Assicurazione complementare

«Reparto comune in tutta la Svizzera»: economico e per molti logico

INFO
|
Il «reparto comune in tutta la Svizzera» è l’assicurazione complementare preferita dagli svizzeri. Foto: iStock.com/sudok1

Il supplemento «reparto comune in tutta la Svizzera» è l’assicurazione complementare preferita dagli svizzeri. E la cosa non stupisce dato che è anche la più economica. Ma a chi servono davvero le prestazioni che offre? Il complemento copre i costi aggiuntivi che si presentano se la persona assicurata viene ricoverata in un ospedale fuori dal cantone di domicilio, nonostante la stessa prestazione sia offerta, appunto, anche nel proprio cantone. Per molte persone conviene. E per lei?

La prestazioni ospedaliere presentano un’infinità di dettagli e spesso dietro alle postille si nascondono brutte sorprese. Ecco perché può capitare che solo con una lettura più attenta ci si accorga come mai potrebbe tornarci utile un’assicurazione per le cure fuori dal proprio cantone. Proponiamo quindi di affrontare con questo articolo le questioni più importanti inerenti all’assicurazione complementare.

Perché è così importante in quale cantone abito?

Quando si viene ricoverati non è solo la cassa malati a coprire i costi. Anche il cantone di domicilio partecipa alle spese con il 55 per cento di ogni forfait per caso. Affinché il cantone possa fissare la differenza tra cure interne ed esterne al cantone, stabilisce un prezzo di base di riferimento. Nei singoli cantoni il prezzo di base può variare a seconda dell'ospedale. In breve, per lo stesso tipo di operazione alcuni ospedali guadagnano di meno e altri guadagnano di più. Alcuni cantoni prendono come prezzo di riferimento il prezzo di base più basso del cantone, per scoraggiare i pazienti sprovvisti di assicurazione complementare «reparto comune in tutta la Svizzera» ad avvalersi, appunto, di degenze fuori dal cantone di domicilio.

Riceverò tutte le cure di cui ho bisogno?

Per chi possiede un’assicurazione di base sono coperte finanziariamente tutte le cure necessarie dal punto di vista medico, ovvero che sono «efficaci, appropriate ed economiche» secondo la legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal). Punto. Se le cure necessarie non sono offerte nel cantone in cui si risiede, ovviamente si può ricorrere a quelle offerte in un altro cantone. Tuttavia, la maggior parte delle cure standard è garantita in quasi ogni cantone. E quindi di solito il cantone vuole che i propri residenti rimangano a curarsi lì. 

Assicurazione di base: vige la libera scelta dell'ospedale?

Sì, ammesso che non risulti più cara che nel cantone di domicilio. Gli affiliati a un’assicurazione di base possono farsi curare in tutta la Svizzera in ogni ospedale provvisto di reparto comune che figura nella lista degli ospedali del cantone. Determinati cantoni includono nelle proprie liste anche alcune case di cura extracantonali. Ma non tutti gli ospedali con reparto comune sono presenti in tutte le liste dei cantoni. Ci sono cliniche private, i cosiddetti ospedali partner, ad esempio, che non sono su nessuna lista di ospedali perché non dispongono di un reparto comune. Queste cliniche accettano infatti solo pazienti con assicurazioni ospedaliere che includono il reparto semiprivato o privato, oppure addirittura pazienti benestanti che arrivano dall’estero.

Devo pagare qualcosa in più per le cure fuori dal cantone di domicilio?

È possibile. Spesso le cure negli ospedali centrali o universitari sono più care di quelle negli ospedali regionali. Nei primi di solito si effettuano anche gli esami e gli interventipiù complicati. Spesso capita dunque che i pazienti che presentano complicazioni vengano trasferiti in ospedali centrali o universitari. Per quanto riguarda i costi il cantone di domicilio e la cassa malati (assicurazione di base) pagano solo il forfait per caso in base alla tariffa di riferimento del cantone di domicilio. Se quindi un paziente decide di propria volontà, senza che vi sia necessità medica e senza assicurazione ospedaliera complementare «reparto comune in tutta la Svizzera», di farsi operare in un costoso ospedale della lista situato fuori dal proprio cantone, deve pagare la differenza di tasca propria.

E allora perché non rimango semplicemente nel mio cantone?

Se si abita vicino al confine di un cantone, si lavora nel cantone limitrofo e forse si hanno parenti e amici in questo altro cantone, è possibile che una degenza ospedaliera exracantonale abbia i propri vantaggi, anche senza che ve ne sia necessità medica. Spesso sono anche i medici, gli amici o i conoscenti a consigliare un determinato ospedale fuori dal proprio cantone di domicilio. Alcuni cantoni poi non includono nelle proprie liste la clinica adeguata per tutti i tipi di cura. Soprattutto quando si tratta di casi più complicati, come trapianto di organi o operazioni cardiochirurgiche.

