Glossario

Cambiare cassa malati: importante da sapere


In Svizzera è possibile cambiare cassa malati dopo aver disdetto la precedente assicurazione malattia. Vigono tuttavia disposizioni diverse per il cambio dell’assicurazione di base e dell’assicurazione complementare. L’assicurazione di base può essere disdetta ogni anno entro la fine di novembre. Legga nel dettaglio come procedere.

Confrontare le casse malati e risparmiare

  • Confrontare premi e prestazioni nel nostro confronto dell’assicurazione malattia e controllare a quanto ammonta il proprio potenziale di risparmio annuale.
  • Verificare se, nell’ambito dell’assicurazione di base, possa essere vantaggioso un cambio della franchigia e, in base alla situazione personale, prendere eventualmente in considerazione un modello assicurativo alternativo. Sia una franchigia più elevata sia un modello assicurativo alternativo permettono grandi risparmi sui premi.
  • Richiedere una o più offerte dalle casse malati da selezionate. Le offerte possono essere richieste in tutta semplicità online, direttamente nel nostro confronto dei premi delle casse malati.
  • Controllare attentamente le offerte ricevute e richiedere l’affiliazione alla cassa malati che si preferisce con il modulo allegato. Per quanto concerne l’assicurazione di base le casse malati sono obbligate ad accettare tutte le richieste di affiliazione senza limitazioni. Nel caso di un’assicurazione complementare, al contrario, il richiedente deve compilare un questionario sulla salute e le casse malati non sono obbligate ad accettarne l’affiliazione.

 

Disdetta della cassa malati

Disdetta dell’assicurazione di base

Come cambiare l’assicurazione di base entro il 30.11.2018

  1. Confrontare le casse malati, i modelli e le franchigie con il confronto dell’assicurazione malattia di comparis.ch
  2. Richiedere direttamente offerte gratuite e senza impegno
  3. Dare la disdetta all’assicurazione di base per raccomandata tramiteil modulo per la disdetta entro il 30.11.2018 (non fa fede il timbro postale)
  4. Stipulare una nuova assicurazione di base entro il 30.12.2018
  5. L’assicurazione di base cambierà a partire dal 1° gennaio 2019

Attenzione: la disdetta deve pervenire all’attuale cassa malati entro il 30 novembre. L’assicurazione di base può anche essere disdetta prima di aver ricevuto la conferma di accettazione della nuova assicurazione malattia, in quanto lo stato di salute non ha alcuna influenza sull’accettazione nell’ambito della copertura di base; per cui può cambiare cassa malati anche se sta seguendo cure mediche.

Cambio di assicurazione a partire dal 1° gennaio

L’assicurazione deve rendere noti i nuovi premi al più tardi il 31 ottobre. All’interno della notifica deve specificare il diritto di disdetta della persona assicurata. L’assicurazione può essere disdetta entro il 30 novembre. Esempio – Se si desidera cambiare l’assicurazione di base presso la cassa malati attuale, la disdetta deve pervenire a quest’ultima entro il termine massimo del 30 novembre. Non è rilevante se è stato aumentato il premio o se è stata stipulata una forma assicurativa particolare (rete sanitaria, modello HMO, modello Medico di famiglia, consulenza medica telefonica, franchigia a scelta, assicurazione bonus). La condizione necessaria e sufficiente è che la cassa malati abbia comunicato i nuovi premi approvati dall’UFSP prima del 31 ottobre. Importante: la disdetta deve pervenire all’assicuratore prima della data di scadenza. Ad essere determinante non è il timbro postale, ma la data in cui la disdetta perviene all’assicuratore. Il termine di disdetta è rispettato quando la disdetta perviene all’assicuratore al più tardi il giorno di scadenza fissato per legge (31 marzo, 30 novembre) durante l’orario d’ufficio. Una spedizione con raccomandata inserita nella cassetta delle lettere viene considerata ricevuta nel momento in cui viene ritirata con la posta. Dato che non sono da escludere dei ritardi, si consiglia di inviare la disdetta per raccomandata al più tardi entro metà marzo o metà novembre, in modo da avere una prova che la disdetta è stata fatta in tempo.

