Leggi e diritti

Grigliate sul balcone: cosa è permesso e cosa no?

CONSIGLIO
| Di Frédéric Papp |
Foto: iStock / g-stockstudio

Le grigliate sul balcone generano fumo, odori e rumori che possono infastidire i vicini. Comparis spiega come fare per evitare problemi con i vicini e il locatore.

Salsicce, bistecche e verdure: appena le temperature salgono, eccole già pronte sul grill. Chi abita in affitto e non ha un giardino, deve ricorrere al balcone o al terrazzo. Ma è permesso?

Grigliate sul balcone: cosa prevede il contratto di affitto?

Secondo il diritto di locazione, sostanzialmente grigliare sul balcone è permesso, poco importa se si usa un grill elettrico, a gas o a carbonella. L’amministrazione condominiale non può proibire agli inquilini di accendere un barbecue sul balcone, ma può ad esempio vietare l’utilizzo di un grill a carbonella e consentire soltanto l’impiego di una griglia elettrica o a gas. Tutti i divieti contenuti nel regolamento condominiale devono basarsi sull’oggettività e sulla proporzionalità, e non devono interferire troppo con la vita privata dell’inquilino. Il contratto di affitto deve inoltre far riferimento al regolamento condominiale. Gli inquilini hanno diritto di grigliare sul balcone o sulla terrazza solo se rispettano l’obbligo di diligenza e di riguardo per i vicini. È quindi consigliabile limitare quanto più possibile le emissioni di fumo e rispettare le ore di riposo notturno.

La violazione dell’obbligo di riguardo può comportare una diffida da parte dell’amministrazione condominiale e, nel peggiore dei casi, una disdetta del contratto di locazione. Prima di acquistare un grill conviene dunque dare un’occhiata al regolamento del condominio e al contratto di affitto. Se non riguardo alle grigliate sul balcone non è prevista alcuna limitazione, l’amministrazione non può vietare in un secondo momento di utilizzare ad esempio un grill a carbonella, a meno che l’inquilino non accetti espressamente la modifica del contratto. Se si vuole organizzare una grigliata negli spazi comuni, è meglio mettersi prima d’accordo con i vicini in modo da evitare eventuali discussioni.

Trovare un appartamento con balcone

Grill a carbonella, a gas o elettrico: qual è il più adatto?

Il grande svantaggio del grill a carbonella è il fumo talvolta tanto intenso e acre che può infastidire i vicini. I grill verticali, invece, emanano una minor quantità di fumo. In alternativa, si può anche optare per un LotusGrill: grazie a un sistema di ventilazione interno alimentato a batteria, il carbone viene scaldato velocemente e senza quasi nessuna emissione di fumo.

Grigliate sul balcone senza fumo? Ecco alcuni consigli

Per godere appieno della bella stagione e delle saporite pietanze alla griglia, conviene attenersi alle regole seguenti:

  • Avere riguardo per i vicini e gli altri inquilini.
  • Utilizzare un grill a basse emissioni di fumo, come ad esempio il LotusGrill.
  • Ridurre il fumo fastidioso del grill a carbonella:
    • impiegando l’accendifuoco in modo parsimonioso;
    • adattando la quantità di carbone a quella del cibo da grigliare;
    • evitando di utilizzare legna bagnata o trattata;
    • raccogliendo il grasso e la marinata in una vaschetta raccogligocce.
  • Se si vuole restare all’aperto anche dopo le ore 22, bisogna moderare il volume delle conversazioni e rinunciare alla musica.