Aspetti da tenere presente per il riscatto di un’ipoteca


Ha stipulato l’ipoteca già da molto tempo e ora si trova a doverla riscattare? comparis.ch le mostra gli aspetti da considerare.

Riscatto: tutti i passi in sintesi

  1. Trovare il momento giusto per riscattare l’ipoteca.
  2. Informarsi sugli attuali tassi d’interesse degli istituti finanziari (confronto offerenti).
  3. Rivolgersi agli istituti finanziari di sua scelta per avere un’offerta (se possibile tutte nello stesso giorno per garantire la possibilità di confronto) oppure richiedere offerte, gratis e in modo semplice, tramite il nostro servizio partner HypoPlus
  4. Gli istituti finanziari le inoltrano le loro offerte.
  5. Lei sceglie un istituto finanziario e disdice (se necessario) la sua vecchia ipoteca.
  6. Viene firmato il nuovo contratto.
  7. Il nuovo istituto finanziario richiede la sua cartella ipotecaria al vecchio offerente.
  8. Una volta ricevuta la cartella ipotecaria il nuovo istituto finanziario rimborsa il denaro e l’ipoteca a questo punto è riscattata.

Non le piace confrontare e negoziare oppure alla fine non ha la certezza che il servizio offerto dall’istituto finanziario sia quello di cui ha bisogno?  Non succede soltanto a lei. Per questo HypoPlus si assume il compito di confrontare tra loro più di 50 banche, assicurazioni, casse pensioni e fondi d’investimento e negoziare le offerte. Il servizio partner di comparis.ch contratta le condizioni più vantaggiose grazie a collaborazioni pluriennali con gli istituti finanziari e trova la migliore soluzione per la sua ipoteca. 

 

Quando è il momento giusto?

Un’ipoteca di durata fissa può essere rinegoziata al più tardi alla scadenza. Nel caso di un’ipoteca a tasso variabile può risultare ragionevole passare a un’ipoteca a tasso fisso per assicurarsi bassi tassi d’interesse a lungo termine. Il momento migliore per passare a un’altra ipoteca dipende dal modello ipotecario attuale e dalle condizioni stabilite nel contratto. Le ipoteche a tasso variabile presentano un termine di disdetta che, a seconda dell’istituto di finanziamento, varia da tre a sei mesi. La situazione è diversa per le ipoteche a tasso fisso e per le ipoteche del mercato monetario: In questo caso la durata, e quindi la scadenza del contratto, è predeterminata. Il recesso anticipato dal contratto potrebbe non essere possibile o esserlo solamente dietro pagamento di una penale per disdetta anticipata che, nella maggior parte dei casi, corrisponde ad un importo maggiore di quello che si potrebbe risparmiare con interessi più bassi. Recedere dal contratto anticipatamente, quindi, non è quasi mai conveniente.

Informarsi

Anche se si è già molto ferrati in materia di ipoteche, conviene occuparsi a fondo delle questioni principali ancora una volta, ponendosi alcune domande. La mia situazione di rischio o le mie condizioni di vita sono cambiate? Eventuali variazioni influiscono sui piani a lungo termine, sulle tasse o sulla previdenza? Quanto meglio si è informati, tanto meglio è possibile trovare l’ipoteca che si adatta alla propria situazione di vita anche sul lungo termine.

Confrontare

L’istituto finanziario precedente sarà felice di sottoporre un’offerta al cliente. E se finora le esperienze con la propria banca sono state positive, probabilmente il cliente non ha nessun motivo per voler cambiare. Le nuove condizioni saranno quasi sicuramente migliori di quelle precedenti, cosa che data l’attuale situazione dei tassi non è poi così difficile. Non bisogna però mai accettare senza riflettere la prima offerta della propria banca. È opportuno raccogliere altre offerte di vari finanziatori, metterle a confronto e contrattare poi con la propria banca. In fondo è un peccato escludere ad altri finanziatori la possibilità conquistare un nuovo cliente. Fare un confronto conviene in ogni caso.

Assicurarsi tassi convenienti in anticipo

Sussiste inoltre la possibilità di fissare le condizioni del finanziamento fino a 12 mesi in anticipo. Il finanziamento, in tal caso, rincara del cosiddetto supplemento forward e si parla quindi d’ipoteca forward o ipoteca a termine. Di fronte a interessi crescenti, una tale garanzia può essere conveniente, anche se non è vantaggioso fissare un tasso con più di 12 mesi di anticipo, in quanto l’importo del supplemento sarebbe troppo alto.

 

 

Indietro


Richiesta di offerta personalizzata

HypoPlus, un servizio partner di comparis.ch, confronta tutti gli istituti e trova per lei l’offerta migliore.

Richiedere offerte


Altri temi che potrebbero interessarle