Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Assicurazioni

Comparis

Menu

ImmobiliTraslocoAbitare e traslocare ai tempi del coronavirus: cosa c’è da sapere?
Trasloco

Abitare e traslocare ai tempi del coronavirus: cosa c’è da sapere?

03.02.2021

Foto: iStock / AntonioGuillem

Il giorno del trasloco si avvicina e le domande sono molte: posso ancora trasferirmi durante la crisi del coronavirus? Le imprese di traslochi e di pulizia lavorano ancora? Devo pagare l’affitto anche se non posso ancora trasferirmi? Comparis risponde alle domande più importanti sul tema trasloco, abitazioni e immobili.

  • Imprese di traslochi e pulizia
  • Trasloco con amici
  • Acquisto di immobili
  • Ispezioni di immobili

Le imprese di traslochi e di pulizia possono di nuovo lavorare senza limitazioni?

Sì, le imprese di traslochi e pulizia possono di nuovo lavorare normalmente, ma si devono però attenere alle disposizioni igienico-sanitarie emesse dall’Ufficio federale della sanità pubblica. Gli addetti al trasloco devono mantenere la distanza minima dai clienti. Si raccomanda tuttavia che gli inquilini appartenenti a una categoria a rischio non siano presenti al momento del trasloco o della pulizia dell’appartamento.

Il trasloco può essere effettuato in gruppo, per esempio con gli amici?

Gli amici possono aiutare durante il trasloco. Se durante il trasloco sono presenti amici che non si conoscono tra di loro, bisogna assicurare il tracciamento. È importante attenersi per quanto possibile alle raccomandazioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) attualmente in vigore.

Sono un tecnico del suono, lavoro come freelance e non ricevo quasi più incarichi. Posso posticipare il pagamento dell’affitto?

Per il periodo di chiusura o limitazione delle attività a causa della pandemia di coronavirus, i locatari dei locali commerciali hanno versato il 40% della pigione. Il rispettivo progetto di legge del Consiglio federale è stato respinto dal Consiglio nazionale e dal Consigliere agli Stati nella sessione invernale 2020. Conviene quindi cercare di trovare soluzioni individuali con il proprio locatore.

Come fare se voglio vendere adesso il mio immobile?

Attualmente si può intraprendere qualsiasi attività purché vengano rispettate le direttive sanitarie emanate dal Consiglio federale. Attività come la pubblicazione di annunci, l’elaborazione di un piano o mansioni amministrative possono essere svolte anche online. L’ispezione dell’immobile può ancora avvenire di persona, a patto che ci si attenga alle direttive del Consiglio federale. Un’alternativa potrebbe essere una visita virtuale tramite video. La vendita di immobili non è semplice nemmeno quando non ci si trova in piena pandemia di coronavirus. Chi desidera vendere il proprio immobile farebbe meglio a informarsi in anticipo. Solo così si avrà successo con la propria vendita. Qui si trovano le risposte a molte altre domande sul tema vendita immobiliare.

Cosa ci dice la storia sulle conseguenze di una crisi sul mercato immobiliare?

La correzione dei prezzi riguarda in particolare gli immobili commerciali. Finora i prezzi per le abitazioni di proprietà a uso proprio sono rimasti stabili se non addirittura aumentati.

Se desidero acquistare un immobile e recarmi prima sul posto per ispezionarlo e valutarne l’acquisto, posso farlo?

Attualmente l’ispezione di un immobile non rientra in nessuna delle norme con cui il Consiglio federale intende contrastare la diffusione del coronavirus. In ogni caso, durante una visita deve essere mantenuta la distanza di almeno 1,5 metri. Alcuni agenti immobiliari, tuttavia, hanno sospeso le visite in loco oppure offrono la possibilità di prendere visione dell’immobile in questione servendosi di videochiamate.

Altre domande sul tema coronavirus? Qui sono disponibili ulteriori informazioni sul tema cassa malati, condizioni lavorative, previdenza e viaggi. Inoltre, al link seguente sono disponibili maggiori informazioni sull’argomento crediti privatipagamento continuato del salario, ipoteche e PMI.

Articoli correlati

Inizio pagina

Newsletter

Per ricevere sempre le ultime novità sulle possibilità di risparmio e i consigli degli esperti in tema di salute, finanza e tasse.

Con la registrazione dichiaro di essere d'accordo con l'elaborazione dei dati in base alla Dichiarazione sulla protezione dati di comparis.ch.

comparis.ch
  • Tutto su Comparis

  • Media

  • Offerte di lavoro

Social Media
Lingue
  • DE
  • FR
  • IT
  • EN
  • Contatti
  • Protezione dati
  • Informazioni legali
  • Colofone

© 1996–2021 comparis.ch SA, Birmensdorferstrasse 108, 8003 Zurigo, +41 44 360 52 62