Cambio di assicurazione a partire dal 1° luglio

Chi dispone di un’assicurazione di base con franchigia ordinaria (adulti 300 franchi/bambini 0 franchi all’anno) e libera scelta del fornitore di prestazioni, può disdire la propria assicurazione malattia con decorrenza a partire dal 1° di luglio, rispettando il termine di disdetta di tre mesi. Ciò significa che, in questo caso, se si desidera cambiare l’assicurazione, la disdetta deve pervenire alla cassa entro il termine massimo del 31 marzo. Non è possibile cambiare assicurazione malattia a metà anno per chi dispone di una franchigia più alta (adulti 500-2500 franchi/bambini 100-600 franchi all’anno) oppure di una scelta limitata del fornitore di prestazioni (rete sanitaria, modello HMO, modello Medico di famiglia, consulenza medica telefonica) o ancora di un’assicurazione con bonus.

Se i premi aumentano durante il corso dell’anno, la cassa malati è tenuta a informare gli assicurati interessati entro la fine di aprile. In questo caso gli assicurati possono disdire il contratto entro la fine di maggio e cambiare cassa a partire dal 1° luglio.

Assicurazione con bonus presso la cassa malati attuale

Queste assicurazioni possono essere disdette solo dopo cinque anni dalla stipula, alla fine dell’anno civile e con un preavviso di tre mesi. In caso di comunicazione di un aumento del premio il termine di disdetta si riduce a un mese ma sempre con l’obbligo di contratto quinquennale.

Attenzione: in presenza di premi mensili arretrati un cambio di cassa malati potrebbe non essere possibile.

 

Disdetta dell’assicurazione complementare

Come cambiare l’assicurazione complementare 2018

  1. Confrontare le casse malati e le prestazioni con il confronto dell’assicurazione malattia complementare di comparis.ch
  2. Richiedere direttamente offerte gratuite e senza impegno
  3. Verificare il termine di disdetta dell’assicurazione complementare che si possiede al momento (in genere fino al 30.09.2018)
  4. Aspettare a disdire l’attuale assicurazione complementare fono alla conferma dell’accettazione da parte della nuova cassa malati
  5. Dare la disdetta all’assicurazione complementare per raccomandata tramite il modulo per la disdetta entro il 30.9.2018 (non fa fede il timbro postale)

Per l’assicurazione complementare le casse malati hanno la libertà di scegliere il termine di disdetta. Spesso il termine di disdetta comporta tempi più lunghi rispetto all’assicurazione di base (ad esempio 3 mesi per la disdetta con validità da fine anno, ovvero fine settembre). Se si vuole continuare ad avere la stessa assicurazione complementare ma presso una cassa malati più conveniente, conviene dare la disdetta solo dopo aver ricevuto la conferma di accettazione presso la nuova cassa, in quanto le assicurazioni complementari non sottostanno all’obbligo di accettazione. Se desidera disdire l’assicurazione di base, ma mantenere l’assicurazione complementare presso la vecchia cassa malati, è necessario comunicarlo chiaramente. La cosa migliore da fare è apportare un’annotazione nella lettera di disdetta: «Questa disdetta vale solo per l’assicurazione di base. La mia assicurazione complementare rimane presso la vostra cassa malati.»  

Termine di disdetta in caso di aumento del premio

Se il premio aumenta valgono le condizioni assicurative (es. 1 mese dalla comunicazione o entro la fine dell’anno). La disdetta è anche possibile in caso di un aumento del premio in seguito al passaggio in una fascia di età più alta.

Termine di disdetta in caso di premio invariato

I termini di disdetta per le assicurazioni complementari sono diversi. Determinate assicurazioni complementari hanno una durata minima pluriennale e un termine di disdetta di sei mesi. I termini di disdetta delle assicurazioni complementari sono riportati nelle Condizioni generali d’assicurazione per l’assicurazione complementare.

Consigli

  • Disdire la propria assicurazione complementare solo quando si ha la certezza di essere accettati dalla nuova cassa senza riserve. In caso contrario, si consiglia di disdire solo l’assicurazione di base.
  • Per le richieste di assicurazioni complementari le casse malati possono introdurre riserve a tempo determinato o indeterminato, se ritengono che il richiedente sia un “cattivo rischio” dal punto di vista dello stato di salute. In questi casi l’assicurato non ha diritto alle prestazioni assicurative per il trattamento della malattia contenuta nella riserva.
  • Compilando la richiesta di assicurazione, è opportuno rispondere alle domande sullo stato di salute in modo veritiero e completo. Le casse malati hanno diritto a presentare riserve anche a posteriori, se risulta che l’assicurato non ha risposto in modo veritiero o completo alle domande sul suo stato di salute.