Acquisto e leasing

Scandalo emissioni: acquistare un’auto diesel o no?

ANALISI
|
Rimane comunque aperto l’interrogativo se acquistare oggi un’auto diesel o no. Foto: istock

Critiche intense in merito al diesel: lo scandalo delle emissioni manipolate, i divieti di transito pianificati nelle grandi città tedesche e le prossime operazioni di modifica attraverso l’update del software portano a chiedersi se valga ancora la pena acquistare un diesel. In fin dei conti, fino a poco tempo fa l’auto diesel era considerata dai cittadini svizzeri una stella brillante nel cielo delle automobili. 

Nell’intero parco di veicoli nuovi acquistati, le auto diesel rappresentavano in Svizzera nel 2014 quasi il 40 per cento. Il modello più venduto: Skoda Octavia con aggregato diesel. Se nel 2016 la quota di veicoli diesel venduti si riduceva già del 2 per cento, in aprile 2017 scendeva addirittura di un quinto. Il crescente scetticismo nei confronti del motore ad autocombustione è stato evidenziato anche da uno studio di Comparis condotto nel marzo 2017. 

Nel pieno della discesa a picco, per gli acquirenti interessati al diesel vi sono aspetti che parlano sia a favore che contro l’acquisto. 

Quali sono i vantaggi

  • L’acquirente è in una posizione più forte: diverse fonti (fra le altre il portale mobile.de) hanno calcolato che, rispetto al 2016, nel 2017 in Germania il prezzo di un’auto diesel nuova è sceso dal 10 al 20 per cento. Anche se il calo di prezzo in Svizzera è meno accentuato, si ha un vantaggio di trattativa psicologico più forte.
  • Ammortamento più veloce: per molto tempo è stato valido il limite di 15’000 chilometri – a partire da questo numero di chilometri percorsi per anno conveniva acquistare un diesel. Se il prezzo di acquisto è più basso, allora il diesel è redditizio già al di sotto di questo valore. Tuttavia, non si deve perdere d’occhio il valore residuo.
  • Nuovi modelli: in autunno 2017 arriveranno sul mercato nuovi modelli conformi alla norma sulle emissioni euro6 d-Temp molto più severa. Chi desidera acquistare un’auto diesel nuova dovrebbe sceglierne una conforme al nuovo standard di emissioni.
  • Incentivi per permuta e rottamazione: costruttori automobilistici come Ford, BMW e Opel attirano la clientela con premi da 2000 ad addirittura 8000 euro per coloro che permutano la loro vecchia auto diesel con un nuovo modello più pulito. Anche in Svizzera.
  • Vantaggio nel consumo: mentre in passato i veicoli con motore diesel consumavano circa il 30 per cento in meno di carburante rispetto ai veicoli con motore a scoppio, grazie a motori a benzina sempre più perfezionati, oggi la differenza ammonta comunque ancora a circa il 20-25 per cento.

Quali sono gli svantaggi

  • Divieti di transito pianificati: le grandi città tedesche iniziano a introdurre i primi divieti di transito che potrebbero valere ad Amburgo, Stoccarda e Monaco di Baviera già il prossimo anno. Eventualmente si uniranno anche altre città. Anche in Svizzera, secondo uno studio di comparis.ch, il 50 per cento della popolazione ritiene possibile il divieto di transito per auto diesel.
  • Perdita di valore: pessima immagine, richieste in calo ed incertezze legislative hanno un effetto molto negativo sul prezzo. Gli esperti prevedono per i veicoli diesel una perdita di valore nel medio termine pari a circa il 20 per cento. Anche la metà dei partecipanti al sondaggio crede che il diesel subirà perdite di valore, secondo uno studio di Comparis sul tema.
  • Perdita d’immagine:  come grandi inquinanti dell’aria, le auto diesel hanno perso notevolmente il loro prestigio dallo scandalo delle emissioni presso la VW. Secondo questo sondaggio, anche in Svizzera un intervistato su due teme il calo dell’apprezzamento del diesel.
  • Inquinamento ambientale: in base a quanto afferma il Ministero dell’ambiente tedesco, persino le auto moderne euro 6 diesel emettono sei volte di più ossidi di azoto rispetto a quanto permesso. Gli ossidi di azoto sono cancerogeni e causano patologie come asma e malattie dell’apparato cardio-circolatorio. Inoltre, gli ossidi di azoto sono sostanze primarie per la formazione di piogge acide, polveri fini e ozono.
  • Nessuna convenienza di prezzo nel fare benzina: mentre in Germania, Austria e Francia il diesel ha ancora un trattamento privilegiato per le imposte, in base ai dati raccolti dal Touring Club Svizzera (TCS), in Svizzera il prezzo per la benzina 98 ottani è quasi pari al diesel (1.58 franchi per litro, aggiornato a: aprile 2017). Chi fa benzina a 98 ottani a 1.52 franchi risparmia per litro addirittura 6 centesimi, rispetto al prezzo del diesel di 1.58 franchi per litro. 

E cosa pensa ADAC, il club dell’automobile più grande d’Europa, del consiglio di acquistare un’auto diesel? Attualmente i suoi esperti consigliano piuttosto di aspettare. La pressione politica sui costruttori di veicoli a motore diesel è enorme. Attualmente in Germania si discute di tassare in modo più ingente il carburante diesel. 

Forse il prezzo delle auto diesel potrebbe scendere ulteriormente, almeno nel mercato delle auto usate. Infatti, in base al Touring Club Svizzera (TCS), è prevedibile che il numero di veicoli a motore diesel commerciali utilizzati come veicoli in leasing e auto aziendali possa aumentare nei prossimi due anni. Infatti, molti veicoli degli anni di maggiori vendite 2015 e 2016 arriveranno nel mercato delle occasioni. Questo comporta a sua volta una prevedibile pressione sui prezzi delle occasioni.