Leggi e diritti

Bilancio familiare: come tenere sotto controllo la situazione finanziaria

INFO
|
Come tenere le spese sotto controllo. E far piacere al portafogli! Foto: iStock.com/monkeybusinessimages

Assicurazioni, affitto, imposte... Quali costi fissi si dovranno sostenere quest’anno? E quanti soldi restano da spendere in abbigliamento e vacanze? Per evitare di finire con il conto in rosso, consigliamo di allestire un bilancio familiare. comparis.ch spiega a cosa bisogna prestare attenzione. 

A qualcuno sarà già capitato di essere a corto di soldi ma di avere ancora tanti giorni davanti a sé prima della fine del mese. Partire spontaneamente per il fine settimana, acquistare un nuovo televisore o un paio di sneaker alla moda: con i pagamenti rateali, i crediti convenienti e la possibilità di ordinare senza pagare in contanti, al giorno d’oggi è tremendamente semplice spendere soldi. E in men che non si dica si rimane al verde. Se si aggiungono poi le fatture per le assicurazioni e le imposte da pagare, la situazione finanziaria può farsi veramente critica. Solo negli ultimi anni i debiti delle famiglie sono aumentati del 40 per cento in Svizzera. E la tendenza è in aumento. In tutto ciò non è affatto impossibile difendersi dall’indebitamento eccessivo. Preparando un bilancio familiare realistico si possono evitare brutte sorprese. Un buon momento per farlo è l’inizio dell’anno. 

1° passo – Quali sono le principali voci di spesa fisse?

Per andare sul sicuro si devono prendere in considerazione dapprima le spese che si dovranno sostenere sicuramente. Tra queste figurano, per la maggior degli svizzeri, le assicurazioni, le spese di abitazione e le imposte, che già da soli equivalgono a circa la metà di tutte le spese domestiche. A questi si aggiungono poi l’abbigliamento, il vitto e anche le vacanze. 

Secondo «Budget consigli Svizzera», una famiglia con due bambini e un reddito netto mensile di 7000 franchi deve fare i conti con le seguenti voci di spesa principali.

Abitazione (incl. elettricità) = 1820 franchi (dovrebbe equivalere a circa ¼ delle entrate)

Cassa malati = circa 1100 franchi (assicurazione di base e assicurazione contro gli infortuni per i figli; più franchigia annuale di almeno 100 franchi e quota parte)

Vitto = 1050 franchi (in caso di figli a partire dai 12 anni di età, aggiungere fino a 100 franchi)

Imposte = circa 600 franchi (a seconda del luogo di residenza; v. ultima fattura fiscale)

2° passo – Quali sono le spese variabili?

Tra le spese variabili vi sono quelle per l’abbigliamento, i mezzi di trasporto, la specializzazione professionale, la cura dei figli, la comunicazione, le vacanze e gli accantonamenti (per imprevisti come riparazioni e altro). Le voci di spesa differiscono in base alla situazione abitativa (affitto/proprietà), al numero e all’età dei figli (cura/formazione), alla distanza dal luogo di lavoro (auto/trasporti pubblici), allo stile di vita personale (viaggi/hobby), ecc. Occorre determinarle in maniera individuale, meglio se sulla base di fatture e scontrini passati. Non dimentichiamo inoltre i pagamenti in contanti per il cinema, il ristorante, la pulizia, ecc.

3° passo – Le uscite equivalgono alle entrate?

A questo punto si mettono a confronto le spese mensili complessive con le entrate previste (stipendi e altre fonti di reddito). Se già adesso il bilancio preventivo presenta un saldo negativo, occorre apportare delle modifiche. Quale voce di spesa è stata calcolata in eccesso? Dove si può risparmiare? Se dal bilancio preventivo risulta invece una situazione di pareggio, la base di calcolo è solida. A questo punto occorre confrontare alla fine del mese le spese preventivate con quelle effettive. Eventuali discrepanze significative salteranno immediatamente all’occhio.

Consigli per risparmiare soldi

C’è un grosso buco nel bilancio familiare? Forse bisognerebbe riconsiderare attentamente tutte le spese. Si trova sempre il modo di risparmiare da una parte o dall’altra. Ecco alcuni consigli utili.

Shopping

  • Mai senza lista della spesa
  • Non andare mai al supermercato a stomaco vuoto
  • Non farsi tentare da (presunte) offerte speciali
  • Ripensare bene ai prodotti che si vogliono acquistare
  • Confrontare i prezzi su Internet

Telecomunicazioni

  • Se la fattura del cellulare è salata, passare a una flatrate. In questo modo si possono fare telefonate e inviare SMS in maniera illimitata. 
  • Navigate spesso su Internet oppure utilizzate il cellulare prevalentemente per telefonare? Forse c’è un’offerta più vantaggiosa per voi. Consultate il confronto di telefonia mobile su comparis.ch.

Cassa malati

  • Sebbene nell’assicurazione di base tutte le casse malati coprano le medesime prestazioni, i premi sono diversi tra loro. Pertanto può convenire cambiare cassa malati. In questo modo una famiglia può arrivare a risparmiare facilmente un importo a quattro cifre. Ma qual è la cassa malati più conveniente? Qui potete farvi un quadro aggiornato della situazione.
  • A seconda dell’età e dello stato di salute personale è possibile eventualmente risparmiare anche aumentando la franchigia.

Mobilità

  • La bicicletta è il mezzo di trasporto più conveniente e al tempo stesso più ecologico. Aiuta inoltre a tenersi in forma.
  • Chi non può rinunciare all’automobile, può trovare forse un’assicurazione più conveniente per il proprio mezzo. comparis.ch vi permette di confrontare le assicurazioni auto.

Informazione interessante: i libri contabili digitali

I tradizionali libri contabili in cui si possono scrivere a mano le uscite e le entrate sono disponibili nei negozi di cartoleria e nei grandi magazzini. Più comodi però sono i libri contabili digitali, che infatti permettono non solo di pianificare il bilancio ma anche di scovare costi nascosti. L’offerta spazia da modelli in formato Excel a calcolatori di budget online come Budget consigli Svizzera fino ad applicazioni come «Il mio budget» o «Allarme-Budget» di K-Tipp in collaborazione con saldo, Spendere Meglio e L’Inchiesta.