Comparis
Newsletter
it

Assicurazioni

Auto e moto

Immobili

Credito e ipoteche

Salute e previdenza

Altri servizi

Comparis

Menu

Salute e previdenzaPrevidenza per la vecchiaia

Previdenza per la vecchiaia

Decidere oggi la serenità di domani

La previdenza è un tema complesso. Grazie al calcolatore previdenziale di Comparis si può ottenere nel giro di un solo minuto una prima panoramica della propria situazione finanziaria durante la vecchiaia, in caso di invalidità o decesso.

Il suo anno di nascita

Il suo reddito lordo annuale (in CHF)

  • Risparmiare sulle tasse grazie al 3° pilastro

  • Proteggere se stessi e i propri cari

  • Proseguire lo standard di vita in pensione

Il principio dei 3 pilastri in sintesi

Il sistema previdenziale svizzero si basa sul principio dei tre pilastri:
questo significa che alla previdenza provvedono lo Stato, il datore di lavoro e ogni singolo individuo.

Il primo pilastro ha lo scopo di garantire il minimo esistenziale a chi va in pensione.
Qui sono assicurate tutte le persone che vivono o lavorano in Svizzera.
Il versamento dei contributi nel secondo pilastro spetta al datore di lavoro e ai dipendenti.
Ciò significa che ogni persona risparmia un avere di vecchiaia individuale.
La previdenza privata, infine, è costituita dal 3° pilastro.
Qui ognuno è libero di decidere se accumulare altri risparmi per la vecchiaia.

Per molte persone le prestazioni del primo e del secondo pilastro non sono sufficienti, ecco perché si consiglia di investire per tempo nel terzo pilastro.

Calcolatori e servizi:
Al calcolatore di imposte
Al confronto dei tassi d’interesse
Al calcolatore previdenziale


1o pilastro: previdenza statale
Comprende l’Assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS), l’Assicurazione invalidità (AI) ed eventuali prestazioni complementari (PC). Il primo pilastro ha lo scopo di garantire il minimo esistenziale ed è obbligatorio per tutta la popolazione. Maggiori informazioni sul 1o pilastro
2o pilastro: previdenza professionale
Insieme alla Legge sull’assicurazione contro gli infortuni, la previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità (LPP) costituisce il 2o pilastro ed è obbligatoria per i dipendenti con un reddito annuo a partire da 21’330 franchi. Le prestazioni della previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità, insieme al 1o pilastro (AVS/AI), hanno lo scopo di permettere agli assicurati di mantenere il tenore di vita abituale. Maggiori informazioni sul 2o pilastro
3o pilastro: previdenza privata
Il 3o pilastro è un complemento al 1o e al 2o pilastro. Con i risparmi privati o l’acquisto di una proprietà abitativa è possibile colmare eventuali lacune previdenziali. Il 3o pilastro è facoltativo. Si distingue tra:

  • pilastro 3a : previdenza vincolata
    I prodotti previdenziali vincolati (conti 3a, fondi previdenziali, polizze di previdenza) sono disponibili presso fondazioni di previdenza, a loro volta collegati a istituti bancari o compagnie assicurative. Gli investimenti nel pilastro 3a godono di agevolazioni fiscali.

  • pilastro 3b: previdenza libera
    Il pilastro 3b è la previdenza libera e con questo facoltativa, che comprende i conti risparmio e altri conti bancari, assicurazioni sulla vita, titoli, proprietà abitative ecc. A differenza del pilastro 3a, il pilastro 3b non è deducibile dalle imposte. È tuttavia più flessibile e non rivolto esclusivamente a chi percepisce un reddito soggetto ai contributi AVS.

Previdenza per la vecchiaia: a cosa prestare attenzione?

