione

Durante la presenza degli ospiti l’appartamento potrebbe subire dei danni. Nella posizione di locatore non è tenuto a stabilire una cauzione. Se però desidera andare sul sicuro può richiedere un deposito cauzionale e reclamarlo nel caso vi sia la necessità di riparare danni arrecati dall'ospite, specificando tutto nell'annuncio. Cliccando su questo link potrà avere tutti i dettagli su come funziona il deposito cauzionale tramite Airbnb.

Tenga conto delle tasse

Il reddito conseguito subaffittando l’alloggio deve essere tassato ed è soggetto a IVA; questo vale almeno nel caso in cui il valore del subaffitto supera quello dell’affitto principale. Per avere informazioni sicure in merito, si rivolga all’ufficio delle imposte competente.

Si attenga alle norme regionali

In alcune città o comuni vengono riscosse le tasse di soggiorno e altre tasse. Presti attenzione anche alle direttive antincendio regionali. 

Segnali gli ospiti stranieri

Secondo la legge sugli stranieri, la presenza di ospiti provenienti dall'estero deve essere segnalata. In linea di massima, prima di offrire il proprio appartamento in locazione conviene informarsi presso le autorità competenti del comune e presso la polizia cantonale. In questo modo potrà stare dalla parte dei bottoni ed evitare multe.

Sta ancora cercando l’appartamento dei suoi sogni per prenderlo in affitto?

Le saremo molto grati se vorrà partecipare al nostro sondaggio in materia di Airbnb. Grazie mille!