Premi assicurativi

1,2 milioni di assicurati potrebbero ridurre i loro premi tra il 40 e il 53% nel 2019

ANALISI
|
Anche se i premi nel 2019 sono aumentati sono di poco, molti assicurati possono risparmiare grazie a un cambio.

In Svizzera gli adulti pagano in media 4’715 franchi all’anno per l’assicurazione di base. Benché nel 2019 i premi della cassa malati aumenteranno in media solo dell’1,2%, 1,2 milioni di adulti potrebbero ridurre l’onere dei premi del 40% e oltre cambiando cassa malati, franchigia ed eventualmente modello assicurativo. Il Canton Appenzello Interno è in testa alla classifica con un potenziale di risparmio di oltre il 53%, ossia 2’264 franchi. Questi sono i risultati di un’analisi condotta dal servizio di confronto comparis.ch.

L’aumento dei premi inferiore alla media pari all’1,2% per l’assicurazione di base nel 2019 ha fatto tirare un sospiro di sollievo. Né l’aumento medio dei premi né quello individuale, tuttavia, rivelano qual è l’effettivo potenziale di risparmio. L’analisi dei premi malattia per il 2019 da parte di comparis.ch dimostra che, considerando solo le casse malati leader di mercato in Svizzera, 1,2 milioni di assicurati potrebbero quasi dimezzare i premi nel 2019. 

Si tratta di una somma notevole: con un importo medio annuo di 4’715 franchi, infatti, i premi dell’assicurazione di base rappresentano un’importante voce di bilancio nel portafoglio degli svizzeri. Le persone assicurate nel Canton Appenzello Interno usufruiscono del massimo potenziale di risparmio: qui gli assicurati con modello standard di CSS possono risparmiare oltre il 53% o 2’264 franchi nel 2019 se passano al modello Medico di famiglia di Concordia e aumentano la franchigia da 300 a 2’500 franchi.

1,2 milioni di persone potrebbero risparmiare il 40% e oltre sui premi dell’assicurazione di base

Secondo l’analisi di Comparis, l’anno prossimo 1,2 milioni di adulti con assicurazione di base in Svizzera potranno risparmiare il 40% e oltre passando da uno dei leader di mercato del proprio cantone a uno dei cinque assicuratori più economici, cambiando eventualmente modello assicurativo e aumentando la franchigia da 300 a 2’500 franchi. Ciò non vale solo per chi è assicurato con modello standard. Anche ben 442’000 assicurati con un modello assicurativo alternativo possono sfruttare questo potenziale di risparmio. Altre 411’333 persone possono risparmiare il 40% e oltre nell’assicurazione di base persino senza cambiare cassa, soprattutto in caso di modello standard e franchigia di 300 franchi.

Con una franchigia di 300 franchi è possibile ridurre i premi di oltre il 20%

Molte persone assicurate hanno buone ragioni per non cambiare modello, franchigia o persino cassa malati contemporaneamente. Ciononostante, potrebbero realizzare un risparmio tra il 20 e il 40%. Oltre 309’000 persone potrebbero per esempio usufruire di questo potenziale se cambiassero cassa e modello pur mantenendo una franchigia di 300 franchi. Circa 15’000 persone assicurate ridurrebbero i costi dei premi del 20% e oltre anche solo cambiando la propria cassa malati o cambiando modello restando presso lo stesso assicuratore.

«Dato che il panorama delle casse malati è in continuo movimento, conviene confrontare i premi ogni anno, anche se si è già assicurati con un modello alternativo» afferma Felix Schneuwly, esperto di assicurazione malattia presso Comparis. Soprattutto questi assicurati dovrebbero verificare quali case malati includono anche il proprio medico di famiglia in un modello più vantaggioso.

Gli assicurati con modello Medico di famiglia risparmiano soprattutto cambiando cassa malati

Le persone già assicurate con un modello alternativo, soprattutto con quello del Medico di famiglia e una franchigia di 300 franchi, dovrebbero pensare fuori dagli schemi. Scegliendo una delle cinque casse più economiche del cantone, possono ottenere una riduzione massima sui premi pari al 20,5%; per esempio a Neuchâtel passando da Sanitas ad Assura. Ma anche altrove, cambiare cassa malati riduce notevolmente l’onere dei premi. A Zurigo, per esempio, le persone assicurate con il modello Medico di famiglia di Swica risparmiano il 16% dei premi, ovvero 859 franchi, se passano allo stesso modello di Assura. Gli abitanti di Ginevra risparmiano il 18% se passano da Avenir ad Assura e quelli di Basilea-Città il 19% se passano da Vivao Sympany ad Assura.

Il modello HMO è spesso il più economico presso la propria cassa malati

Cambiando modello è possibile risparmiare molto anche senza cambiare cassa. Presso i leader di mercato, gli assicurati con modello standard risparmiano al massimo passando al modello HMO. A livello svizzero, gli assicurati con modello standard di Swica e franchigia di 300 franchi risparmiano di più se passano al modello HMO nei cantoni di Basilea-Città, Zurigo, Basilea-Campagna, Appenzello Interno, Appenzello Esterno, San Gallo, Soletta, Ticino e Zugo.

Oltre al prezzo conta anche la qualità del servizio

«Per la scelta della cassa malati, il fattore centrale non dovrebbe tuttavia essere solo il prezzo. Quando cambiano cassa, gli assicurati dovrebbero anche prestare particolare attenzione alla soddisfazione dei clienti nei confronti degli assicuratori» afferma Schneuwly. In questo contesto è consigliabile dare un’occhiata al voto ottenuto in merito. «La copertura dell’assicurazione di base è definita per legge ed è identica presso tutte le casse malati. Ma la qualità del servizio può essere molto diversa» afferma l’esperto di Comparis. E questo non si limita solo alla presenza di una linea di assistenza telefonica o al numero di filiali. «Presso molte casse malati più economiche vale il principio del “terzo garante” per le prestazioni ambulatoriali«. Ciò significa che le persone assicurate devono anticipare l’importo della fattura per ogni prestazione medica obbligatoria.