Il problema delle lacune previdenziali
Attualmente le prestazioni pensionistiche ammontano ancora al 60% circa del reddito originario percepito prima della cessazione dell’attività lavorativa. I dati empirici dimostrano tuttavia che occorre disporre del 70-80% circa dell’ultimo reddito per poter mantenere lo standard di vita abituale anche dopo il pensionamento. Per non far fronte a eventuali lacune previdenziali è quindi necessario rafforzare la propria posizione previdenziale. Maggiori informazioni
Lacune previdenziali: come e quando si verificano
Il nostro sistema sociale è stato costituito quando la nostra società era ben diversa da quella odierna: i divorzi e i genitori single erano meno frequenti, c’erano meno persone non sposate e meno coppie omosessuali. Il modello del lavoro a tempo parziale era pensato soprattutto per le donne sposate. Non è dunque un caso che siano proprio queste le categorie di persone meno tutelate a livello previdenziale. Nel corso degli anni sono stati apportati alcuni adattamenti, ma la necessità di una previdenza privata individuale è ancora elevata. Soprattutto chi appartiene a una delle categorie di persone summenzionate, quindi, dovrebbe provvedere a informarsi quanto prima e a richiedere una consulenza previdenziale indipendente.
Calcolare eventuali lacune previdenziali
Il calo del tasso di natalità, i tassi di interesse negativi e l’aumento dell’aspettativa di vita sono fattori che non era possibile prevedere quando, nel secolo scorso, è stato costituito il nostro sistema sociale. Ciò ha portato a un continuo aumento delle lacune previdenziali. Per questo informarsi il prima possibilesulla previdenza per la vecchiaia è una necessità imprescindibile. Il nostro calcolatore offre una sintesi della propria situazione economica di domani nel giro di un solo minuto. Calcolare la lacuna previdenziale

Situazione di vita

Consigli per i giovani

Il futuro è una grande incognita... oppure no? Per i giovani contano soprattutto flessibilità e indipendenza, ma in termini economici non è mai troppo presto per iniziare a pensare alla propria previdenza. Ecco perché.
Consigli per i giovani

Viaggiare senza pensieri

Prendersi una lunga aspettativa dal lavoro, spesso per intraprendere un lungo viaggio oppure per girare il mondo, è un sogno che oggi sempre più persone riescono a realizzare. Ma in che modo assentarsi dal lavoro influisce sulla previdenza? Ecco tutte le risposte.

Chi ben comincia è a metà dell’opera

Le decisioni di oggi determinano il futuro economico di domani. Quando si parla di previdenza, bisogna dotarsi di tanta disciplina e costanza. Comparis spiega come trovare la strategia più adatta alle proprie esigenze e ai propri obiettivi.

La previdenza giusta per le famiglie

Chi ha la responsabilità di una famiglia si pone domande sul tema previdenza di carattere più specifico. Ecco quali sono le soluzioni individuali più adatte a seconda delle esigenze.

Il sogno di una casa propria grazie alla previdenza

Prelevare il patrimonio dalla previdenza privata permette di realizzare più facilmente il sogno di una casa tutta per sé. Ecco a cosa bisogna prestare attenzione.

Lavoro indipendente e responsabilità individuale

L’autonomia lavorativa significa anche assumersi la responsabilità di molte questioni, tra cui la propria previdenza per la vecchiaia. Chi vuole provvedere per il proprio futuro deve avere più disciplina e approfondire le proprie conoscenze in materia. Ecco qualche consiglio utile.

Pensionamento: come prepararsi al meglio

La situazione economica di chi va in pensione può cambiare molto e sono le decisioni di oggi che determinano il tenore di vita dopo il pensionamento. Ecco di cosa tenere conto.

Pensionamento... e poi?

Il traguardo è sempre più vicino e l’età del pensionamento è quasi raggiunta, ma bisogna ancora decidere se riscuotere il capitale risparmiato in una volta sola oppure se optare per il versamento di una rendita mensile. Spieghiamo come prendere la giusta decisione.

Consulenza gratuita in ambito previdenziale

Il tema della previdenza per la vecchiaia è complesso e spesso manca il tempo per approfondire tutti i dettagli. Allora perché non approfittare della consulenza del nostro servizio partner Optimatis?
I nostri esperti contano su una solida esperienza e dispongono di tutte le informazioni necessarie. Richieda subito una consulenza senza impegno.

Optimatis, servizio partner indipendente di Comparis, e i suoi consulenti qualificati effettueranno insieme a lei un’analisi sistematica per fare il punto della situazione. Optimatis trova la soluzione previdenziale più adatta alle sue esigenze tra le molteplici presenti sul mercato. Vale dunque la pena rivolgersi a un esperto indipendente.

Richieda subito una consulenza e un esperto provvederà a contattarla personalmente. Durante il colloquio potrà decidere se accettare o meno le soluzioni proposte e in che modo procedere.