Prestazioni

Occhiali per bambini: che cosa copre la cassa malati?

INFO
|
Buone notizie per i genitori: le casse malati contribuiscono ai costi per gli occhiali per bambini. Foto: iStock / grinvalds

Molti bambini necessitano di supporti per la vista, ma gli occhiali e le lenti a contatto possono essere costosi. È quindi un bene che le casse malati contribuiscano al finanziamento, anche nel caso di lenti a contatto per adolescenti attenti al proprio look.

La miopia è in aumento in tutto il mondo. Il numero di bambini colpiti cresce anche in Svizzera. Comparis risponde alle principali domande sul tema occhiali per bambini e casse malati:

La cassa malati partecipa ai costi degli occhiali per bambini?

Sì. Gli ausili visivi per bambini e adolescenti fino a 18 anni compiuti sono coperti dall’assicurazione di base.

L’assicurazione per l’invalidità (AI) paga senza quota parte la maggior parte delle prestazioni mediche relative alle infermità congenite, fin quando la persona assicurata ne soffre. Ma al massimo fino all’età di 20 anni. Lo stesso vale anche per le disabilità visive.

A quanto ammonta il contributo della cassa malati per gli occhiali per bambini?

Per un paio di occhiali o per lenti a contatto, bambini e adolescenti che necessitano di un ausilio visivo ricevono dall’assicurazione di base della cassa malati 180 franchi all’anno. Per ricevere i soldi dalla propria cassa, ogni anno è necessario presentare la ricetta di un oculista. La cassa malati versa questo importo fino al compimento del 18o anno di età.

In caso di problemi alla vista molto gravi o di malattie, l’assicurazione di base paga importi maggiori per occhiali e lenti a contatto, indipendentemente da età e sesso della persona assicurata. Ciò vale per esempio per problemi alla rifrazione oculare, modifiche dopo operazioni o malattie della cornea: in questi casi occorre rivolgersi alla propria cassa malati o all’oculista curante.

Consiglio di Comparis: i genitori dovrebbero tenere d’occhio qualsiasi possibile difetto della vista dei propri figli. La maggior parte dei problemi alla vista vanno corretti durante l’infanzia per evitare un ulteriore peggioramento dell’acutezza visiva.

Per i supporti visivi occorre pagare una quota parte?

Sì, le prestazioni per occhiali e lenti a contatto, come le altre prestazioni dell’assicurazione di base, prevedono la partecipazione ai costi. Chi per il proprio figlio ha scelto una franchigia superiore a zero franchi, paga l’importo della franchigia scelta e in più la quota parte del 10%.

Quale franchigia conviene stipulare per i bambini?

Per bambini e adolescenti si consiglia di stipulare una franchigia di zero franchi. Perché? Lo sconto che si ottiene per una franchigia maggiore è esiguo. Inoltre, generalmente con i bambini le visite mediche sono più frequenti.

Conviene stipulare un’assicurazione complementare per gli occhiali per bambini?

Solitamente gli occhiali con correzioni e le lenti a contatto costano più di 180 franchi. Un’assicurazione complementare può quindi convenire. Un confronto tra casse malati è essenziale, poiché le prestazioni delle assicurazioni complementari variano da cassa a cassa.

La cassa malati partecipa anche ai costi degli occhiali per gli adulti?

La risposta si trova nel nostro articolo «Occhiali: quando conviene un’assicurazione complementare?».