Crediti privati

Il credito privato dalla A alla Z

INFO
|
Spiegazione dei principali termini tecnici in materia di credito privato. Foto: iStock.com/efks

Dalla A alla Z: comparis.ch spiega i principali termini tecnici più importanti da conoscere quando si parla di credito privato.

Affidabilità creditizia

Con affidabilità creditizia viene l’attesa morale di pagamento del beneficiario o del richiedente di un credito, quindi la sua volontà di ripagare puntualmente il credito privato, interessi compresi. Per la valutazione dell’affidabilità creditizia si prendono in genere in esame vari fattori di rischio quali l’età, la nazionalità, il permesso di soggiorno e la frequenza con cui si cambia domicilio e posto di lavoro nonché la morale di pagamento in passato.

Ammortamento

L’ammortamento indica il rimborso dell’importo del credito messo a disposizione dal concessionario al beneficiario. Nella maggior parte dei casi il rimborso consiste in importi parziali mensili.

Aumento del credito

Un aumento del credito è un incremento dell’importo del credito in corso. Dato che in questo caso si stipula un nuovo contratto di credito, di norma è richiesta un’altra verifica della solvibilità.

Capacità creditizia

La Legge sul credito al consumo (abbreviata LCC) rappresenta la base legale per la concessione di crediti privati in Svizzera. Stabilisce inoltre contenuto e forma del contratto, diritti e doveri delle parti e il tasso d’interesse massimo autorizzato e ha lo scopo di tutelare il beneficiario del credito da un indebitamento eccessivo. Importante:
un credito privato può essere rimborsato in qualunque momento.

Credito privato

Il credito privato, nel linguaggio comune chiamato anche credito al consumo, è un prestito con interessi da parte di un concessionario di credito commerciale:

  • di importo a partire da 500 franchi (i crediti privati sottostanno alla Legge sul credito al consumo nel caso in cui non superino l’importo di 80’000 franchi);
  • di durata superiore a tre mesi;
  • non coperto direttamente o indirettamente da garanzie immobiliari o da sicurezze o valori patrimoniali sufficienti;
  • usato esclusivamente per scopi privati.

I crediti privati sottostanno alla Legge sul credito al consumo.

Crowdlending

Il crowdlending è una forma di mediazione del credito che consente il prestito di denaro da molti privati ad altri privati o aziende per un determinato progetto. Il prestito avviene principalmente su apposite piattaforme internet, chiamate piattaforme di mercato online.

Debito residuo

Il debito residuo o il saldo residuo indica l’importo di denaro che il beneficiario di un credito dovrebbe ancora pagare a chi ha concesso il credito nel caso il cui il contratto venisse rescisso oggi. È costituito dall’importo del credito non ancora ammortizzato e dall’insieme di tasse e e interessi che si presentano per il credito, ma che non sono ancora stati pagati.

Durata

Per durata si intende il termine entro cui il credito sarà totalmente rimborsato. Per i crediti privati la durata varia in genere tra 12 e 60 mesi. La lunghezza della durata determina l’importo delle rate mensile e influisce sui costi complessivi del credito.

Legge sul credito al consumo

La Legge sul credito al consumo (abbreviata LCC) rappresenta la base legale per la concessione di crediti privati in Svizzera. Stabilisce inoltre contenuto e forma del contratto, diritti e doveri delle parti e il tasso d’interesse massimo autorizzato e ha lo scopo di tutelare il beneficiario del credito da un indebitamento eccessivo.

Rata mensile

La rata mensile è l’importo di denaro che il beneficiario di un credito deve pagare ogni mese a chi concede il credito. È costituita dal tasso d’interesse nominale e da una quota di ammortamento.

Rimborso anticipato

L’articolo 17 della Legge sul credito al consumo concede al beneficiario di rimborsare il suo credito privato già prima della scadenza della durata concordata. In tal caso gli interessi per la durata del credito non più utilizzata non devono essere pagati. Il beneficiario del credito ha inoltre diritto a una riduzione corrispondente dei rimanenti costi del credito. 

Riscatto / Rinegoziazione

Per riscatto di un credito si intende il saldo della rata del debito residuo di un credito privato esistente con il denaro proveniente da un nuovo credito. In questo modo i titolari di un credito cercano, in genere, di trarre vantaggio da migliori condizioni di tasso da parte di altri istituti finanziatori, La Legge sul credito al consumo (LCC) stabilisce infatti che i crediti privati in corso possano essere rimborsati in anticipo in qualsiasi momento.

Tasso d’interesse

Il tasso d’interesse è il compenso che il beneficiario di un credito deve pagare a chi concede il credito per aver messo a disposizione il denaro. Nell’ambito del credito privato si fa distinzione tra tasso d’interesse nominale e tasso d’interesse effettivo.

Tasso d’interesse effettivo

Il tasso d’interesse effettivo, definito anche tasso annuale effettivo, corrisponde ai costi totali di un credito (tasso d’interesse nominale più l’aggiunta di tutti gli altri costi che si presentano alla concessione di un credito come le tasse amministrative).

Tasso d’interesse massimo

Il tasso d’interesse massimo è il tasso d’interesse più alto autorizzato per i crediti privati in Svizzera. Viene definito dal Consiglio federale nell’Ordinanza concernente la legge sul credito al consumo (OLCC) e fa riferimento al tasso di riferimento effettivo.

Tasso d’interesse nominale

Il tasso d’interesse nominale, definito anche tasso annuale nominale, indica gli interessi annuali da pagare per un credito. A differenza del tasso d’interesse effettivo, comprende soltanto gli interessi da pagare e nessun altro costo che si presenta alla concessione di un credito come le tasse amministrative.

Solvibilità

La solvibilità, anche chiamata solvenza, indica con quale probabilità il beneficiario del credito o il richiedente è in grado di ripagare puntualmente il credito. Comprende due elementi: la capacità creditizia e l’affidabilità creditizia. La solvibilità del beneficiario di un credito viene valutata nell’ambito di una verifica della solvibilità.

Verifica della solvibilità

Per la verifica della solvibilità il concessionario di un credito valuta la solvibilità del beneficiario o del richiedente di un credito. Con la verifica della solvibilità si ottiene un cosiddetto Credit Score, determinante per la concessione di credito e per la definizione delle condizioni.

ZEK – Centrale per informazioni di credito

La Centrale per informazioni di credito (ZEK) è l’ente di informazione svizzero per tutte le operazioni in ambito di credito, leasing e carte di credito. La banca dati della ZEK raccoglie informazioni relative alla solvibilità di chi richiede e di chi riceve crediti privati e le tiene salvate per un determinato periodo di tempo. Queste informazioni sono consultabili da tutti i concessionari di credito professionali in Svizzera.