Assicurazione

Rischio parcheggio: cosa rimborsa in realtà l’assicurazione

INFO
|
Chi scopre un bollo o un graffio sulla sua nuova auto deve preoccuparsi della copertura dei costi. Foto: istock

È davvero irritante: entrare velocemente in un negozio, ritornare all’auto e scoprire un graffio profondo sulla propria vettura. E dei colpevoli non c’è alcuna traccia! Per fortuna interviene ora l’assicurazione danni di parcheggio. Almeno si spera. O forse no? comparis.ch informa per quanto concerne la copertura, i limiti di costi e le esclusioni.

Piccoli danni di parcheggio, grande fattura

Da un bollo per avere aperto la porta dell’auto senza attenzione, a un graffio dovuto ad un carrello della spesa perso di vista per un momento, fino all’ammaccatura causata dal vicino di parcheggio che se ne è andato senza dire nulla: che il danno sia piccolo o grande, la riparazione costa subito alcune centinaia di franchi. Oppure in questo caso interviene l’assicurazione? comparis.ch risponde alle domande principali.

Quando risarcisce un’assicurazione danni di parcheggio?

L’assicurazione danni di parcheggio copre i sinistri all’auto parcheggiata e causati da terzi sconosciuti. Se, al contrario, si conosce il responsabile del danno, deve essere chiamata in causa l’assicurazione responsabilità civile di quest’ultimo oppure la propra assicurazione casco totale. Quindi, anche le strisciate fatte nel parcheggiare accanto a un pilastro o eventi simili non sono considerati danni di parcheggio e vengono coperti dall’assicurazione casco totale.

I danni di parcheggio non sono già inclusi nella casco? 

Sì e no. Graffi e bolli sono coperti dalla casco totale, mentre la casco parziale nella maggior parte dei casi non li copre.

Se avviene una collisione, ossia se qualcuno causa danni all’auto parcheggiata e se ne va, allora interviene la casco collisione, ovvero la casco totale. Qui vi sono ora due possibilità. 

  • Se la copertura per danni di parcheggio è stata stipulata extra all’assicurazione casco, il sinistro può essere risarcito attraverso l’assicurazione danni di parcheggio. Il vantaggio è che così non si presenta la franchigia e neanche la perdita di bonus. Infatti, l’assicurazione danni di parcheggio può essere stipulata anche senza franchigia.
  • Se non si possiede un’assicurazione danni di parcheggio, il sinistro è risarcibile attraverso la casco collisione, ossia la casco totale. Ciò comporta però il declassamento del bonus e viene applicata anche la franchigia pattuita (in genere tra 500 e 1’000 franchi). È possibile tutelarsi contro un aumento del livello di bonus in caso di sinistro attraverso la protezione bonus assicurata in aggiunta.

E se non ho una copertura casco totale?

Per chi non possiede alcuna casco totale e desidera però assicurare i sinistri non dovuti ad una collisione, come ad esempio bolli e graffi, allora è consigliabile un’assicurazione danni di parcheggio complementare. Infatti, questa risarcirebbe le spese in un caso simile. Per un’assicurazione danni di parcheggio, oltre alla responsabilità civile, deve essere di regola stipulata almeno anche la casco parziale.

Come mi posso tutelare dal vandalismo?

Nella maggior parte dei casi, le assicurazioni casco parziale risarciscono se i vandali distruggono lo specchietto retrovisore, l’antenna, i tergicristalli o altri elementi decorativi, se bucano i pneumatici, se rompono la capotta dell’auto decappottabile o anche se pitturano la vernice o sporcano con spray e versano sostanze nocive nel serbatoio dell’auto.

Tuttavia, in caso di grandi eventi come il G20 ad Amburgo oppure le proteste del 1° maggio a Zurigo, per i proprietari delle auto danneggiate è difficile ottenere un rimborso dei danni. Ciò dipende dal fatto che gli assicuratori escludono di regola nelle loro condizioni generali ribellioni, disordini interni, proteste, rivolte e violenze.

Quanto può costare il danno?

Il rimborso si differenzia molto, in quanto ogni assicurazione offre modelli diversi. Questo interessa da un lato il numero di sinistri annuale e, dall’altro, l’importo massimo per ogni sinistro. Come sono le varianti di copertura nel dettaglio? Cosa è bene esaminare: la gamma va da un danno di parcheggio all’anno con limite di costo di 1’000 franchi, fino ad un numero illimitato di danni di parcheggio con copertura illimitata dei costi.

In modo conseguentemente proporzionale sono diversi anche i premi assicurativi. La conclusione di Comparis: prima di stipulare un’assicurazione danni di parcheggio, si consiglia di verificare dettagliatamente i prodotti, i modelli e i premi.

Chi non può stipulare un’assicurazione danni di parcheggio?

Nella maggior parte dei casi, le società assicurative prevedono un limite di età, ossia solo per i veicoli ad esempio fino a cinque anni di esercizio può essere stipulata un’assicurazione danni di parcheggio. Il requisito indispensabile è che l’auto deve essere in condizioni perfette.