Assicurazione

Assicurazione auto: come funziona la disdetta straordinaria

INFO
|
Ha deciso di cambiare assicurazione auto e straccia il contratto. Questo può avvenire per varie ragioni. Foto: iStock / djiledesign

Possono esservi varie ragioni per cambiare l’assicurazione auto, ad esempio se un’altra compagnia le offre maggiore convenienza, affidabilità, celerità, oppure un insieme di tutte queste cose. Chi tuttavia desidera cambiare assicurazione deve assolutamente tenere presente il termine di disdetta.

Vuole disdire l’assicurazione auto e stipularne un’altra? Prudenza però: le polizze di assicurazione auto hanno non soltanto una durata contrattuale fissa, ma anche un termine di disdetta predefinito

che può variare da una compagnia assicurativa all’altra. In genere, tale termine di disdetta corrisponde a tre mesi. Spesso il termine della durata contrattuale è il 31 dicembre. Tuttavia bisogna tenere presente che il termine non coincide necessariamente con il cambio d’anno. Se infatti la scadenza dell’assicurazione è entro il 31 gennaio 2017 con termine di preavviso di tre mesi, la disdetta deve essere inviata entro il 31 ottobre dell’anno precedente (ecco una panoramica dei termini di disdetta).

La disdetta al di fuori dei termini stabiliti: quattro casi

Nei quattro casi seguenti i clienti hanno il diritto di recedere dal contratto al di fuori dei termini stabiliti.

Sinistro 

Praticamente nessuno è a conoscenza del fatto che, dopo un sinistro, il contratto possa essere disdetto da entrambe le parti. 

Disdetta da parte dell’assicurato: è possibile fino al più tardi 14 giorni dopo che la società ha comunicato che coprirà i danni. La copertura si estingue non appena la disdetta perviene presso l’assicurazione. I premi già pagati in anticipo per tutto l’anno vengono rimborsati proporzionalmente. Eccezione: se il sinistro avviene nel corso del primo anno assicurativo oppure se si tratta di un danno totale. 

Cambio del veicolo

Chi acquista un’auto (nuova o usata) può cambiare in ogni momento compagnia assicurativa. I premi già pagati vengono rimborsati all’assicurato in modo proporzionale.

Modifica dei premi

La compagnia assicurativa può modificare i premi o le Condizioni generali di assicurazione (CGA) a partire dal successivo anno assicurativo. L’assicurazione è in ogni caso tenuta a rendere note le nuove condizioni al più tardi 25 giorni prima della scadenza dell’anno assicurativo in corso. 

Se la persona assicurata non è d’accordo può disdire il contratto a partire dalla fine dell’anno assicurativo in corso. Alcune assicurazioni prevedono la possibilità di disdetta anche in caso di riduzione dei premi. Nelle Condizioni generali di assicurazione (CGA) della relativa compagnia assicurativa si trovano informazioni dettagliate in merito. Attenzione però: la lettera di disdetta deve essere in possesso dell’assicurazione al più tardi l’ultimo giorno dell’anno assicurativo in corso.

Cambio del proprietario

Se vi è passaggio di proprietà del veicolo con relativo trasferimento della targa a un’altra persona, passano al nuovo proprietario anche diritti e doveri dell’assicurazione. L’auto è assicurata fin dal primo giorno. Il nuovo proprietà ha la facoltà di stipulare una nuova polizza assicurativa entro 14 giorni dal trasferimento del libretto di circolazione. L’assicurazione precedente cessa non appena la nuova compagnia assicurativa è riportata sul libretto di circolazione. Per contro, l’assicurazione casco termina al momento del cambio di proprietario e il premio viene rimborsato proporzionalmente al proprietario precedente.