Basti pensare ad esempio alla chirurgia cardiovascolare nel cantone Argovia, dove un quarto di tutti i casi viene curato in altri cantoni. E la cosa non sorprende perché si tratta di operazioni complesse. Gli specialisti in materia operano solo in pochi centri. Anche Aarau ha un reparto di cardiochirurgia, ma i centri maggiori di cardiologia si trovano a Basilea, Berna e Zurigo. A seconda di dove si vive nel cantone Argovia, questi centri non sono nemmeno più lontani di Aarau.

Come faccio ad evitare brutte sorprese di costi altissimi?

Quando si sa di dover andare in ospedale e si pianifica una degenza ospedaliera, si richiede alla propria cassa malati una garanzia di assunzione dei costi per l’ospedale che si desidera e al medico cantonale del proprio cantone l’assunzione delle spese. Dopo di che si può capire quale è la situazione. Il medico cantonale può approvare che siano assunti tutti i costi anche se si richiede di essere curati in un altro cantone. Tuttavia, una domanda del genere crea un lavoro non indifferente, che potrebbe essere risparmiato con un’assicurazione complementare ospedaliera «reparto comune in tutta la Svizzera».

Quanto costa un’assicurazione complementare di questo tipo?

A seconda di dove si vive e dell’età, l’assicurazione complementare «reparto comune in tutta la Svizzera» si può ottenere già per 2.40 franchi al mese. Ciò fa di questo complemento l’assicurazione ospedaliera complementare più economica, molto più del reparto semiprivato. Per sapere quanto costa l’assicurazione complementare basta cliccare su questo link.

Devo avere assicurazione di base e complementare presso la stessa cassa?

No. Le assicurazioni di base e complementare possono essere stipulate presso casse malati diverse. Molti assicuratori, tuttavia, fanno dipendere l’accettazione all’assicurazione complementare dal presupposto che si sia affiliati all’assicurazione di base. Altre assicurazioni offrono sconti affinché i due contratti siano stipulati presso la stessa cassa. In ogni caso, conviene confrontare contemporaneamente assicurazione di base e complementare.

Quante persone possiedono un’assicurazione complementare?

Il 78 per cento di tutti gli assicurati in Svizzera possiede un’assicurazione complementare alla cassa malati. Questi i dati ottenuti da un sondaggio di comparis.ch. Le prestazioni per l’assicurazione complementare si scelgono alla carta. Il 44 per cento del totale ha scelto il modulo «reparto comune in tutta la Svizzera». Ed ecco quindi che questo conveniente complemento risulta l’assicurazione complementare preferita in Svizzera.

Nei cantoni con le città più grandi questa assicurazione complementare non serve?

Nei cantoni Basilea, Berna e Zurigo si riesce a trovare quasi ogni cura possibile. Anche con l’assicurazione di base è molto raro che ci si debba spostare in un altro cantone per beneficiare di cure, anche se si tratta di quelle altamente specialistiche. Se si rimane per tutta la vita in questi cantoni, quindi, in linea di massima il complemento «reparto comune in tutta la Svizzera» non serve. Ma cosa succede se poi un giorno si decide di andare a vivere in campagna?

E se vivo in campagna il complemento mi serve?

Nella maggior parte dei territori di campagna conviene stipulare il complemento assicurativo «reparto comune in tutta la Svizzera». Pagando un premio ridotto si ha più scelta, senza dover faticare troppo e senza dover passare dalla visita del medico cantonale.

Per l’assicurazione complementare è necessario passare un esame medico?

Le assicurazioni complementari non accettano chiunque si presenti. Prima di essere accettati si deve rispondere a un questionario sulla propria salute. A partire dai 50 anni è piuttosto improbabile che si possa essere accettati. L'assicurazione complementare «reparto comune in tutta la Svizzera» è così economica che si può stipulare da giovani e mantenerla per sempre.

In caso di emergenza devo rientrare nel mio cantone di domicilio?

In caso di emergenza viene rimborsato tutto anche se non ci si trova nel proprio cantone. Per gli assicurati, con o senza assicurazione complementare, viene addebitata in tutti gli ospedali solo una tariffa forfettaria giornaliera che attualmente, nel 2018, ammonta a 15 franchi al giorno. Il motivo di questa cifra sono i costi della vita che si presenterebbero anche se fossimo a casa nostra.

Un complemento di questo tipo offre anche altri vantaggi?

Quasi tutte le assicurazioni offrono per le proprie assicurazioni complementari l’elemento «reparto comune». Molti offrono anche di più rispetto alla libera scelta al di fuori del proprio cantone. Alcuni aumentano anche la copertura in caso di degenze ospedaliere all’estero oppure riconoscono un importo maggiore per cure balneari e rigeneratrici.

«Reparto comune in tutta la Svizzera»: economico e per molti logico

L’assicurazione complementare reparto comune in tutta la Svizzera è l’assicurazione complementare preferita dagli svizzeri, e a ragione. Garantisce anche agli abitanti dei cantoni di campagna un comodo accesso alla medicina di alto livello delle regioni centrali. La cosa migliore è stipulare l’assicurazione quando si è ancora giovani. Forse in quel momento non serve ancora, ma il premio è conveniente ed è possibile permetterselo anche con un reddito basso. Una volta che si ha, poi non è più necessario passare l’esame medico per ottenere questo complemento.