Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Comparis

Menu

ImmobiliBuoni motivi per una riduzione dell’affitto
Leggi e diritti

Buoni motivi per una riduzione dell’affitto

25.04.2016

Si ha diritto a una riduzione dell’affitto in caso della diminuzione del tasso di riferimento o se l’immobile presenta difetti.

Non soltanto l’attuale tasso d’interesse di riferimento può essere un motivo per una riduzione dell’affitto: infatti, anche se l’appartamento in affitto presenta difetti che, nonostante solleciti, non sono ancora stati risolti, si ha diritto a una riduzione dell’affitto.

L’importo della riduzione deve tuttavia essere valutato di caso in caso. Esistono comunque motivi plausibili che giustificano il diritto a una riduzione permanente o temporanea dell’affitto. Per legge, infatti, un immobile in affitto deve fungere allo scopo per cui è stato affittato.

Difetti per usura normale: compito del proprietario

Se l’immobile presenta difetti non causati dall’inquilino, è il proprietario a doversene occupare. Nel caso in cui non adempi al proprio obbligo nei termini definiti, l’inquilino ha diritto a esigere una riduzione dell’affitto fino a quando il problema non sarà risolto. Questo non vale però per piccole riparazioni che costano meno di 150 franchi e che può fare con semplicità l’affittuario. La responsabilità per tutti i difetti e i danni dovuti alla normale usura è del proprietario.

Sono possibili ingenti riduzioni dell’affitto

L’associazione inquilini ha pubblicato una lista che si riferisce alle sentenze relative a casi in cui è stata concessa una riduzione dell’affitto. In passato è stato fatto valere molte volte il diritto a una riduzione dell’affitto a causa di difetti dell’immobile. A seconda del tipo e dell’importanza del difetto, la riduzione può variare dal 5 al 50 per cento:

  • temperatura dell’ambiente non sufficiente
  • umidità/infiltrazioni d’acqua eccessive (per es. cantina, soffitti, finestre)
  • pecche minori (per es. sporco nell’ingresso, tappezzeria che si stacca, danni al parquet)
  • rimozione di alcuni elettrodomestici o elementi funzionali (per es. lavastoviglie, camino, ascensore)
  • lavori di rinnovo e ristrutturazione nel condominio (per es. interruzione dell’acqua, rumore, polvere, sporco)
  • cantieri nel vicinato (per es. rumore, vibrazioni, mancanza di luce di giorno a causa della costruzione di un nuovo edificio).

Consigli su come procedere

In generale è sempre consigliabile in prima istanza mettersi in contatto con il proprietario. Se con questo primo passo non si ottengono risultati, bisogna procedere diversamente.

  • Ogni volta che si presenza una mancanza, comunicarla al proprietario (assicurandosi di avere le prove e facendo foto) ed effettuare personalmente le piccole riparazioni.
  • In caso di comunicazione scritta del difetto, indicare il termine e attendere la reazione del proprietario. A seconda del difetto una risposta può richiedere in genere fino a 14 giorni.
  • Se il proprietario non reagisce o non in modo soddisfacente, richiedere consulenza e, se necessario, far intervenire le autorità di conciliazione.

Bassi tassi di riferimento = bassi affitti?

Se il tasso ipotecario diminuisce, i proprietari possono trarre vantaggi finanziari. Solo raramente però trasferiscono questi risparmi sugli affittuari. L’attuale fase di bassi tassi ha conseguenze molto differenti sul budget di affittuari e proprietari. Gli affittuari dovrebbero pertanto essere proattivi e richiedere una riduzione dell’affitto per iscritto. I modelli per una lettera di riduzione dell’affitto da inviare al proprietario e un calcolatore dell’affitto sono disponibili su comparis.ch e sul sito dell’associazione degli inquilini.

La riduzione dell’affitto richiesta in seguito a una variazione del tasso di riferimento (eventualmente anche un aumento) sarà valida a partire dal primo termine di disdetta possibile.

Articoli correlati

Inizio pagina

Newsletter

Per ricevere sempre le ultime novità sulle possibilità di risparmio e i consigli degli esperti in tema di salute, finanza e tasse.

Con la registrazione dichiaro di essere d'accordo con l'elaborazione dei dati in base alla Dichiarazione sulla protezione dati di comparis.ch.

comparis.ch
  • Tutto su Comparis

  • Media

  • Offerte di lavoro

Social Media
Lingue
  • DE
  • FR
  • IT
  • EN
  • Contatti
  • Protezione dati
  • Informazioni legali
  • Colofone

© 1996–2021 comparis.ch SA, Birmensdorferstrasse 108, 8003 Zurigo, +41 44 360 52 62