Vendita di immobili

Vendita di un immobile: tutto su provvigioni e commissioni degli agenti immobiliari

CONSIGLIO
|
Gli agenti immobiliari sono di grande aiuto durante il processo di vendita di un immobile.

Vendere un immobile è un processo che richiede molto tempo. In più, il proprietario deve affrontare grandi sfide. Affidarsi a un agente immobiliare permette di agevolare la procedura di vendita. Ma a quanto ammontano in tal caso le spese e a cosa bisogna prestare attenzione? Comparis risponde a queste e altre domande sul tema.

Verificare che la provvigione richiesta sia corretta

La provvigione che un agente immobiliare può richiedere oscilla tra il 2 e il 3% del prezzo di vendita stabilito. Per determinarne l’importo preciso bisogna tra le altre cose considerare il tipo di proprietà, la zona in cui si trova l’immobile e il prezzo di vendita. In generale, quanto più è alto il prezzo di vendita, tanto più è bassa la provvigione dell’agente immobiliare. Grazie alla valutazione immobiliare online di Comparis è possibile scoprire il valore indicativo del proprio immobile.

Di solito il proprietario paga la provvigione all’agente immobiliare una volta che il notaio ha certificato la stipula del contratto di vendita. Nella provvigione può essere inclusa anche l’imposta sugli utili da sostanza.

Alcuni mediatori addebitano per i loro servizi commissioni mensili di diverse centinaia di franchi, indipendentemente dall’esito della vendita. Con questo modello di remunerazione c’è il rischio che l’intermediario sia meno motivato a vendere rapidamente l’immobile.

Consiglio: è meglio ingaggiare agenti immobiliari che richiedono il compenso solo una volta concluso l’affare. Su Comparis si può trovare facilmente un intermediario certificato.

Richiedere una lista dettagliata delle commissioni

Gli agenti immobiliari svolgono diversi compiti durante la procedura di vendita, come ad esempio una valutazione dettagliato dell’immobile, la realizzazione di un dossier di vendita completo con foto professionali e la pubblicazione dell’annuncio su diversi portali immobiliari. Organizzano inoltre gli appuntamenti con i potenziali acquirenti, conducono le trattative di vendita e svolgono su richiesta mansioni notarili. I mediatori professionali non addebitano costi aggiuntivi per servizi che riguardano il normale processo di vendita e indicano le proprie prestazioni in modo trasparente.

Consiglio: è utile verificare quali servizi sono inclusi nella provvigione e per quali mansioni potrebbero essere addebitate commissioni aggiuntive. Prima di firmare il contratto, quindi, è importante richiedere una lista con tutte le spese previste. In questo modo si evita che il mediatore addebiti in un secondo momento costi aggiuntivi per altri servizi svolti.