Assicurazione

Come risparmiare sui costi dell’assicurazione auto

INFO
|
Foto: iStock / yattaa

Attualmente, a causa del coronavirus molti lavorano meno o ricorrono al telelavoro. In una situazione del genere, chi possiede un’auto la usa poco. L’assicurazione, però, va pagata lo stesso. È comunque possibile risparmiare? Comparis spiega come fare.

Uno dei fattori presi in considerazione per il calcolo del premio dell’assicurazione auto è la probabilità che si verifichi un sinistro. Chi non usa l’auto a causa dell’emergenza coronavirus, ha meno probabilità di causare danni. Tuttavia, non si ottiene alcun rimborso dalla compagnia assicurativa. Comparis offre consigli per risparmiare lo stesso sull’assicurazione auto.

Depositare le targhe presso l’ufficio della circolazione stradale

La sua auto rimane a lungo in garage? Allora può depositare le targhe presso l’ufficio cantonale della circolazione stradale. In questo modo sono sospesi anche gli effetti dell’assicurazione e lei ottiene un rimborso parziale del premio già pagato. Una volta restituite le targhe, il periodo di deposito inizia il giorno successivo. L’ammontare del rimborso varia in base alla compagnia assicurativa: alcune restituiscono una quota pro rata sull’intero periodo di deposito, altre una percentuale. Si informi presso la sua assicurazione per sapere quale base di calcolo viene applicata. Chieda inoltre quali sono le eventuali spese amministrative da sostenere.

Il deposito viene gestito dall’ufficio della circolazione stradale del suo cantone di domicilio. Al momento è consigliabile restituire la targa per posta. In casi del genere è poi l’ufficio della circolazione stradale di competenza a informare direttamente l’assicurazione. Il procedimento dura circa cinque giorni. A seconda della compagnia potrebbe essere utile contattare l’assicuratore appena inviate le targhe.

Se sceglie il deposito, oltre alla quota del premio assicurativo ottiene un rimborso pro rata della tassa sui veicoli a motore. Tenga comunque presenti anche in questo caso eventuali tasse aggiuntive (ad esempio Zurigo: 30 franchi per la rimessa in vigore, Ginevra: 20 franchi per il deposito e 20 franchi per la rimessa in vigore).

Adeguare la polizza assicurativa alle proprie esigenze

Anche se usa l’auto come prima o addirittura di più, a seconda della polizza in futuro può comunque risparmiare sui costi assicurativi. Dia uno sguardo al suo contratto: spesso, infatti, è possibile migliorarlo, soprattutto se è da molto che non se ne occupa. Le tre misure seguenti aiutano a ridurre i costi.

  • Passare dalla casco totale alla casco parziale: se la sua auto ha più di 4 anni può prendere in considerazione un cambio di copertura, da una casco totale a una casco parziale. A seconda del valore del veicolo, infatti, per auto più vecchie non conviene pagare il premio per un’assicurazione casco totale, che nella maggior parte dei casi è piuttosto elevato. Qui trova maggiori informazioni sul tema casco totale e parziale.
  • L’assicurazione infortuni per passeggeri spesso non serve: se ha un contratto di lavoro dipendente in Svizzera, escluda questa copertura dalla sua polizza. In Svizzera, infatti, i lavoratori sono già assicurati contro gli infortuni tramite il datore di lavoro.
  • Escludere anche la copertura «oggetti trasportati»: la sua assicurazione mobilia domestica include anche il «furto semplice all’esterno»? Allora può rinunciare alla copertura «oggetti trasportati» nell’assicurazione auto. Attenzione: gli oggetti trasportati che vengono danneggiati a causa di un incidente sono inclusi nell’assicurazione mobilia domestica solo tramite la copertura All Risk.

A differenza della sospensione delle targhe, un adeguamento della polizza può richiedere più tempo. È necessaria infatti una disdetta ordinaria. Oltre che alla scadenza del contratto, una disdetta straordinaria è possibile in quattro casi.

Il nostro consiglio: in caso di disdetta, prenda in esame altre offerte assicurative. Negli ultimi anni, soprattutto grazie a nuovi prodotti e all’ingresso sul mercato di nuove compagnie assicurative, ci sono stati grandi cambiamenti nei premi.

Vantaggi per i conducenti con modelli Pay as you drive

Gli automobilisti che hanno scelto un cosiddetto modello assicurativo «Pay as you drive» possono fare a meno di depositare le targhe, dato che i premi si calcolano sui chilometri effettivamente percorsi e di solito si pagano su base mensile. Se al momento l’automobile è per lo più in garage, anche il premio assicurativo per questo mese sarà inferiore.